LNA: Friburgo ok, chiaro e scuro in Ticino

Settimana consegnata agli archivi nel massimo campionato svizzero di hockey col solito Friburgo al comando mentre si chiude una settimana in chiaro scuro per le ticinesi:

l’HC Lugano (quinta) trova la marcia vincente chiudendo il trittico settimanale di match con tre belle vittorie firmate dall’ottima gestione tattica di coach Huras unita alle buone prestazioni di Metropolit (Top Scorer in LNA) e di Manzato in gabbia:inizio per palati sopraffini alla Resega con gli orsi del Berna (2-1,Vauclair-Reuille) piegati al termine d’un match condotto sapientemente dai bianconeri approfittando letalmente dei pochi spazi lasciati dalle maglie strettissime dei capitolini (solo 13 conclusioni) unito al super lavoro difensivo firmato da un Manzato incontenibile tra i pali (32sv) premiato quale MVP della contesa. Nello scontro diretto col Davos (5-1,Metropolit-Ruefenacht 2+2) anche l’attacco ritrova il suo antico splendore,mantenendo a livelli altissimi la retroguardia difensiva,col sipario che scendeva sulla contesa già a metà incontro col tris di reti servito dal Lugano che  spezzava le velleità grigionesi di far risultato ; nel sunday match col Biel (3-2,McLean 1+1 e GWG) la sfida viene decisa a pochissimi istanti dal termine grazie al solito determinate contributo difensivo unito a quel un pizzico di cinismo ed opportunismo che hanno accompagnato i sopracenerini in questo perfect-week.

Se sul lungolago si sorride in prospettiva futura con otto vittorie su dieci uscite nel 2013,va decisamente peggio all’Ambrì-Piotta (penultimo) che colleziona zero punti in due impegni casalinghi:contro i Lions (1-5) si confrontavano due team da stati d’animo ed ambizioni diametralmente opposti con gli zurighesi a conquistare la posta piena già nei primi due terzi con rapide e letali sortite nella difesa biancoblù tenendo costantemente il pallino del gioco. Nel mezzo la sentenza del giudice unico federale per una doppia ammenda comminata all’Ambrì (interperanze) con 15000fr di multa assieme al match da disputare a porte chiuse col Langnau (2 Febbraio) prima della sfida quasi testa-coda col Berna (1-2) dove s’è rivisto a tratti un buon Ambrì capace di limitare alla meglio l’evidente gap sul ghiaccio riuscendo addirittura ad imporre il proprio gioco alla più quotata compagine capitolina,venendo punita oltremodo a meno di un giro di lancette dal termine dalla rete vittoria degli orsi firmata Berger con la magrissima consolazione d’aver rivisto sprazi di buon gioco.

Martedì 22/01/2013
Fribourg      – HC Davos      3-1  (1-1;1-0;1-0)
SCL Tigers    – EV Zug        4-7  (1-4;3-0;0-3)
Ambrì Piotta  – ZSC Lions     1-5  (0-2;1-3;0-0)
HC Lugano     – SC Bern       2-1  (1-0;1-0;0-1)
Venerdì 25/01/2013
EV Zug        – Fribourg      4-5so(2-1;2-2;0-1;0-1)
SCL Tigers    – Kloten Flyers 4-3  (0-2;3-0;1-1)
SC Bern       – Genève        6-3  (2-1;2-2;2-0)
Sabato 26/01/2013
Rapperswil    – EHC Biel      2-6  (1-1;0-1;1-4)
HC Lugano     – HC Davos      5-1  (1-1;3-0;1-0)
Ambrì Piotta  – SC Bern       1-2  (0-1;0-0;1-1)
Fribourg      – SCL Tigers    4-3  (0-1;2-2;2-0)
Genève        – ZSC Lions     2-6  (1-3;0-1;1-2)
Kloten Flyers – EV Zug        3-2so(0-0;0-2;2-0;1-0)
Domenica 27/01/2013
EHC Biel      – HC Lugano     2-3  (0-0;1-1;1-2)

Friburgo sempre in vetta in LNA anche al termine di questa settimana di incontri regolando alla premiere il Davos (3-1,Mauldin 1+1) per poi sudare le proverbiali sette camice agli extratime contro lo Zugo (5-4so,Dubè1+1) prima di recuperare dallo 0-3 di metà partita contro il fanalino di coda Langnau (4-3,Bykov 0+3). Perde qualche punticino per strada il Berna,seconda forza del campionato che,nel mezzo degli incontri @way sopracitati con le ticinesi affossa il Genève per 6-3 tra le mura domestiche. Settimana perfetta per gli ZSC Lions di Zurigo che dopo aver regolato l’Ambrì schiantano per 6-2 il sempre più in crisi Genève mantenendo la terza piazza in graduatoria. Nonostante la perdita di Zetterberg e Brunner (che stanno facendo bene in NHL,ndr) l’EV Zugo si mantiene nei quartieri alti della classifica grazie alle prestazioni del folletto Omark (1+6 in tre uscite) vincendo 7-4 contro il Langnau lasciando però agli extratime punti preziosi contro Fribourg e Kloten (4-5,2-3).Il doppio salto in quinta posizione del Lugano coincide con l’orribile week sia del Genève sempre più in caduta libera (KO con Berna e Lions) sia dell’HC Davos che perde lontano da casa con Fribourg e Lugano,comunque sia sempre a debita distanza del Kloten (ottavo) che impatta con un sorriso ed una sconfitta in due uscite così come la diretta concorrente dell’ultimo posto disponibile al treno dei playoff,l’EHC Biel (-6). Perdendo proprio lo scontro diretto con i capitolini (3-6) il Rapperswil mantiene la decima piazza a precedere l’Ambrì Piotta ed il solito SCL Tigers comunque sia in netto miglioramento di gioco in questo scorcio di stagione.

 Classifica
Pos Club       GP  V  P Vot Pot Vso Pso  GF:GS   PT
1.  Fribourg   43 21  9  4   0   6   3  140:103  86
2.  SC Bern    43 25 12  0   0   2   4  143:90   83
3.  ZSC Lions  43 21 13  4   1   2   2  131:109  78
4.  EV Zug     42 20 12  0   3   3   4  142:133  73
5.  Lugano     43 19 14  2   5   1   2  145:119  70
6.  Genève     42 20 18  2   2   0   0  120:113  66
7.  Davos      42 18 16  1   3   3   1  140:124  66
8.  Kloten     42 14 17  3   1   5   2  124:119  61
9.  EHC Biel   42 14 19  1   2   3   3  131:149  55
10. Rapperswil 42 13 23  2   1   1   2  122:168  48
11. Ambrì      43 12 26  0   1   2   2  106:152  43
12. Tigers     43  9 27  0   0   2   5   98:163  36

Top Scorer
#                 Team      Gol  Assist  Punti           
Damien Brunner* (EV Zug)     25    32     57
Glen Metropolit (HC Lugano)  17    40     57
Linus Omark     (EV Zug)     14    40     54
Byron Ritchie   (SC Bern)    18    27     45
John Tavares*   (SC Bern)    17    25     42
Christian Dubè  (Fribourg)   13    28     41
*=in NHL

Tags: