Semifinale Continental Cup: trionfo Asiago

E’ l’Asiago 1935 Gran Moravia ad accedere alla Superfinal di Continental Cup. Battuto, nell’ultimo e decisivo incontro del girone di semifinale in corso di svolgimento all’Odegar, il Nottingham Panthers.

Partita sempre in equilibrio giocata sul filo dei nervi tra due squadre che si sono equivalse. A far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei padroni di casa i powerplay: Asiago a segno con tre reti su otto occasioni, Nottingham mai pericoloso nelle due occasioni avute.

Match giocato su ritmi alti come una partita decisiva vuole; il primo powerplay stellato della serata è annullato egregiamente dagli inglesi che si rendono anzi pericolosi con Jensen. Ritornati in parità DeVergilio da ottima posizione trova la pinza di Conway. Ben più difficile l’intervento di Marozzi poco dopo quando si vede arrivare tutto solo Ryan opponendosi da campione. Altra penalità al 11° e questa volta arriva il gol di Marchetti dalla blu ma il Nottigham gioca alla pari e sfiora l’aggancio con Loyns prima e Ryan poi. A quattro minuti dal primo riposo doppia superiorità numerica per l’Asiago di 107 secondi concretizzata dal terzino Signoretti il cui tiro dalla blu beffa Conway. Nel finale Loyns esce infortunato e quando il gioco riprende gli inglesi accorciano con una rete in mischia di Clarke.

SeanBentivoglioSecondo drittel spettacolare ritmi che continuano ad essere altissimi con i Panthers che trovano il meritato pareggio al 23° ancora con capitan Clarke. Giallorossi che soffrono la veemente spinta inglese ma, supportati da un Marozzi perfetto, riescono a reggere nel momento più difficile della partita.  Al 26° la penalità a Makela vede un Asiago mai pericoloso che soffre ancora il ritmo indiavolato ospite.Pochi istanti dopo infortunio per DeVergilio che lascia il ghiaccio anzitempo per un problema alla spalla. E’ al 37′ però che i padroni di casa ritorvano la consueta concretezza con l’uomo in più grazie alla rete fondamentale di Layne Ulmer, abile a raccogliere il puck vagante tra i due cerchi d’ingaggio ed a scaraventarlo in rete con un tiro a fil di palo. Panthers che accusa il colpo e Borrelli ha sulla stecca la quarta rete ma Conway è strepitoso ad opporsi.

VincenzoMarozziUltimo tempo palpitante con il giallo neri che le provano tutte per perforare la gabbia stellata ma la squadra di John Parco dimostra una straordinaria tenuta difensiva reggendo molto bene l’urto anche nelle due situazioni di inferiorità numerica. Ulmer al 54° ha l’occasione di chiudere la partita ma sull’assist di Bentivoglio il suo tiro di prima trova la gran parata di Conway. Finale di frazione che vede coach Neilson chiamare timeout al 58.48 per poi togliere il portiere 7 secondi dopo ma il tentativo è vano perché a Murray saltano i nervi colpendo due volte Matteo Tessari ed ingaggiando un fight con Zanette; dopo un lungo consulto gli arbitri danno un 5+20 all’italo-canadese ed un 2+2+5+20 all’americano. E’ la resa degli inglesi ed alla sirena esplode la gioia dei 1800 dell’Odegar.

Ovazione in particolare per Vincenzo Marozzi eletto miglior portiere della semifinale con il 95 % di parate; il premio come miglior difensore è andato al giocatore del Nottingham Stephen Lee mentre quello di miglior attaccante a Sean Bentivoglio.

