Il 60° minuto: “The Third-Period Night”

Nella notte NHL i Penguins sbancano il Madison Square Garden di New York e si rilanciano nella division. San Jose e Nashville la spuntano ai rigori contro Edmonton e Los Angeles.
I Bruins soccombono tra le mura di casa contro i Sabres, complice un terzo tempo disastroso e l’hat-trick di uno scatenato Vanek. I Capitals invece cadono a Toronto, subendo la rimonta dei Leafs nell’ultimo periodo. Gli Islanders sbancano il Prudential Center dei Devils all’overtime, dopo un mirabolante 4 a 4 nei sessanta minuti. St Louis fa fuori Columbus, mentre a Sunrise, in Florida, va in scena un incredibile terzo tempo tra Jets e Panthers: la spuntano i padroni di casa con quattro gol negli ultimi nove minuti. Terzo tempo da dimenticare anche per Calgary, che cade davanti al proprio pubblico sotto i colpi Avalanche di Statsny.

Penguins@NewYork (Rangers) 3 – 0 [1-0; 0-0; 2-0]

Thomas Vokoun regala ai Penguins uno shutout di pregevole fattura al Madison Square Garden di New York e rilancia i compagni al terzo posto nella division. La partenza degli ospiti è fulminante: al minuto 01:24, al termine di un’azione insistita, Despres serve Evgeni Malkin, che da posizione defilata fa secco Lundqvist con un preciso e potente one-timer. Gran gol per il talento russo. I Rangers cercano subito di rispondere anche in inferiorità numerica: McDonagh si impossessa del disco, salta con un gran numero un difensore, ma il suo polsino è troppo centrale e ben parato da Vokoun. Al giro di boa della prima frazione sono ancora i padroni di casa a cercare la via del pareggio, questa volta con Nash, che da posizione proibitiva prova a sorprendere il goalie avversario, bravo a coprire il suo palo. L’occasione più grande per New York arriva però sul finire della prima frazione: Boyle è bravo a recuperare il disco, involarsi in 2vs1 e a servire Ferriero, che sbaglia però clamorosamente il controllo del disco con la porta praticamente sguarnita. 1 a 0 dopo 20 minuti.

Il secondo tempo inizia con un’azione personale di Crosby, che si invola sull’ala sinistra e scarica un diagonale troppo centrare e controllato da Lundqvist. A metà frazione altra grande occasione per i padroni di casa: fuga solitaria di Stepan, che si presenta davanti a Vokoun, che gli concede il rebound ed è poi bravo a bloccare anche sul secondo tentativo dell’attaccante. I Penguins tornano a farsi pericolosi in powerplay, con il duo Malkin-Crosby: il russo prova il tiro, sul quale il canadese cerca la deviazione sotto porta ma trova la buona opposizione di Lundqvist. Anche i Rangers sfiorano però il gol in powerplay: Vokoun è prima bravo con il gambale su un tiro dallo slot di Girardi, poi ancora ci mette la pinza sul tentativo al volo di Richards. A 50 secondi dalla sirena infine grande opportunità in breakaway per Crosby, che si fa però ipnotizzare da Lundqvist. Porte inviolate nel secondo periodo e risultato ancora sull’1 a 0.

Pittsburgh può usufruire dell’uomo in più anche in avvio di terzo tempo e questa volta la powerplay line colpisce: al 40:28 infatti Malkin libera Crosby al tiro, ma il numero 87 invece si inventa un gran passaggio per James Neal che trova la spettacolare deflection che vale il 2 a 0. Subito dopo però New York potrebbe accorciare, ma è ancora Stepan a farsi ipnotizzare da un Vokoun semplicemente perfetto. A metà frazione i Rangers sono anche sfortunati: in powerplay infatti Stralman centra in pieno il palo con un gran tiro dalla lunga distanza, deviato quel tanto che basta da Vokoun. Oltre al danno, la beffa: sul contropiede che segue infatti Dupuis si invola nel terzo offensivo e serve al centro un solissimo Simon Despres, che rientrato in pista dal penalty box con il backhander fa centro firmando sul tabellino il suo secondo punto della serata. I gol piega le gambe ai Rangers, che non sono più capaci di reagire: il match finisce 3 a 0 per gli ospiti, che tornano alla vittoria nei 60 minuti dopo 4 turni di digiuno.

