LNA: Ultima pausa prima del Gran Finale

Siamo giunti alla 45a tornata nel massimo campionato svizzero di hockey prima della pausa coincidente con le qualificazioni olimpiche per Sochi 2014,dove la nazionale rossocrociata (con il pass olimpico già in tasca) invece affronterà una serie di amichevoli prima del classico Arosa Challenge.

Apriamo come di consueto dalle ticinesi e dalla quinta piazza dell’HC Lugano che,impegnato solo nel turno del weekend,lascia strada in casa agli orsi del Berna (1-4) dove nel primo terzo di gara viene subito messa alle corde riuscendo comunque sia a limitare un passivo ben peggiore solo grazie alla cattiva sorte degli scorer capitolini (0-2 con 1-12 il compito dei tiri!) mentre nella frazione centrale iniziano a giocare anche i padroni di casa che ben offendono e si difendono trovando la rete che dimezza lo sconto ; l’ultimo terzo vede i due team affrontarsi all’arma bianca con i bianconeri incapaci di giungere al pareggio mentre i cinici bernesi riaddrizzano la mira portandosi in vantaggio per poi fissare il risultato sull’1-4 finale a porta vuota. In quel di Langnau (5-2) i ragazzi di Huras partono col freno a mano tirato e dopo un altro scellerato primo periodo (1-2) resettano idee e forze venendo trascinate dalle invenzioni di Metropolit e Rosa (1+2,buon PP) portando a casa la posta piena .

La settimana dell’Ambrì-Piotta (sempre undicesima) inizia nel peggiore dei modi con la scomparsa dell’ex presidente Emilio Juri che durante il suo mandato al timone del team leventinese (1996-2002) sono arrivati i migliori risultati della storia biancoblù con una finale raggiunta in campionato (99),due Continental Cup (99-2000) ed una Supercoppa Europea (99). Piegata senza storie in quel di Zugo (1-6,Martschini-Omark 1+3) nella serata del ricordo del presidente,coinciso col ritorno alla Valascia (a porte aperte,ndr) dell’indimenticato Erik Westrum,i leventinesi piegano senza troppi patemi d’animo nel derby dei bassifondi gli SCL Tigers (6-2) con Pestoni in veste di mattatore (2+1) restando a -5 dall’eventuale decima piazza occupata dal Rapperswil.

Martedì 29/01/2013
Genève        – EHC Biel      3-2  (1-0;1-0;1-2)
HC Davos      – Rapperswil    4-5so(1-1;2-1;1-2;0-1)
EV Zug        – Kloten Flyers 3-2  (0-2;2-0;1-0)
Venerdì 1/02/2013
EHC Biel      – Genève        5-2  (3-1;2-1;0-0)
EV Zug        – Ambrì Piotta  6-1  (1-0;3-0;2-1)
Sabato 2/02/2013
HC Lugano     – SC Bern       1-4  (0-2;1-0;0-2)
Kloten Flyers – EHC Biel      2-3so(0-0;1-0;1-2;0-1)
Rapperswil    – EV Zug        1-4  (1-1;0-2;0-1)
Ambrì Piotta  – SCL Tigers    6-2  (3-0;2-1;1-1)
Genève        – HC Davos      4-3so(0-1;2-1;1-1;1-0)
Fribourg      – ZSC Lions     4-1  (0-0;3-1;1-0)
Domenica 3/02/2013
HC Davos      – Fribourg      3-4so(1-1;1-1;1-1;0-1)
SCL Tigers    – HC Lugano     2-5  (2-1;0-1;0-3)
SC Bern       – Rapperswil    4-3ot(2-1;1-0;0-2;1-0)

Settimana perfetta per le prime della classe col Fribourg sempre in veste di mattatore che fatica oltre ogni limite contro i coriacei ZSC Lions (4-1,Sprunger-Bykov 1+1) ma grazie al solito Conz (32sv) fanno propria la contesa così come la sfida domenicale andata in scena in quel di Davos (4-3so) dove la maggior lucidità del team del Gotteron è stata premiata ai prolungamenti. Stesso cammino per l’SC Berna (seconda piazza,-3 dalla vetta) che dopo aver espugnato la Resega (4-1,Pluss 2+1) supera col patema d’animo il Rapperswil ai prolungamenti (4-3ot,Ritchie GWG). Trittico vincente firmato dal folletto Omark (2+6 e Top Scorer in LNA) e dal rookie Martschini (1+5) e l’EV Zugo ritorna a volare (superando nell’ordine Kloten 3-2,Ambrì 6-1,Lakers  1-4)strappando la terza piazza agli  ZSC Lions di Zurigo (KO contro il Fribourg).Con l’HC Lugano sempre comodo in quinta piazza,inizia a dar segnali di risveglio dal torpore infinito il Genève che dopo aver impattato col Biel nel classico back-to-back chiude il week in positivo superando l’HC Davos (4-3so). Proprio i grigionesi che in settimana hanno perfezionato l’arrivo di Dvorak,collezionano il poco invidiabile record di tre sconfitte sempre agli shootout restando sempre a debita distanza dal Kloten (ottava) che in settimana chiude con due cocenti sconfitte vedendo assottigliarsi il gruzzoletto di punti proprio dall’EHC Biel che,vincendo proprio lo scontro diretto (3-2so) trova morale prima del gran finale. La lotta per la decima piazza vede il week appena trascorso col Rapperswil (un sorriso ed una sconfitta) sempre a +5 dall’ Ambrì-Piotta e dal fanalino di coda SCL Tigers che nel weekend “ticinese” non trova punti.

Classifica
Pos Club       GP  V  P Vot Pot Vso Pso  GF:GS   PT
1.  Fribourg   45 22  9  4   0   7   3  148:107  91
2.  SC Bern    45 26 12  1   0   2   4  151:94   88
3.  EV Zug     45 23 12  0   3   3   4  155:137  82
4.  ZSC Lions  44 21 14  4   1   2   2  132:113  78
5.  Lugano     45 20 15  2   5   1   2  151:125  73
6.  Genève     45 21 19  2   2   1   0  129:123  71
7.  Davos      45 18 16  1   3   3   4  150:137  69
8.  Kloten     44 14 18  3   1   5   3  128:125  62
9.  EHC Biel   45 15 20  1   2   4   3  141:156  60
10. Rapperswil 45 13 24  2   2   2   2  131:180  51
11. Ambrì      45 13 27  0   1   2   2  113:160  46
12. Tigers     45  9 29  0   0   2   5  102:174  36


Top Scorer
#                 Team     Gol  Assist Punti
Linus Omark     (EV Zug)    16    46     62        
Glen Metropolit (HC Lugano) 18    42     60
Damien Brunner* (EV Zug)    25    32     57
Byron Ritchie   (SC Bern)   19    27     46
Jacob Micflikier(EHC Biel)  17    27     44
Jason Williams  (Ambrì)     23    20     43 
*=in NHL

Tags: