NHL Playoff 2013: Rask, Krejci e Horton portano Boston sul 1-0

Boston @ Pittsburgh 3 – 0 [1-0; 0-0; 2-0] / serie 1-0 Boston di Alessandro Bianchi

Comincia la finale a Est e subito Boston vìola la tana dei Penguins, il Consol Energy Center, e si porta sul 1-0 nella serie. Bylsma che può contare sulla miglior formazione possibile, mentre Julien recupera Ference e lo schiera in seconda linea con Boychuk, rinunciando così a Redden, mentre fa ancora la sua comparsa in terza linea come centro Krug, un difensore sulla carta, ma finora determinante in attacco, 5 punti in 6 gare. Il confronto pertanto si preannuncia abbastanza alla pari, unica diversità è la maggior fisicità dei Bruins mentre tecnicamente le linee sostanzialmente si equivalgono, anzi a onor del vero sono gli unici due team che possono vantare le prime tre linee in grado di segnare in ogni istante e un’ottima quarta linea di checking.

Il primo periodo si apre coi padroni di casa che cominciano a macinare gioco in velocità e con passaggi rapidi e corti, come da manuale di Bylsma, e i primi risultati già si notano con i primi miracoli di Rask su conclusioni di Crosby, Malkin e Letang. Boston agisce di rimessa con contropiedi rapidi, in tre passaggi si portano davanti allo slot di Vokoun senza però impensierirlo. Proprio nel momento migliore dei Penguins arriva la rete dell’1-0 per Boston, azione veloce, Ference passa a Horton che vede al centro Krejci, slap rapido, sulla conclusione Martin si butta davanti a Vokoun per bloccare il tiro e forse questo trae in inganno il goalie deviando e rallentando la traiettoria beffandolo, tutto questo al 08.23. Boston a questo punto mantiene calma e sangue freddo e amministra senza grossi patemi il vantaggio mentre i Penguins premono sull’acceleratore per raddrizzare le sorti, e in parte vi riescono, infatti proprio allo scadere del periodo capita a Malkin l’occasione giusta per il pareggio, colpendo a botta sicura verso Rask, il disco viene toccato da un difensore che lo devia quel tanto che basta per far trattenere il fiato a tutti i tifosi di casa, il puck lentamente sembra entrare in rete, invece esce di pochissimi centimetri dalla gabbia difesa da Rask e così finisce il primo tempo col vantaggio di misura per gli uomini di coach Julien.
Il secondo periodo si apre con l’espulsione di Cooke, reo di aver caricato alla balaustra McQuaid in modo irregolare, gli vengono comminati prima cinque minuti e poi espulso, e quest’episodio, anche per voce dello stesso Bylsma, condiziona l’incontro, se non altro perchè verso la fine del periodo stesso Marchand più o meno fa la stessa cosa Neal, ma con diverso trattamento da parte degli arbitri, due minuti in panca e nulla più. Il secondo tempo vive di emozioni sia da una parte cha dall’altra, Jagr è il più pericoloso dei suoi ed impegna seriamente Vokoun in un paio di circostanze, mentre sull’altro versante è Neal il più in palla e Rask si deve superare per evitare la rete del pareggio dei padroni di casa. Il periodo si conclude con la rissa tra Malkin e Bergeron subito sedata dagli ufficiali di gara, che costa però ad entrambi cinque minuti in panca che sconteranno nel periodo successivo.
Ultimo periodo che vede i Bruins mettere a segno il colpo del KO dopo 04.04 ancora con Krejci, questa volta con la complicità del duo Martin-Vokoun, Horton difatti tira, il disco deviato si impenna verso l’alto, Martin col guanto si allunga verso l’alto per metterlo a terra mentre il proprio goalie sembra seguire la traiettoria con lo sguardo, Krejci si inserisce tra i due, mette il puck sulla stecca e batte per la seconda volta in serata a rete, 2-0 Boston. Pittsburgh si rimbocca le maniche, ma a quanto pare gira tutto storto, Iginla impensierisce Rask che con l’ennesimo miracolo sventa il pericolo. Subito dopo al 07.51 è Horton a segnare la rete del definitivo 3-0, questa volta è pero Lucic a dare il via al tutto, tiro verso Vokoun che non trattiene, puck che finisce defilato sulla stecca di Horton che ha davanti a sé tutto lo specchio della porta completamente vuoto, è un gioco per il numero 18 di Boston mettere dentro per il 3-0 finale. Da lì alla fine i Penguins attaccano a testa bassa, davanti a loro però trovano sempre un attentissimo Rask che chiude ogni varco e mettere a segno così il suo primo shutout in carriera in post-season.
Prossima gara lunedì notte, sempre a Pittsburgh.