I Broncos vincono, ma senza gloria

(da Broncos.it) – Gli stalloni prendono troppo con le molle la partita in programma stasera al Palaonda, forse anche grazie al 2 a 0 abbastanza tranquillo che il tabellone segna alla fine del primo tempo. L’EV in pratica non riesce a combinare azioni pericolose e Dominik Steinmann non si può proprio lamentare per il troppo lavoro. Dopo l’1 a 0 di Gunnar Braito al 2° minuto, gli stalloni cominciano a cercare un po’ troppo a forzare la giocata, cosa che in questa stagione già diverse volte ha messo il risultato delle partite in bilico più di quanto sarebbe stato necessario.

T.J. Caig trova il raddoppio ancora nel primo tempo, e solo nel secondo tempo un Thomas Commisso nientemeno che grandioso annichilisce almeno cinque gol degli ospiti praticamente già fatti. La retroguardia molto attenta e combattiva dei Weasels disturba bene il gioco dei Broncos, ma nonostante non si fa fatica a notare un netto vantaggio per i Wipptaler sia in termini di quantità come anche di qualità delle occasioni da gol.

Il 3 a 0 di Hannes Stofner poco prima del termine del secondo drittel mette un po’ a sonnecchiare gli stalloni, e di conseguenza i padroni di casa nel giro di sei minuti e grazie a due gol di Widmann ed una marcatura di Grandi riagguantano il pareggio che regge fino al termine del tempo regolamentare.

Una penalità contro Fabbretti subito dopo l’inizio dei tempi supplementari costa il punto aggiuntivo all’EV Bozen. I due punti infatti sono nel baule del pullman che torna in Wipptal, grazie alla rete di Hannes Stofner dopo 1:30 minuti esatti di superiorità numerica.

Oly Hicks non era proprio soddisfatto dopo la partita: “Abbiamo avuto almeno dieci occasioni da gol in più di quanto sarebbe stato necessario per ottenere una vittoria netta, e i gol che abbiamo segnato non erano nemmeno le nostre migliori possibilità. Siamo stati anche sfortunati su due reti, e all’improvviso dopo 60 minuti siamo al tre pari. Commisso oggi era veramente grandioso, ma senza se e senza ma abbiamo avuto occasioni abbastanza per vincere nettamente. Dall’altro lato abbiamo raggiunto la qualificazione alle semifinali ed anche l’Egna ormai è a dieci punti, perciò per una volta possiamo anche essere contenti di quanto abbiamo raggiunto.”

 

Tags: