Mondiali 2013 : Finlandia sul velluto, USA e Germania con qualche difficoltà

La sconfitta della Francia, ha permesso alla Germania, vittoriosa contro il fanalino di coda lettone, di agguantare la Slovacchia al quarto posto. La carica derivata dalla vittoria contro la Russia, ha concesso alla Finlandia di stendere con facilità l’Austria e di conquistare il primo posto, con una partita giocata in più rispetto alle dirette avversarie.

Finlandia – Austria 7-2 (2-0; 1-0; 4-2)

Partita a senso unico, la seconda disputatasi all’Hartwall Arena di Helsinki. Entrambe le compagini venivano da un pronto riscatto avvenuto dopo le due brutte sconfitte maturate in data 8 Maggio, rispettivamente contro Stati Uniti e Germania. Fin dalle prime battute la supremazia dei padroni di casa ha relegato gli avversari ad una partita di puro e tentato, con pochi esiti positivi, contenimento difensivo. Cercando di evitare qualsiasi tipo di penalità, gli austriaci sono comunque andati al primo riposo con uno svantaggio di 2 reti. Dopo un periodo centrale dominato dalle penalità, 7 per gli austriaci e 3 per i finlandesi, nel periodo finale è successo un pò di tutto. Con all’attivo una superiorità di quasi 5 minuti, la Finlandia è riuscita a farsi colpire per ben due volte, portando così il risultato sul 3-2. La rinata convinzione dell’Austria è stata riposta nel cassetto nel giro di pochi minuti, dove con due PP e due azioni in parità numerica la Finlandia ha portato il risultato sul definitivo 7-2 finale. Protagonista della partita è stato Kontila, con un 1 rete e 2 assistenze.

Quest’ultima ora devono sperare in passo falso degli Stati Uniti, più contro la Slovacchia che contro la Germania, per assicurarsi la prima posizione del girone, dando quasi per scontata la vittoria nella partita del 14 Maggio contro la Lettonia. Per l’Austria il pericolo è dietro l’angolo, visto che nell’ultima uscita andranno a sfidare proprio la compagine nord americana.

Stati Uniti – Francia 4-2 (2-0; 0-1; 2-1)

Galvanizzati dalla netta vittoria contro la Finlandia, gli Stati Uniti sono scesi sul ghiaccio con l’idea di stritolare i francesi di turno. I primi 20′ hanno espresso completamente tale ultimo concetto, poichè il goalie statunitense ha dovuto coprire la gabbia solamente in 3 occasioni. Ma questa è una Francia che ha già sorpreso e che non molla mai, chiedere alla Russia, dunque nel drittel centrale è riuscita a limitare gli avversari e a colpire in uno dei pochi momenti in cui sul ghiaccio non vigeva la parità numerica, in situazione di 5vs3. Avrebbero potuto colpire anche nelle altre due occasioni, ma proprio al termine di una di esse è arrivata la terza rete americana a metà del periodo finale. Una rete che ha fatto saltare il banco e che ha concesso agli statunitensi di trovare la quarta rete poco meno di 2 minuti più tardi. Inutile la rete del 4-2 a 90” dalla sirena finale.
La Francia è ancora a contatto, e due vittorie contro Lettonia e Germania potrebbero far avverare ciò che noi tutti non ci saremmo mai aspettati.

Germania – Lettonia 2-0 (0-0; 1-0; 1-0)

La Lettonia sta disputato un mondiale abbastanza alla Francia, ma a differenza della compagine transalpina passa da ottime vittorie a discrete sconfitte, non trovando così mai un assetto ben preciso. Questa partita ne è la prova, visto che con un pò più di convinzione avrebbe potuto piegare dei tedeschi non proprio irresistibili. Il match si è giocato a livelli paritari, dove ad averla vinta è stata la difesa della Germania, che ha permesso al proprio goalie Zepp di terminare la seconda partita consecutiva senza subire reti. Le reti sono state siglate da Ullmann e Hager.