KHL: lo SKA San Pietroburgo si aggiudica la regular season

Un anno fa il trionfo sfuggì per un solo punto, a favore dei terribili orsi di Chelyabinsk. Quest’anno invece non ce n’è per nessuno: con ben tre gare d’anticipo, lo SKA San Pietroburgo si è aggiudicato la KHL regular season 2012/13. Il trionfo, ironia della sorte, è arrivato al termine della sfida vinta per 3:1 sulla Dynamo Mosca, rematch della finale di Conference della scorsa stagione, all’epoca vinta dai capitolini. Nel corso della settimana molti altri team hanno raggiunto traguardi importanti: se ad Est si conoscono già i nomi di sette delle otto squadre che affronteranno la postseason, ad Ovest regna ancora l’incertezza.

Conference Est

Come avevamo anticipato la scorsa settimana, Salavat Yulaev, Barys Astana e Sibir Novosibirsk hanno conseguito l’accesso ai playoff senza troppi patemi. La squadra di Ufa, in particolare, ha fatto rumore schiantando le squadre al comando delle due Division andando a segno undici volte in due partite (5:0 col Bars Kazan e 6:1 contro i falchi di Omsk). La sicurezza della posizione in classifica e l’inutilità di rischiare infortuni contro squadre ben più affamate di punti ha certo contribuito a rendere Bars Kazan e Omsk decisamente meno agonistici rispetto al solito, tanto che anche le tigri bianche di Astana, pur offrendo delle prestazioni non certo all’altezza degli avversari nei loro periodi migliori, sono riuscite a fare bottino pieno nelle sfide che li hanno visti contrapposti. Calendario ben più agevole, invece, per il Sibir, che venerdì ha rifilato sette reti ad uno spento Novokuznetsk, ormai matematicamente fuori dai giochi.

Le uniche due posizioni a rimanere incerte sono l’ottava e la nona, dove la speranza da parte dello Yugra di approdare ai playoff è ormai poco più che una chimera. La squadra di Khanty Mansiysk, sconfitta di misura dal Salavat Yulaev, non è riuscita ad approfittare della sconfitta del diretto rivale Neftekhimik, sgambettato dall’Avangard per 4:1. Ora le due squadre si vedono divise da quattro punti, con sole tre partite ancora da giocare e nove punti in palio.

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
Avangard
50
26
6
3
3
2
10
146-114
101
2
Ak Bars
49
25
1
5
5
3
10
149-108
95
3
Traktor
50
26
0
3
6
2
13
145-118
92
4
Metallurg Mg
50
26
0
0
7
5
12
163-116
90
5
Salavat Yulaev
49
22
2
3
6
0
16
143-134
82
6
Barys
50
21
3
2
2
4
18
166-155
79
7
Sibir
49
20
1
5
4
3
16
117-111
79
8
Neftekhimik
49
16
4
5
4
2
18
135-144
72
9
Yugra
49
17
4
3
3
0
22
143-160
68
10
Metallurg Nk
49
14
3
1
3
2
26
125-165
55
11
Amur
49
11
1
4
1
0
32
112-158
44
12
Avtomobilist
49
7
0
1
7
5
29
102-170
35

Conference Ovest

Ben più equilibrata la situazione ad Ovest, dove, eccezion fatta per lo strapotere dello SKA San Pietroburgo, ora a +12 sulla Dynamo Mosca, la classifica è molto più corta. Rispetto a sette giorni fa, il solo Severstal si è assicurato l’accesso alla postseason grazie ad una convincente vittoria sul Magnitogorsk, arrivata dopo la pessima prestazione contro il Lev Praga e una sconfitta all’overtime contro il CSKA. I capitolini praghesi sembrano essersi risvegliati dal letargo, reduci da tre vittorie filate (Severstal, Vityaz, Slovan) dopo un mese di lacrime amare. Con una classifica così corta, in cui i punti valgono tanto oro quanto pesano, nove lunghezze significano passare dalla decima alla settima posizione in una settimana e mettere una seria ipoteca su un traguardo che sono dieci giorni fa sembrava pura utopia.

Lo Slovan Bratislava, sconfitto ieri dai cugini per la prima volta nella stagione, attende fiducioso il corso degli eventi, mentre Dinamo Minsk, Donbass e Atlant si giocheranno l’ultima sedia disponibile per i playoff. I Bielorussi, malamente sconfitti mercoledì dal Traktor per 5:2, sono ora attesi da Vityaz, Bars Kazan e Salavat Yualev. Gli Ucraini, in serie positiva da tre partite, affronteranno le ultime fatiche in casa contro CSKA, Slovan e Lev (verosimilmente, già qualificati e quindi disponibili a fare riposare i top players). La squadra dell’Oblast di Mosca affronterà invece il Sibir, disperatamente alla ricerca di punti, Amur e Novokuznetsk, ormai senza particolari velleità.

La Kontinental Hockey League si fermerà per la pausa internazionale fino al 13 febbraio, quando, nell’arco di quattro giorni, anche gli ultimi posti liberi nel treno per la postseason verranno occupati.

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
SKA
49
35
1
0
2
1
10
171-106
110
2
CSKA
49
23
5
7
0
0
14
145-101
93
3
Dynamo Msk
49
26
3
6
1
1
12
145-107
98
4
Lokomotiv
49
23
2
8
0
0
16
123-111
89
5
Severstal
49
20
1
6
3
4
15
131-111
81
6
Slovan
49
17
1
8
5
0
18
115-118
74
7
Lev
49
21
0
1
1
3
23
126-130
69
8
Dinamo Mn
49
17
5
1
2
3
21
117-140
68
9
Donbass
49
17
2
4
5
0
21
128-135
68
10
Atlant
49
17
1
3
3
4
21
128-138
66
11
Torpedo
49
16
0
2
4
4
23
130-142
60
12
Vityaz
49
11
1
6
6
2
23
114-140
55
13
Spartak
49
10
4
2
5
1
27
99-143
48
14
Dinamo R
49
12
2
1
2
2
30
102-145
46

Tags: