I Foxes sono ancora da sogno: Vienna Capitals sconfitti a domicilio

Quando allo scoccare della sirena finale il tabellone segnava Vienna 3 – 4 Bolzano c’era soltanto una delegazione di circa quaranta tifosi bolzanini ad esultare insieme alla squadra. Il resto della Albert Schultz Eishalle restava ammutolita. Il Bolzano fa ancora sognare e prosegue a punteggio pieno la sua marcia in Ebel: se non bastava la larga vittoria contro il modesto Innsbruck, se non bastava il grande successo contro i Red Bull di Salisburgo al Palaonda, ecco che i Foxes si presentano in grande stile anche nella capitale austriaca, davanti a una delle pretendenti al titolo.
Un match che si è acceso nel secondo tempo, dopo una prima frazione totalmente priva di emozioni e costellata invece di errori di costruzione da una parte e dell’altra. Poi i Foxes mettono improvvisamente fuori la testa e con un rapido uno-due firmato Sebastien Piché si portano sul 2 a 0. Gli austriaci accorciano subito le distanze e il terzo tempo è una girandola di emozioni, quattro goal in un minuto e mezzo con i biancorossi che riportano a due i goal di vantaggio per ben due volte prima di resistere all’assalto finale dei viennesi, che non riescono ad evitare la sconfitta di misura.

E’ stata la serata del grande ex, Matt Zaba, protagonista del diciannovesimo scudetto del Bolzano, e del debutto in casa biancorossa di Rick Schofield, schierato inizialmente in quarta linea, ma fatto girare già dal secondo tempo in seconda con Whitfield e Beaudoin.

Vienna Capitals – HCB Südtirol 3 – 4 [0-0; 1-2; 2-2]
Un primo tempo del tutto anonimo da parte di entrambe le formazioni, che sbagliano molto e non riescono a creare occasioni degne di nota: tanta confusione soprattutto in fase di costruzione e i Capitals non riescono a sfruttare due powerplay per due penalità distinte di Davide Nicoletti. Pessima la superiorità numerica degli austriaci e biancorossi che non faticano a controllare. L’occasione più ghiotta del primo tempo capita sulla stecca di Olsson, che a porta quasi sguarnita si vede bloccare il tiro da un ottimo intervento di Charlebois.

La seconda frazione sembra iniziare con un piglio diverso, salvo poi rallentare ai ritmi del primo tempo. Il goal che sblocca la gara però è di marca biancorossa e arriva in powerplay: al 28:29 sulla blu Egger giostra per Sebastien Piché, che con un bello slap shot di prima intenzione beffa Zaba all’incrocio dei pali. I Capitals cercano una reazione immediata, ma la foga porta i ragazzi di coach Tommy Samuelsson a perdere il disco in zona offensiva: al 31:03 Santorelli lancia così ancora Piqué in un breakaway che sancisce il 2 a 0. Soluzione centrale del difensore biancorosso, con Zaba che però non riesce a trattenere il disco sotto i gambali. La risposta austriaca  questa volta è letale: è il minuto 34:36 quando Ferland aggira la porta di Hübl e serve Benoit Gratton, che insacca facilmente. I Capitals riescono così ad accorciare prima della fine del secondo tempo, che si chiude sul punteggio di 2 a 1 per gli ospiti.

