AHL: al via le finali di Conference

Partiranno stanotte le finali delle rispettive conference in AHL al termine delle quali i rispettivi vincitori si incontreranno per decretare il vincitore della Calder Cup della American Hockey League. Al pari del torneo più famoso al mondo, NHL, anche la AHL vive emozioni simili, anzi per certi versi dopo quello a cui si è assistito in questi giorni pure di più. Le finali come consuetudine si disputeranno al meglio delle sette gare, nella Eastern Conference si affronteranno Wilkes/Barre Scranton (Pitt.Peng.) e Syracuse Crunch (T.B.L.) mentre nella Western saranno Oklahoma City Barons (Edm.Oil.) e Grand Rapids Griffins (Det.R.W.).
Alla fase finale dei playoff in precedenza erano approdate ad East proprio i Syracuse Crunch 3 (T.B.L.), vincitori della East Division con 97 punti, Wilkes/Barre Scranton 5 (Pitt.Peng.) 88 punti, poi i Providence Bruins 1 (Bos.Br.), vincitori della Atlantis Division con 105 punti, gli Springfield Falcons 2 (Col.B.J.), vincitori della Northeast Division con 99 punti, Binghamton Senators 4 (Ott.Sen.) con 96 punti, Portland Pirates 8 (Pho.C.) con 87 punti, Manchester Monarchs 7 (L.A.K.) con 81 punti al pari con gli ultimi qualificati, gli Hershey Bears (Wash.C.). A West invece le qualificate erano, oltre agli Oklahoma City Barons 5 (Edm.Oil.) con 91 punti e i Grand Rapids Griffins 3 (Det.R.W.) vincitori della Midwest Division con 92 punti, i vincitori della South Division con 97 punti, i Texas Stars 1 (Dall.St.), poi i Toronto Marlies 2 (Tor.M.L.) vincitori della North Division con 96 punti, Charlotte Checkers 4 (Car.Hurr.) con 92 punti, Houston Aeros 6 (Minn.Wild) con 90 punti insieme ai Rochester Americans 7 (Buff.Sab.), mentre ultimi ad arrivare alla post season i Milwaukee Admirals (Nash.Pred.) con 89 punti.

I quarti di finale si sono giocati al meglio delle cinque partite, diversamente dalle semifinali in poi, al meglio delle sette, ed hanno visto all’East i baby Penguins e Syracuse finire immediatamente le rispettive serie contro Binghamton e Portland con un netto 3-0, mentre Springfield ha dovuto faticare un poco per imporsi sui baby Kings, 3-1 la serie, e le fatidiche sette camicie se le è dovute sudare invece la leader di conference Providence che ha battuto 3-2 gli ultimi, Hershey, dopo aver rimontato lo 0-2 nella serie stessa e vincere di misura 3-2 gara 5 grazie ad una rete di Tardif nel terzo periodo. Dall’altra parte, a West, vita facile ce l’ha avuta Toronto su Rochester in 3 gare, i leader di conference, Texas Stars, hanno avuto la meglio su Milwaukee con un 3-1, mentre hanno faticato più del dovuto Grand Rapids che solo in gara 5 ha dimostrato la sua supremazia su Houston con un perentorio 7-0 vincendo la serie e Oklahoma che in gara 5 ha battuto 6-2 Charlotte terminando la serie 3-2 anche loro.
Le semifinali, come detto al meglio delle sette, ad East hanno visto Syracuse contro Springfield terminare immediatamente in quattro gare, con i Crunch letteralmente dominare gli avversari e vincere la serie 4-0, mentre l’altra serie ha visto un vero e proprio miracolo perché Providence dapprima si è portata 3-0 nella serie, dopodiché i loro avversari, Wilkes/Barre Scranton, hanno recuperato tutto e addirittura hanno trionfato 5-0 in gara 7 compiendo una vera e propria impresa. A West invece i primi terminare la serie sono stati i Barons che hanno vinto in cinque gare contro i Texas Stars per 4-1, mentre Grand Rapids è dovuta arrivare a gara 6 per aver ragione dei Marlies grazie anche alla doppietta di Tatar, arrivato ad 8 reti in questi playoff.
Da stasera attesissimi confronti tra le finaliste per poi aver le due vincitrici delle conference scontrarsi per arrivare a contendersi la Calder Cup.