StephenLee

Asiago 1935 Gran Moravia – Nottingham  Panthers 3-2 (2-1, 1-1, 0-0)
Asiago 1935 Gran Moravia: Marozzi (Tura); Casetti, Signoretti; Ulmer, Bentivoglio, DiDomenico; Sullivan, Marchetti; Borrelli “C”, DeVergilio, Zanette; Mattivi, Strazzabosco M. “A”; Rigoni, Benetti “A”, Tessari M.; Strazzabosco A.; Tessari N., Presti, Stevan. Allenatore: John Parco.
Nottingham Panthers: Conway (Green); Weaver, Murray; Lachowicz, Francis ”A”, Salters; Lee, Makela; Clarke ”C”, Kalus, Benedict ”A”; Henley, Loyns; Jensen, Ryan, Capraro; Norton, Werner; Saari, Boxill. Allenatore: Neilson Corey
Reti: 13.06 1:0 PP1 Marchetti (DeVergilio, DiDomenico); 17.46 2:0 PP2 Signoretti (Borrelli); 19.33 2:1 Clarke (Waver, Salters); 23.28 2:2 Clarke (Benedict, Waver); 37.06 3:2 PP1 Ulmer (DiDomenico, Borrelli).
Migliori giocatori:  DiDomenico (Asiago 1935 Gran Moravia) e Clarke(Nottingham Panthers)
Arbitri: Gebei Peter (HUN) e Wehrli Tobias (SVI)
Giudici di linea: Cristeli Christian e Mischiatti Simone
Penalità:  Asiago 1935 Gran Moravia 31’ (3 x 2’ – 1 X 5’+20’)     Nottingham Panthers 41’ (8 x 2’ – 1 x 5’+20’)
Tiri: 26-22 (11-5, 10-9, 5-8)

Nel pomeriggio lo Yertis Pavlodar si è imposto a sorpresa sul Toros Neftekamsk conquistando cosi il terzo posto nel girone di semifinale. E dire che il match è stato a lungo condotto dai russi che si sono portati in vantaggio al 12° con Saulietis; ad inizio seconda frazione tre reti in rapida successione hanno visto lo Yertis portarsi sul 2 a 1 con Fabus e Vak prima di subire il pareggio di Kislyi. Al 32° l’allungo decisivo con la rete in inferiorità numerica di Richard Huna mentre al 43° arriva il poker di Sharifianov; a questo punto coach Suleimanov cambia il portiere togliendo un incerto Sokhatskii ed inserendo il suo backup Khakimov. La mossa non porta però a nulla di nuovo se non ad uno sterile attacco che la difesa kazaka regge con tranquillità centrando cosi la prima vittoria del torneo che significa terzo posto.

Ertis Pavlodar  – Toros Neftekamsk 4-2 (0-1, 3-1, 1-0)
Ertis Pavlodar: Pinc (Nikkila); Rehak, Dufresne; Zalesak, Hujsa, Vak “A”; Bolf, Miroshnichenko “C”; Huna Richard, Klemeshov, Huna Robert “A”,; Ikonen, Sokolov; Fabus, Svitana, Sharifianov; Metalnikov, Lipin; Basov, Sihvonen. Allenatore: Penzes Julius
Toros Neftekamsk: Sokhatskii (Khakimov); Susloparov, Tsirulev; Gordeyev, Saulietis, Setdikov; Bochkov, Vasilevski; Kamenev, Salnikov “A”, Kisli; Doronin, Baev; Stepanov ”C”, Bogdanovskiy ”A”, Romanovsky; Shasherin; Ankudinov, Zimin, Mickevics, Goroshanskiy. Allenatore: Suleimanov Ruslan
Reti: 12.29 0:1 Saulietis (Gordeyev, Setdikov); 22.05 1:1 Fabus (Svitana, Ikonen); 22.43 2:1 Vak (Zalesak, Hujsa); 23.12 2:2 Kislyi; 31.18 3:2 SH1 Huna Richard (Bolf); 43.53 4:2 Sharifianov.
Migliori giocatori: Dufresne (Yertis Pavlodar) e Setdikov (Toros Neftekamsk)
Arbitri: Dremelj Igor (SLO) e Schukies Gordon(GER)
Giudici di linea: Cristeli Christian e Stefenelli Federico
Penalità:  Ertis Pavlodar 24’ (7 x 2’ – 1 x 10’)  Toros Neftekamsk  16’ (8 x 2’ – 1 x 10’)
Tiri: 25-12 (8-5, 9-3, 8-4)

Classifica finale:
Asiago 1935 Gran Moravia 9
Nottingham Panthers 3
Toros Neftekamsk 3
Ertis Pavlodar 3