Fine settimana intensissimo per le Eagles

(com. stampa Eagles Bolzano)

Venerdì sera l’ultimo appuntamento nell’ambito del campionato italiano contro il Feltreghiaccio, sabato e domenica il doppio confronto contro il Salisburgo in EWHL. Tre partite in tre giorni hanno lasciato il segno.
 
Venerdì sera il Feltreghiaccio si è presentato alla Sill pronto a portarsi via tre punti che in caso di sconfitta dell’Appiano il giorno dopo e vittoria contro il Real Torino avrebbe consentino il sorpasso della compagine dell’Oltradige. Partita importante anche per le Eagles tuttavia per non farsi soffiare il primo posto proprio dal Real. Nonostante la brutta prova delle aquile, soprattutto nel primo tempo, è finita con un netto 7:0 per la squadra di casa. Tripletta per Beatrix Larger, doppietta per capitan Chelsea Furlani e un gol a testa per Nadine Zaccherini e Anneke Orlandini. Meritato shut out per

Daniela Klotz che in verità nel primo tempo (parziale 1:0) ha mantenuto in corsa la sua squadra contro un Feltreghiaccio molto più brillante. L’epilogo della gara non era comunue felice perché proprio il forte portiere delle Eagles si è infortunato, tanto da non riuscire a partire alla volta di Salisburgo. E tanto da rischiare l’impiego nei play off.
Le ultime due partite di EWHL nella città di Mozart per la verità, con la qualificazione ai play off già in tasca, non avevano più tanto da offrire se non il terzo posto. La partita di sabato alla fine è terminata con uno striminzito 2:1 per il Salisburgo, contro le Eagles alla pari, seppure in 9 per l’infortunio occorso a Michela Angeloni che la terrà lontana anche dai play off. In rete Eleonora Bonafini. Buona prova del back up Magdalena Höller alla sua prima partita da titolare. Scandaloso invece l’arbitraggio. Ed era anche peggio nella partita domenicale. Partita finita 6:1 per il Salisburgo con
rete di Chelsea Furlani per le Eagles, ma obiettivo comunque centrato: affrontare il Minsk in semifnale. Il Salisburgo rischia comunque la sconfitta a tavolino della gara di sabato per la posizione sospetta di una delle giocatrici come riportato dal responsabile dell’EWHL, Martin Kogler.
Dal 2 al 3 marzo quindi le Eagles rappresenteranno l’Italia nel torneo finale dell’EWHL di scena ad Amstetten, piccola cittadina austriaca a ca. 150 km da Vienna. Le altre pretendenti al titolo sono le campionesse in carica del Vienna Sabres, la squadra del Pantera Minsk e appunto il Salisburgo.
Viste le prove tutto sommato buone delle Eagles contro il Minsk, lo staff tecnico è convinto di poter fare lo sgambetto alle bielorusse e centrare la finale. Sarebbe un risultato inedito per una squadra italiana.