Pinerolo Spartans: Quella sporca (quasi) dozzina

(com. stampa Pinerolo Spartans) – E’ questo il titolo con cui possiamo definire “l’impresa” compita dall’Hc Pinerolo Spartans nella giornata odierna.
Siamo al memorial Paolo Sandrone, grande classica al Tazzoli di Torino che chiude d’abitudine la stagione agonistica dell’anno e che ha coinvolto quest’anno le formazioni dell’Hc Torino Bulls, Hc Draghi, Chat (club hockey amatori Torino), oltre ai già nominati Spartans che si presentano in sole  2 linee e col giovane e promettente Davide Bertin tra i pali.
Girone classico all’italiana che ha portato alla definizione delle griglie finali.

I Pinerolesi, subivano dai Draghi un 3-1, subito rimediato con un 8-0 imposto ai Bulls (vendicando in tal modo la sconfitta subita la settimana scorsa nell’ambito della finale NOHL), e 4-0 contro i gloriosi Chat.
I risultati delle altre gare hanno portato ad uno scontro tra i Bulls ed i Chat per il 3° e 4° posto (vinto dai Chat), e della finalissima tra i gloriosi componenti dei vecchi componenti dei Draghi ed appunto gli Spartans.

Finale estremamente combattuta che vedeva il risultato alla fine dei tempi regolamentari attestato sul 2-2.
I tiri di rigore successivi hanno premiato, grazie alla tecnica ed alla freddezza del goalie, i pinerolesi, permettendo cosi la conquista di quest’ambito trofeo, fin’ora esclusivo appannaggio dei Draghi.
Per la cronaca i torinesi hanno mancato la realizzazione di tutti e 3 i rigori (Famà, Ermacora, Vaccarino), mentre i pinerolesi hanno realizzato grazie a Sandro Bertin e Mattia Sargiotto.

Formazione HC Pinerolo Spartans: Davide Bertin, Davide Frigo, Marco Chauvie, Andrea Tosatto, Mauro Solera, Pier Frache, Sandro Bertin, Daniele Gonin, Stefano Cervar, Maxo Ronzino, Mattia Sargiotto.