L’ultimo drittel è al cardiopalma. Il Bolzano deve resistere a quasi 4 minuti filati con l’uomo in meno: il penalty kill funziona bene e gli austriaci non riescono a incidere. La truppa di coach Tom Pokel ringrazia e piazza il colpo del 3 a 1 al 48:06: ad andare in rete, con un gran tiro dalla blu, Davide Nicoletti, che sfrutta uno Zaba poco attento e forse distratto dal traffico davanti alla propria porta. Il goal viene assegnato a fine gara a Kim Stromberg, che trova forse la deviazione vincente. Per Nicoletti sarebbe stato il secondo goal in due partite dopo la marcatura di martedì contro il Salisburgo. Poco dopo però i Foxes concedono un altro powerplay agli avversari, che questa volta colpiscono: al 49:24 missile di Jamie Fraser dalla blu e disco alle spalle di Hübl. Padroni di casa ancora disattenti però in zona difensiva: al 49:38 regalo per Santorelli, che imbecca MacGregor Sharp per il goal che vale il 2-4. Neanche il tempo di riscodellare il disco a centro ghiaccio che i Capitals accorciano nuovamente: al 49:47 assist a tagliare il terzo offensivo di Oulette per l’accorrente Dustin Sylvester, che davanti al portiere non sbaglia centrando l’angolino basso. Il Bolzano avverte un po’ la fatica e la spinta degli avversari si fa più insistente: a cinque dal termine Nicoletti finisce in panca puniti per ritardo di gioco e i due minuti in inferiorità numerica paiono interminabili. Hübl abbassa la saracinesca e si rende fondamentale in diverse occasioni fino allo scoccare del sessantesimo minuto: i Foxes schiantano i Capitals e si portano, a punteggio pieno, a quota 6 punti in tre gare.

La truppa di coach Pokel sarà sul ghiaccio già questa sera in quel di Szekefehervar, in Ungheria: i padroni di casa, che ieri sera non hanno giocato, saranno senza dubbio più freschi.

 

Vienna Capitals – HCB Südtirol 3 – 4 [0-0; 1-2; 2-2]

Reti: 0:1 Sebastien Pichè (28.29), 0:2 Sebastien Pichè (31.03), 1:2 Benoit Gratton (34.36), 1:3 Kim Stromberg (48.06), 2:3 Jamie Fraser (49.24), 2:4 MacGregor Sharp (49.38), 3:4 Dustin Sylvester (49.47)

Vienna Capitals: Zaba (Kickert); Veideman-Peter, Fraser-Schweda, Klimbacher-Lakos, Puschnik-Seidl; Keller-Ouellette-Schalcher, Fischer-Schiechl-Hartl, Fortier-Gratton-Ferland, Olsson-Sylvester-Rotter.
Coach: Tommy Samuelsson

HCB Alto Adige: Hubl (Hell); Egger-Nicoletti, Tomassoni-Pichè, Charlebois-Oberdorfer, Miglioranzi-Wunderer; Stromberg-Sharp-Santorelli, Zisser-Whitfield-Beaudoin, Gander-Bernard-Insam, Esposito-Civitarese-Schoefield.
Coach: Tom Pokel
Altri risultati

VSV Villach – EHC Linz 5:2 (2:0, 0:0, 3:2)
1:0 Marco Pewal (11.21), 2:0 Derek Ryan (17.06), 2:1 Marc-Andre Dorion (50.18), 3:1 Mario Altmann (54.31), 3:2 Andrew Hedllund (55.51), 4:2 Ryan Derek (58.02), 5:2 John Hughes (59.28)

Graz 99ers – EC Klagenfurter AC 1:0 (1:0, 0:0, 0:0)
1:0 Manuel Ganahl (13.21)

TWK Innsbruck – Olimpia Lubiana 4:2 (2:1, 0:1, 2:0)
0:1 Ales Music (0.59), 1:1 Patrick Mossmer (8.09), 2:1 Florian Pedevilla (13.48), 2:2 Ken Ograjensek (31.53), 3:2 Benedikt Schennach (54.21), 4:2 Luke Salazar (56.03)

Red Bull Salisburgo – HC Znojmo 2:4 (0:1, 0:1, 2:2)
0:1 Patrik Novak (14.53), 0:2 Adam Havlik (35.32), 0:3 Adam Havlik (40.42), 1:3 Mark Cullen (46.13), 2:3 Michael Boivinn (55.22), 2:4 Jan Lattner (59.57)

 

Classifica

1. HCB Alto Adige 6 punti (+1 partita)
2. EC Villacher SV 4
3. Sapa Fehervar AV 2 (-1 partita)
4. UPC Vienna Capitals 2
5. EHC Liwest Linz 2
6. Moser Medical Graz 99ers 2
7. TWK Innsbruck 2
8. HC Orli Znojmo 2
9. HDD Telemach Olimpija Lubiana 0 (-1 partita)
10. EC Red Bull Salzburg 0
11. EC Klagenfurter AC 0
12. Dornbirner EC 0 (-1 partita)