Naz. U17 – Italia KO, tedeschi in doppia cifra

Nell’ultima partita contro la Germania l’Italia under 17 chiude il torneo di Romanshorn con una pesante sconfitta che completa un quadro non felice al confronto delle altre nazioni. Ultimo posto a 5 punti dalla penultima, 5 reti fatte e 28 subite, tenendo presente che le avversarie erano tutte under 16.
La gara per evitare l’ultimo posto s’è trasformata in un calvario per l’Italia di De Biasio che in porta ha scelto di schierare Stevan. Dopo 8 minuti la Germania era già sul 3-0 ma nel drittel centrale l’Italia sembrava poter rientrare in partita. Maino al 26° e Dantone al 31° avevano ridotto il gap a -1. Al 35° la Germania ha avuto l’occasione di giocare in cinque contro tre e non l’ha sprecata. La rete di Halbauer è il via per la goleda tedesca nella seconda metà di partita.

Vincitrice del torneo è la Svizzera di casa che non ha perso colpi nemmeno negli ultimi due impegni. Largo 8-2 sulla Norvegia (prime due reti di Heughebaert, Imponse, Martinez, Haberstich, Marzan, Burren e Marchon; Jorgensen, 1-2, e Dahl, 2-5, per gli scandinavi) e vittoria in rimonta 3-2 contro la Germania quando il trofeo era già matematicamente in mani elvetiche. Hardmeier porta in vantaggio i rossocrociati al 10° ma la Germania con Napravnik prima pareggia al 14° e poi passa a condurre al 34°. Il successo svizzero matura nel terzo drittel: powerplay efficace al 47° (Burren) e match winning goal di Haussener al 56°.
Nonostante il punto rimediato contro la Norvegia, la Danimarca lascia il terzo posto ai tedeschi. Norvegia che sembra controllare la partita: segnano Dahl, Ellefsen, Aastad e Selvaag, mentre i danesi trovano la rete con Weichel per i momentanei 1-1 e 2-3. In svantaggio di 2-4 la Danimarca agguanta il pari a 20 secondi dalla sirena con Jensen in 6 contro 5 (fuori il portiere Petersen), esattamente come la Germania aveva punito gli stessi danesi due giorni fa. Ai rigori fa meglio la Norvegia con il penalty decisivo di Aastad.

Germania – Italia 10-2 (3-0, 3-2, 4-0)
Marcatori: 02:42 (1-0) Daubner M (Mayenschein J), 05:02 (2-0) Retzer M (Mayenschein J, Daubner M), 08:46 (3-0, pen. diff.) Schmitz T (Mayenschein J, Schäfer J), 25:56 (3-1) Maino A (Conci D), 30:48 (3-2) Dantone M (Barnabò L), 34:02 (4-2, PP2) Halbauer P (Drews Y), 35:14 (5-2, PP) Körner C (Allgeier L, Glässl M), 37:53 (6-2) Mayenschein J (Körner C), 52:10 (7-2) Koopmann C (Glässl M, Laux K), 53:13 (8-2) Körner C, 55:36 (9-2) Halbauer P (Napravnik J), 57:13 (10-2, PP) Mayenschein J (Körner C)
Penalità: 8-10 (4-2, 4-6, 0-2)

Class.  P.ti i V -ot P  gol  +/-
Svizzera  12 4 4 0-0 0 25-5   20
Norvegia   8 4 2 1-0 1 20-15   5
Germania   5 4 1 1-0 2 17-16   1
Danimarca  5 4 1 0-2 1 12-15  -3
Italia     0 4 0 0-0 4  5-28 -23

Programma

  • freccia 03.04.2013
    Italia – Norvegia 2-5 (1-3, 0-0, 1-2)
    Svizzera – Danimarca 5-1 (2-1, 2-0, 1-0)
  • freccia 04.04.2013
    Germania – Danimarca 4-3 dr (1-1, 1-1, 1-1, 0-0, 1-0)
    Italia – Svizzera 0-9 (0-0, 0-5, 0-4)
  • freccia 05.04.2013
    Norvegia – Germania 8-1 (3-0, 4-1, 1-0)
    Danimarca – Italia 4-1 (0-0, 3-0, 1-1)
  • 06.04.2013
    Germania – Italia 10-2 (3-0, 3-2, 4-0)
    Norvegia – Svizzera 2-8 (1-2, 1-4, 0-2)
  • 07.04.2013
    Danimarca – Norvegia 4-5 d.r. (1-1, 1-3, 2-0, 0-0, 0-1)
    Svizzera – Germania 3-2 (1-1, 0-1, 2-0)

freccia I convocati azzurri

La Svizzera campione

Portieri: Guggisberg Yannick (Friborgo) e Van Pottelberghe Joren (Zugo)
Difensori: Auriemma Elia (Rapperswill), Bichsel Alain (Kloten), Buser Kyrill (Kloten), Moor Misha (Ambrì Piotta), Pinana Christian (Ambrì Piotta), Burren Yanik (Berna), Weber Serge (Kloten)
Attaccanti: Bracher Cedric (Berna), Haberstich Fabian (Langnau), Impose Auguste (Ginevra), Hardmeier Dominik (Dübendorf), Marzan Nino (Rapperswill), Marchon Nathan (Friborgo), Martinez Adrian (Ginevra), Massimino Yoan (Ginevra), Heughebaert Stéphane (Zugo), Thürkauf Calvin (Losanna), Haussener Timo (Rapperswill), In Albon Loic (Sierre), Pfister Marc (Kloten)
Head Coach: Bohren Alfred. Coach: Balmer Samuel