Il Renon programma il futuro: confermato coach Rob Wilson

(Comun. stampa LIHG) – La società di Collalbo, nonostante l`uscita prematura ai quarti di finale, ha deciso di dare fiducia a Rob Wilson, che dunque siederà  anche il prossimo anno sul pancone della compagine targata Renault Trucks.

L`uscita ai quarti di finale non ha assolutamente fatto cambiare idea alla dirigenza della società di Collalbo, che nel comunicato stampa sul proprio sito, evidenzia il grande lavoro di Wilson in questa stagione, incentrato sulla crescita di tutta la squadra, blocco locale e giovani compreso. A Collalbo, il 44enne tecnico d`Oltreoceano si è guadagnato dunque la stima e il rispetto di giocatori, dirigenti e tifosi. Il prossimo anno sarà ancora alla guida dei Rittner Buam e l`obiettivo sarà sempre lo stesso: vincere lo scudetto e cancellare l`uscita ai quarti di finale contro il Cortina.

La carriera di Rob Wilson:

Nato il 18 luglio del 1968 a Toronto, il canadese, che ha anche passaporto inglese, ha vissuto la sua carriera da giocatore tra le leghe del suo Paese e quelle inglesi, disputando anche 8 partite tra le fila del Vipiteno nella stagione 2001/2002 nelle quali  ha messo a segno 8 punti.

La sua esperienza da allenatore, invece, è iniziata nel 2006 nell´EIHL: per tre annate Wilson è stato allenatore/giocatore dei Newcastle Vipers, divenendo poi coach a tempo pieno della medesima formazione nella stagione 2009/2010. Assieme all´attività per il club, Wilson ha ricoperto anche il ruolo di assistente allenatore della nazionale inglese, alla quale è stato legato sino all´annata 2010/2011. Nel corso della stessa è iniziata anche la sua avventura alla guida dell´Egna.

Durante due campionati di Serie A2 la formazione della Bassa Atesina da lui allenata ha disputato 87 partite, vincendone 68 e perdendone 19. Nella prima annata, l´Egna ha chiuso la stagione regolare al secondo posto della classifica, uscendo però ai quarti di finale playoff per mano del Caldaro. Nello scorso campionato, invece, il team altoatesino ha terminato in testa la prima fase del campionato, ma non è riuscito comunque a raggiungere la finale scudetto, superato dal Gherdeina in semifinale alla settima partita.