Il 60° Minuto: da Chicago 8 schiaffi alle “Stelle”

Sabato ricchissimo di match quello passato con 13 match ancati in scena; situazione di sostanziale equilibrio con un leggero predominio dei team “on the road” che prevalgono in 7 occasione contro le 6 vittorie dei team di casa. Roboante affermazione dei Blackhawks che si impongono per 8-1 su Dallas. Secca vittoria anche per i Pens che nel match dell’ Xcell Energy Center superano 3-0 i Rangers in una gara che negli ultimi anni ha rappresentato una delle rivalità più accese della NHL. Vittorie in overtime per Ottawa a Niagara Falls contro i Sabres (4-3) e per St. Louis contro i Ducks in casa (2-1). Chiudono la pratica agli shootout invece i Jets all’ ACC contro i Leafs e Columbus contro i Coyotes.

 

Chicago Blackhawks – Dallas Stars 8-1 (3-0; 3-0; 2-1)

Serata decisamente da dimenticare quella dei tifosi di Dallas presenti all’ American Airlines Center dove i beniamini di casa ricevono una pesantissima lezione da parte di Chicago; Lehtonen raccoglie il promo disco alle sue spalle dopo poco più di 9 minuti, quando Toews (Leddy-Saad)lo supera deviando undisco scagliato verso la porta delle Stars. Il 2-0 è questione di un minuto e mezzo e porta ancora una volta la firma del capitano degli Hawks. Prima della prima sirena arriva il tris con Leddy (Stalberg-Bickell). La seconda rete stagionale di Oduya (Stalberg-Bickell) porta il boxscore sul 4-0 e fa calare il sipario sulla serata di Lehtonen sostituito tra i pali da Richard Bachman. Il cambio di goalie tuttavia non corrisponde assolutamente ad un cambio nell’ inerzia della partita dal momento che 4 minuti più tardi arriva il 5-0 firmato Marian Hossa (Kane-Seabrook); il numero 81 di Chicago si ripete poi ad un minuto dalla seconda sirena quando in Power Play mette a segno la doppietta personale portando i suoi sul 6-0. Andati a riposo col cappotto ed evidentemente sotto nel gioco oltre che nel risultato (basti guardare l’imbarazzante 20-8 nei tiri) i padroni di casa subiscono il 7-0 da Keith (Bickell-Stalberg) e l’unica reazione pervenuta è la rete della bandiera messa a segno al 6’30” del periodo finale, in Power Play, da Daley (Benn-Whitney); troppo poco e troppo tardi per pensare di poter fare ancora qualcosa per recuperare il match. Ed infatti la parola fine sulle sorti della gara, se ce ne fosse ancora stato bisogno, arriva con l’8-1 firmato da Patrick Kane (Bolland-Leddy) in Power Play.

Tutti i risultati di giornata:

Washington Capitals – Boston Bruins 1-4 (0-2; 1-1; 0-1)
New York Rangers – Pittsburgh Penguins 0-3 (0-1; 0-0; 0-2)
Ottawa Senators – Buffalo Sabres 4-3 OT (0-2; 3-0; 0-1; 1-0 OT)
Minnesota Wild – Colorado Avalanche 6-4 (4-1; 1-2; 1-1)
Winnipeg Jets – Toronto Maple Leafs 5-4 SO (0-1; 4-2; 0-1; 0-0 OT; 1-0 SO)
Montréal Canadiens – New Jersey Devils 2-1 (1-0; 0-1; 1-0)
Carolina Hurricanes – Tampa Bay Lightning 1-4 (0-1; 0-2; 1-1)
Phoenix Coyotes – Columbus Blue Jackets 0-1 SO (0-0; 0-0; 0-0; 0-0 OT; 0-1 SO)
New York Islanders – Florida Panthers 4-3 (2-0; 1-0; 1-3)
Anaheim Ducks – St. Louis Blues 1-2 OT (1-0; 0-1; 0-0; 0-1 OT)
Chicago Blackhawks – Dallas Stars 8-1 (3-0; 3-0; 2-1)
Detroit Red Wings – Vancouver Canucks 5-2 (1-1; 1-0; 3-1)
San José Sharks – Los Angeles Kings 2-5 (0-2; 1-3; 1-0)