Penguins@New York 3 – 0 [1-0; 0-0; 2-0] – Reti: 01:24 Evgeni Malkin (1-0); 40:28 James Neal (PPG) (2-0); 50:23 Simon Despres (3-0)

 

Altri risultati:

Sabres@Boston 7 – 4 [0-0; 3-3; 4-1] – Reti: 21:38 Thomas Vanek (1-0); 25:12 Rich Peverly (1-1); 27:43 Brad Marchand (1-2); 30:54 Brad Marchand (1-3); 36:46 Thomas Vanek (PPG) (2-3); 38:19 Tyler Ennis (3-3); 41:45 David Krejci (3-4); 42:28 Alexander Sulzer (4-4); 46:54 Cody Hodgson (5-4); 58:29 Thomas Vanek (6-4); 59:46 Jason Pominville (7-4)

Capitals@Toronto 2 – 3 [1-1; 1-0; 0-2] – Reti: 01:36 Joel Ward (1-0); 09:19 James van Riemsdyk (PPG) (1-1); 22:38 Alex Ovechkin (PPG) (2-1); 47:40 Nikolai Kulemin (2-2); 49:53 Matt Frattin (2-3)

Islanders@Newark (New Jersey) 5 – 4 OT [1-0; 2-3; 1-1; 1-0] – Reti: 14:31 John Tavares (PPG) (1-0); 22:41 Keith Aucoin (PPG) (2-0); 23:13 Steve Bernier (2-1); 26:21 Ryan Carter (2-2); 27:31 John Tavares (3-2); 37:12 Henrik Tallinder (3-3); 51:32 Mark Streit (4-3); 53:50 Adam Henrique (4-4); 62:01 Brad Boyes (PPG) (5-4)

Blues@Columbus 4 – 1 [3-0; 0-1; 1-0] – Reti: 02:19 Barret Jackman (1-0); 10:23 Patrik Berglund (PPG) (2-0); 13:22 Vladimir Tarasenko (3-0); 36:51 Derick Brassard (PPG) (3-1); 59:39 David Backes (PPG) (4-1)

Jets@Sunrise (Florida) 3 – 6 [0-0; 1-1; 2-5] – Reti: 25:14 Brian Campbell (PPG) (0-1); 26:11 Grant Clitsome (1-1); 41:23 Olli Jokinen (2-1); 43:34 Kirs Versteeg (2-2); 47:38 Tobias Enstrom (3-2); 51:20 Peter Mueller (PPG) (3-3); 52:37 Alex Kovalev (PPG) (3-4); 55:29 Jonathan Huberdeau (3-5); 58:32 Tomas Kopecky (3-6)

Avalanche@Calgary 6 – 3 [1-1; 2-2; 3-0] – Reti: 07:23 Jiri Hudler (0-1); 19:13 John Mitchell (1-1); 21:49 Jiri Hudler (1-2); 23:32 Pa Parenteau (2-2); 36:58 John Mitchell (3-2); 39:42 Alex Tanguay (3-3); 57:20 Paul Stastny (PPG) (4-3); 58:49 Paul Stastny (5-3); 59:12 Pa Parenteau (6-3)

Predators@Los Angeles 2 – 1 SO [1-1; 0-0; 0-0; 0-0; 1-0] – Reti: 00:58 Brandon Yip (1-0); 13:08 Dustin Brown (PPG) (1-1); Rigore decisivo: Sergei Kostitsyn

Oilers@San Jose 2 – 3 SO [0-0; 1-2; 1-0; 0-0; 0-1] – Reti: 27:32 Logan Couture (0-1); 28:11 Joe Pavelski (0-2); 30:56 Sam Gagner (1-2); 40:51 Taylor Hall (2-2); Rigore decisivo: Dan Boyle