Il 60° minuto: Blackhawks forza 10, i Kings completano la rimonta

Ben 11 gli incontri del “Tuesday Night” di NHL.

Grazie ad una grande prestazione del portiere Lindback, i Tampa Bay Lightning ottengono un’importante vittoria esterna sui New Jersey Devils per 5-2. Sul finale di un primo periodo di marca Devils, un incertezza difensiva di casa consente a Thompson di firmare l’1-0 per gli ospiti. Nel secondo periodo poi, gli ospiti dilagano con St.Louis in contropiede e Killorn, mentre Thompson, in avvio di terzo periodo, segna anche il 4-0. Si svegliano i Devils, che accorciano 2 volte con Henrique in inferiorità e Elias in superiorità, ma il match lo chiude Crombeen che segna l’empty net goal.

Vittoria tra le mura amiche per gli Islanders, che superano i Canadiens con un netto 6-3. In avvio di match sono gli ospiti a portarsi in vantaggio con il polsino di Plekanec che fredda Nabokov. In avvio di secondo periodo, però, i padroni di casa cambiano faccia: prima Moulson in superiorità fredda Price, poi Martin ancora in superiroità e Grabner fissano il risultato sul momentaneo 3-1, con gli ospiti che sul finale accorciano, sfruttando una superiorità, con Subban. Nel terzo periodo gli ospiti ci credono e accorciano con Gionta in superiorità, ma il risultato viene fissato sul 6-3 finale da Martinek, Tavares e dall’empty net goal di McDonald.

Con una rimonta incredibile, i Capitals ottengono la vittoria interna all’overtime sui Bruins per 4-3. il parziale del primo periodo vede i Bruins condurre per 3-0, con le reti di Marchand in inferiorità, Chara e Hamilton in superiorità. Nel secondo però si svegliano i Caps, che prima accorciano con Ribeiro e Kundratek, poi, al termine di un lungo assedio nel terzo periodo giungono al tanto agognato pareggio grazie a Wolsky. All’overtime, è Fehr in avvio a chiudere i conti, freddando Rask all’incrocio.

Tenuti in piedi da un Peters in serata di grazia, gli Hurricanes superano per 4-3 i Sabres tra le mura amiche. Tlusty porta in vantaggio i padroni di casa in avvio di primo periodo, poi è tutto un affare dei Sabres che non riescono però a far male a Peters. Al giro di boa del secondo periodo sono ancora gli Hurricanes a passare con Corvo, in superiorità. In avvio i Sabres accorciano subito con Hodgson, ma Jokinen riporta il vantaggio dei suoi sul +2. Semin, sfruttando una superiorità, allunga sul 4-2, mentre sul finale Hodgson, con un’azione capolavoro, fissa il risultato sul 4-3.

Servono i tiri di rigore per assegnare la vittoria interna ai Blue Jackets sugli Oilers per 4-3. Primo periodo emozionante: prima sono gli ospiti a passare grazie a Petry, poi i padroni di casa pareggiano con Mckenzie e allungano con Prospal in superiorità, infine gli Oilers con Whitney riportano la situazione in parità. In avvio di terzo periodo sono ancora gli ospiti a passare, Pajaarvi trova il pertugio vincente alla sinistra di Mason, che dopo la rete subita lascia il posto al suo backup Bobrovsky. La formazione di casa però non ci sta e giunge al pareggio con il polsino di Johnson. Il terzo periodo è intenso, ma si conclude con il parziale di 0-0, così come l’overtime. Ai rigori, è lo shootout vincente di Letestu a dare la vittoria ai Jackets.

Anche i Rangers ottengono un’importante vittoria sui Flyers per 4-2. Padroni di casa subito in vantaggio con Callahan in superiorità, ma deve subire il ritorno immediato dei Flyers in superiorità, che prima pareggiano con Simmonds, poi Voracek porta avanti i suoi. A 40 secondi dalla sirena è ancora Callahan a trovare il pertugio per il pareggio. Il secondo periodo è alta la pressione degli ospiti, ma ogni velleità s’infrange su Lunqvist. Nel terzo periodo sale in cattedra Nash, che in 10 minuti fissa il risultato sul 4-2 che chiude di fatto la partita.

I Florida Panthers superano con un netto 4-1 i Jets. Nel primo periodo passano subito i padroni di casa con Kopecky, salvo poi subire il ritorno dei Jets in avvio di secondo periodo che riportano il tutto sull’1-1 grazie a Wellwood; a questo punto i Panthers mettono la freccia e Matthias prima e il penalty di Huberdeau fissano il risultato sul 3-1. Il match viene poi chiuso nel terzo periodo sul 4-1 da Santorelli.

Howard è monumerntale, e permette ai Red Wings di superare tra le mura amiche gli Avalanche con un risicato 2-1. Al termine di un primo periodo equilibrato, la formazione di casa si porta in doppio vantaggio con Frazen e Kronwall. Ogni velleità degli Avalanche s’infrange su Howard, e a nulla serve la rete segnata da Stasny sul finale di terzo periodo, i Red Wings conquistano la vittoria.

Non si fermano più i Blackhawks, che ottengono la decima vittoria di fila per 5-3 contro gli Wild. Gli ospiti passano subito in vantaggio con Setoguchi, ma poi salgono in cattedra i Blackhawks: prima agguantano il pareggio con Saad, poi la doppietta di Bickell e Hossa fissano il risultato sul momentaneo 4-1. Cambio di goalie in casa Wild, fuori Backstrom e dentro Kuemper. Il secondo periodo è abbastanza equilibrato, e nel terzo tornano in partita gli Wild con le reti di Suter e Brodziak, ma non basta, perchè Kane chiude i conti sul 5-3 finale.

Importante vittoria esterna per gli Sharks, che superano per 3-2 agli shootout i Canucks. Ospiti in vantaggio in apertura di primo periodo con lo slap di Gomez, e raddoppio in avvio di secondo periodo con Burish in inferiorità. La formazione di casa non si scompone e agguanta il pareggio in 10 minuti grazie alle reti di Sedin e Hansen. Terzo periodo privi di reti, così come l’overtime, e agli shootout Pavelsky segna il penalty vincente che regala la vittoria ai suoi.

Prosegue la rimonta in classifica dei Kings, e in rimonta arriva anche la vittoria per 6-4 sui Blues. Negli ultimi 5 minuti del primo periodo succede di tutto: prima Pietrangelo porta in avanti i Blues, poi Muzzin pareggia e infine Sobotka riporta in vantaggio la formazione ospite. Anche il secondo periodo è ricco di reti: Derron e Stewart portano il vantaggio dei Blues a +3, reti intervallate dall’uscita di Bernier in favore di Quick, ma sul finale Voynov accorcia. Le 4 reti segnate dai Kings nel terzo periodo, rispettivamente sulle stecche di Richards, Muzzin, Carter e Kopitar fissano il risultato sul 6-4 finale, nonostante la pressione finale dei Blues. I Kings agguantano il secondo posto della Pacific Division, lasciando alle spalle una partenza disastrosa.

I risultati di martedì 05/03/2013
Lightning @ New Jersey 5-2
Canadiens @ NY Islanders 3-6
Bruins @ Washington 3-4 OT
Sabres @ Carolina 3-4
Oilers @ Columbus 3-4
Flyers @ NY Rangers 2-4
Jets @ Florida 1-4
Avalanche @ Detroit 1-2
Wild @ Chicago 3-5
Sharks @ Vancouver 3-2 SO
Blues @ Los Angeles 4-6

Tags: