Matt Ryan punta sul campionato inglese

Con l’arrivo di Adolf Insam all’Agorà a cavallo del nuovo anno, il Milano aveva cercato di tornare sul mercato per sistemare un attacco diventato sterile. Con l’arrivo di nuovi giocatori, a Matt Ryan è toccato qualche turno in tribuna. Lo stare fuori dal ghiaccio ha portato l’ex Los Angeles King alla decisione di chiedere la rescissione del contratto. A Milano il 29enne canadese aveva realizzato 24 punti (9+15) in 38 partite, troppo pochi per le aspettative dei rossoblù. Lasciata l’Italia, Ryan ha trovato asilo in Norvegia nella squadra che ha poi riconquistato il titolo nazionale battendo la capolista Vålerenga. Con gli Oilers di Stavanger l’ex Milano ha segnato 4 gol e 4 assist (8 punti) in 8 partite di regular season, 10 punti (6+4) nelle 17 gare di play-off. In questa squadra, il terzo top scorer (66 punti, 23+43, in 61 partite) è stato il finlandese Juha-Pekka Loikas che ha giocato ad Appiano due stagioni fa.

Il prossimo anno Ryan resterà in Europa. Ad ingaggiarlo le Pantere di Nottingham del campionato britannico EIHL dove già milita da tre anni l’ex portierone della Valpe, Craig Kowalski, e da questa stagione il centro 32enne Lynn Loyns che nel 2011 alimentò le speranze del Val Pusteria.

«Ryan ha velocità e una grande capacità di gestione del puck – l’ha descritto il suo nuovo coach Corey Neilson sul sito ufficiale dei Panthers – più un grande carattere e un buon bagaglio di esperienza».

Matt Ryan sarà già in pista nei primi di agosto contro l’Amiens per l’Aladdin Cup.

Stats su Eliteprospects – Eurohockey