Il 60° minuto: Dallas ferma Anaheim

Un solo incontro nella notte di venerdì ed è quello che ha visto Anaheim far visita all’American Airlines Center di Dallas contro gli Stars.
Incontro che poteva sancire l’avvicinamento dei Ducks ai capofila Blackhawks e nel frattempo continuare la serie vincente di partite inanellate dalla compagine di Selanne & Co. ed invece si sono trovati di fronte una squadra pressoché perfetta, disposta benissimo e velocissima nelle ripartenze dal proprio terzo difensivo, emblematica l’uscita sulla seconda rete.
Andando con ordine il primo periodo è stato quasi completamente ad appannaggio del team di casa ed il computo dei tiri lo sta a dimostrare, 16 a 7, ed infatti Dallas ha messo praticamente alle corde il team di Boudreau, costringendo a più riprese i suoi a commettere penalità per tenere a bada i padroni di casa, e proprio da una di queste, Staubitz fuori due minuti, Dallas passa in vantaggio in PP grazie ad uno slapshot dalla blu di Daley, assist di Roy ed Eriksson, al minuto 8.48, alla prima marcatura stagionale, che fulmina Hiller dopo una serie di ripetuti passaggi, passano solo altri quattro minuti ad al minuto 12.59 ancora in PP, sempre Staubitz, ma non più in panca stavolta perché proprio espulso, Dallas raddoppia con Benn, assist di Morrow e Goligoski, che dopo essere ripartiti in velocità dal proprio terzo in contropiede ribaltano l’azione e portano gli Stars sul 2-0. Anaheim non ci capisce molto nel primo periodo ed infatti è lo stesso Hiller che tiene in linea di galleggiamento i suoi compiendo veri miracoli su incursioni di Benn e Dillon e forse questa è stata la sveglia che ha riportato sul ghiaccio i Ducks perché da questo momento è il goalie di casa Lehtonen che si immola per salvare il salvabile su azioni pericolose da parte del duo Selanne-Getzlaf.

Il secondo periodo inizia con un cambio in porta per gli ospiti, infatti Boudreau toglie Hiller, incolpevole sulle reti, per mettere tra i pali il giovane Fasth. Il copione è lo stesso che ha portato a chiusura il periodo precedente con i Ducks più arrembanti, 13 a 5 i tiri totali per Anaheim nel secondo periodo, che cercano costantemente di riportarsi in partita. Anche se poche le azioni pericolose di Dallas hanno procurato non pochi grattacapi a Fasth con le solite ripartenze in velocità degli uomini di Gulutzan ed in particolare con Fiddler e Eriksson. Poi è Lehtonen a salire in cattedra con miracoli a ripetizione su Selanne ed una strepitosa parata su Winnik che pareva già rete, però al 15.23 si è dovuto inchinare alla rete di Bonino che assistito da Sbisa e Perry portava i suoi sul 1-2 ed il secondo periodo in pratica si chiudeva così.
Il terzo periodo è stato molto meno combattuto degli altri due ed a parte la bella rete, dove ha trovato un angolo impossibile, di Eriksson al 12.46, assist di Roy e Goligoski, non ha dato grandi spunti, con Lehtonen abile a sventare le incursioni avversarie ed a mantenere il risultato finale sul 3-1 per i suoi e portare così Dallas al 6° posto momentaneo all’Ovest.

Risultati del 08/02/2013

Anaheim @ Dallas 1-3