Debutto praghese con vittoria per le Mummie al Barile

da Praga, Marco Depaoli e Andrea Valla

Praga, terra di hockey e di bionde, nel senso del luppolo ma non solo. Nell’annuale Torneo del Barile la rappresentativa italiana delle Mummie ha vinto la sua prima partita contro gli Elephant di San Pietroburgo. In pista già alla mattina alle 10 i felsinei hanno prima dovuto combattere contro i postumi del lungo viaggio (alcuni in aereo altri in macchina) ma soprattutto contro quelli della sera prima con ciò che offre una città come Praga. I 6 coraggiosi spedizionieri italiani (5 da Bologna più il milanese Christian Formica dei Diavoli) sono stati aiutati da alcuni rinforzi locali per permettere almeno un cambio. L’esordio contro i più piazzati fisicamente russi sembrava dovesse far soccombere i bianconeri che invece passano in vantaggio per primi. Il pareggio dei gialloverdi di San Pietroburgo non si fa attendere ma l’improvvisato mix ceco e italiano porta al gol Gianmarco Calzati, ma l’arbitro lo annulla per una presunta ostruzione di Formica. Poco male ci pensa più tardi il sosia ceco di Lino De Toni a realizzare la rete del nuovo vantaggio, seguita dal 3-1 di Alex Palestrina. Gli Elefanti russi non demordono e in pochi minuti realizzano due reti che impattano la partita sul 3-3. Le Mummie sembrano accusare il colpo ma a sorpresa a 4 minuti dalla fine è la “colonia praghese” in maglia bianconera segna il gol della vittoria per la squadra italiana che si difende attorno al goalie Hermann Vallieri fino alla fine aggiudicandosi cosi la prima partita con il punteggio di 4-3 tra la gioia di tutta la squadra che alla seconda partecipazione al Barile conquista la sua prima vittoria.

Il prossimo impegno tra poco contro i russi del Stanly Topory.

Elephant San Pietroburgo – Mummies Bologna 3-4 (0-1, 1-0, 2-3)
Mummie Bologna: Hermann Vallieri; Alessandro Palestrina, Gabriele Monari, Riccardo D’Alpaos “C”, Christian Formica, Gianmarco Calzati e rinforzi cechi capitanati da Milan