Serie A2: Il Vipiteno allunga sull’Egna, Merano al quarto posto

Il Vipiteno, nonostante il mezzo stop sul ghiaccio dell’EV Bozen, sfrutta la contemporanea sconfitta dell’Egna da parte del Gherdeina per consolidare la leadership in campionato. Nelle posizioni che seguono, il Merano agguanta il quarto posto superando il Caldaro sul ghiaccio e in classifica. Solo la matematica tiene ancora in corsa per i playoff il Pergine, sconfitto ad Appiano.

Ev Bozen 84 Groupon – SSI Vipiteno Weihenstephan 3:4 OT (0:2, 0:1, 3:0, 0:1)
Per il testa-coda del campionato il Vipiteno arriva al Palaonda di Bolzano con gli onori del pronostico, e mette sul ghiaccio la propria superiorità, complice anche un Ev Bozen privo dei transfer: dopo solo 1’31, infatti, la formazione ospite passa a condurre con Braito. La pressione degli ospiti non si placa con la rete segnata e il raddoppio si concretizza sul finale di periodo grazie alla rete del top scorer Caig. Nel secondo periodo i padroni di casa abbozzano qualcosa in più di quanto visto nel periodo precedente, ma capitolano al 19.08 con la rete di Stofner, che porta a 3 le reti di vantaggio dei capoclassifica. Nel terzo periodo, complice un probabile calo di tensione degli ospiti, l’Ev Bozen giunge incredibilmente al pareggio in 6 minuti, grazie alla doppietta di Widmann e alla rete di Grandi. Sul 3-3 il Vipiteno prova a riconquistare la partita, senza successo. All’overtime è un monologo dei ragazzi di coach Hicks che si concretizza con la rete di Stofner in powerplay che chiude la partita regalando la vittoria ai suoi.

Sv Caldaro Rothoblaas – HC Merano Pircher 2:6 (1:2, 0:3, 1:1)
Lo scontro più equilibrato guardando la classifica è quello tra Caldaro e Merano, con i lucci che scendono sul ghiaccio con una lunghezza di vantaggio sulle aquile. Out Waldthaler e Thomaser per i padroni di casa, Mitterer per gli ospiti. In avvio di match il Merano passa subito a condurre con Ansoldi; la reazione dei padroni di casa si concretizza al 16.06 con il pareggio di BelCastro, ma 10 secondi più tardi Kobler riporta in vantaggio la formazione ospite. Nel secondo periodo, tutto di marca meranese: la rete di Rizzi e la doppietta personale di Ciresa chiudono di fatto il match in favore delle aquile. Le reti di Pellettier per i lucci e di Cainelli per le aquile fissano il risultato sul 6-2 finale.

Egna Riwega – HC Gherdeina 2:3 (0:2, 1:0, 1:1)
Per l’esordio sul pancone delle Oche Selvagge coach Kivela deve rinunciare a Peiti, Zambaldi e Bustreo, mentre il Gherdeina deve rinunciare a Lang e Pitschieler. L’Egna scende sul ghiaccio con un atteggiamento nervoso, consapevole del fatto che va cambiata la rotta per non perdere troppi punti dal Vipiteno: questo consente al Gherdeina di giostrare numerose situazioni di superiorità e in due di queste nel primo periodo Senoner porta i suoi in doppio vantaggio. Nel secondo periodo è l’Egna a fare la partita, ed accorcia le distanze con Simonazzi, mentre nel resto del periodo i tentativi dei ragazzi di Kivela s’infrangono su Grossgasteiger. Nel terzo periodo le Oche selvagge giungono al pareggio con Craig, ma sfruttando una nuova superiorità numerica Bregenzer segna la rete del 3-2 per i ladini che durerà fino al sessantesimo.

HC Appiano Sarah – Hockey Pergine Sapiens 5:2 (0:0, 3:2, 2:0)
Appiano che scende sul ghiaccio di casa con gli onori del pronostico, mentre il Pergine cerca un’impossibile rincorsa al Gherdeina per l’ultimo posto disponibile per i playoff. Rottensteiner e Wallemberg marcano visita per i padroni di casa, mentre negli ospiti assente Meneghini ma si aggiunge Wunderer dal Bolzano. Primo periodo sostanzialmente equilibrato, con l’Appiano attendista e il Pergine che cerca di scardinare la guardia di Demetz, senza successo. Nel secondo periodo però esce l’Appiano, e in 4 minuti porta dalla sua la partita grazie alla rete di Jaitner e alla doppietta personale di Newton. Il Pergine non ci sta, e Piffer sul finale di secondo periodo segna una doppietta che rimette in corsa i trentini. In doppia superiorità Eisenstecken riporta avanti i pirati, mentre la pressione trentina si esaurisce sull’empty net goal dello stesso Eisenstecken che fissa il risultato sul 5-2 finale.

Classifica dopo la 36° giornata: Vipiteno 78 punti, Egna 68, Appiano 59, Merano 57, Caldaro 55, Gherdeina 51, Pergine 32, Ev Bozen 29. (Pergine ed Ev Bozen una partita in meno)

Il prossimo turno (37° giornata, venerdì 01/02/2013)
Pergine – Egna
Gherdeina – Caldaro
Merano – Ev Bozen
Vipiteno – Appiano

Tags: