Serie A2: la coppa di lega è affare tra Vipiteno ed Egna

(comun. stampa LIHG)

HC Merano Pircher – HC Egna Riwega 4:3 d.t.r. (0:0, 2:2, 1:1, 0:0, 1:0)
Il Merano ritrova subito il feeling con la vittoria, anche se ai rigori. I bianconeri, oltre a Thomas Mitterer, devono rinunciare anche Philipp Beber, mentre dal farm team Val Pusteria ricevono i giovani Danny Elliscasis e Viktor Schweitzer. Nella formazione della Bassa Atesina mancano all’appello Matteo Peiti e Paolo Bustreo, mentre torna a disposizione Daniele Delladio: in porta gioca Martin Rizzi. Le due squadre faticano a prendere il sopravvento una sull’altra. La prima frazione è così contraddistinta da un sostanziale equilibrio e non si registrano variazioni nel punteggio. Bisogna così attendere sino al 23.04 perché una delle due contendenti prenda il sopravvento: a passare sono i padroni di casa, che si affidano alla stecca di capitan Ansoldi. Le Aquile capiscono che è il momento giusto per affondare e, al 33.49, trovano pure il raddoppio, nella circostanza messo a segno dal terzino Viktor Wallin. Il finale di secondo tempo, però, è tutto a favore degli ospiti, che prima insaccano con Michael Sullmann e al 37.42 pareggiano i conti con Flavio Faggioni. La nuova situazione di punteggio regge sino alla seconda metà del terzo periodo, quando Daniel Rizzi buca per la terza volta in serata la guardia del portiere avversario. Quando tutto lascia pensare ad un successo del Merano, Michael Sullmann fa ancora centro, in powerplay, rimettendo l’esito finale in discussione. Si va avanti sino ai rigori: all’ottava serie, Daniel Frank mette dentro il disco che vale il successo per le Aquile.

Reti: 1:0 Max Ansoldi (23.04), 2:0 Viktor Wallin (33.49), 2:1 Michael Sullmann (36.57), 2:2 Flavio Faggioni (37.42), 3:2 Daniel Rizzi (52.01), 3:3 Michael Sullmann (58.16), 4:3 Daniel Frank (rigore decisivo)

Ev Bozen 84 Groupon – HC Appiano Sarah 2:5 (0:2, 2:2, 0:1)
L’Appiano rispetta il pronostico e sbanca il Palaonda. Tra i padroni di casa out Daniele Da Ponte, Michele Da Ponte e Oliver Schenk. In casa gialloblù non figurano a roster i soliti Alex Rottensteiner e Patrick Wallenberg, recupera dalla febbre a tempo di record Fabian Ebner. Tra i padroni di casa c`è Federico Tesini in porta. Il primo tempo regala tanti sbadigli. Nessuna delle squadre decide di spingere sull`acceleratore. Leggera supremazia degli ospiti, che passano con Mathias Eisenstecken al 16.08, bravo a centrare il bersaglio grosso con una fucilata dalla media distanza. Il raddoppio arriva in powerplay (out Paolo Widmann) e porta la firma di Philipp Platter. Emozioni e tanti errori nel drittel di mezzo. Lorenzo Piccinelli accorcia per i bolzanini (1:2), ma l’Appiano replica, allungando, con l’ex di turno Tuomo Harjula (1:3). Al 25.02 Luca Franza, con un tiro angolato, porta ancora la truppa di Fred Carroll sul meno uno. La partita vive di iniziative solitarie, l’Appiano segna ancora con Jan Waldner, il quale devia in porta un tiro di Philipp Platter. Nel terzo drittel il ritmo cala vistosamente, l’Appiano sornione ne approfitta e passa ancora con Jan Waldner (doppietta) per il 5:2. I Pirati portano a casa tre punti, ma l’Ev Bozen 84 esce a testa alta. Buona prestazione del goalie Federico Tesini.

Reti: 0:1 Matthias Eisenstecken (16.08), 0:2 Philipp Platter (18.45), 1:2 Lorenzo Piccinelli (22.02), 1:3 Tuomo Harjula (24.19), 2:3 Luca Franza (25.02), 2:4 Jan Waldner (31.04), 2:5 Jan Waldner (48.03)

 

Tags: