LNA: Friburgo al comando

Altra settimana archiviata in LNA dove le gerarchie cominciano a delinearsi con una prima chiara divisione a ridosso della linea playoff/playout ma come sempre diamo fiato alle trombe partendo dalle ticinesi:

L’ HC Lugano (settimo) in versione weekend fa il bello ed il cattivo tempo recuperando finalmente qualche pedina per il proprio scacchiere (Steiner,Simion) nel match casalingo col Genève (4-1,Metropolit-Steiner 1+2) dove il team bianconero mette già alle corde nel primo drittel (3-0) la squadra ospite grazie ad un ottimo hockey dei ragazzi di Huras che nei rimanenti due drittel mantengono la neccessaria lucidità e controllo sul match tenendo a debita distanza le continue sfuriate dei granata grazie all’ottimo apporto difensivo dei propri terzini alla difesa della gabbia dell’ispiratissimo Manzato. Nel Sunday match contro i Lions di Zurigo debutta il nuovo acquisto Linglet (buona prova per lui,fuori il folletto Nummelin prossimo al record dei punti per i luganesi) e di fronte a quasi 10000 spettatori lo show lo interpretano i rispettivi goalie alla distanza con Fluckiger,preferito a sorpresa a Manzato,che salva in più di un occasione con i zurighesi ottimi a contenere Metro e soci in avanti macinando gioco col passare del tempo iniziando a creare qualche grattacapo alla difesa ticinese che deve cadere dopo una rete abbastanza discussa di pattino a metà gara:il Lugano non si perde d’animo ma nell’ultima frazione non riesce a bucare l’ottimo Flueler (28sv+SO) e nel finale di gara arriva lo 0-2 cha fa terminare la contesa e la striscia di vittorie (3) della compagine bianconera.

Con i playoff nemmeno mirabili col binocolo,l’Ambrì Piotta (undicesima) chiude una settimana in negativo nonostante un inizio col botto in quel di Zugo (6-1) dove i biancoblù hanno messo alle corde sin da subito i troppo remissivi svizzeri centrali per tutti i 60’ con regia affidata alla prima decisiva linea (Williams,Park e Pestoni) ed una sapiente difesa alla gabbia di Schaefer che manca d’un niente lo shootout;continua a cavalcare l’onda dell’entusiasmo e del buon gioco anche in quel di Rappi per i leventinesi fino al 47’ dove in addirittura doppio vantaggio (4-2) l’intera compagine smette letteralmente di pattinare (regalando penalità veniali) venendo subissata da una manita per l’incredibile 4-7  finale che non lascia commenti o altre interpretazioni.24 ore dopo alla Valascia scende il Kloten e se il difficile è riuscire a far quadra dopo una sconfitta del genere,la truppa di Pelletier ci mette del proprio (PP avulso) per non portare a casa la posta piena contro un avversario non troppo trascendentale restando in gara fino a poco dal termine grazie anche alla prima linea sopracitata ma l’occasione propizia non se la lasciano sfuggire gli aviatori per il sorpasso decisivo nel finale (3-5) con l’Ambrì che sembra esser definitivamente scesa dal treno che porta ai playoff lasciando per l’ennesima volta in questa stagione punti pesanti contro delle dirette rivali vedendosi relegata oramai agli inevitabili playout.

Martedì 15/01/2013
SCL Tigers    – Kloten Flyers 2-3so (0-1;0-0;2-1;0-1)
ZSC Lions     – Genève        6-3   (2-1;4-0;0-2)
EV Zug        – Ambrì Piotta  1-6   (0-3;1-1;0-2)
Venerdì 18/01/2013
Kloten Flyers – SC Bern       1-3   (0-0;0-1;1-2)
Rapperswil    – Ambrì Piotta  7-4   (1-3;1-1;5-0)
Fribourg      – EHC Biel      4-1   (1-1;3-0;0-0)
Genève        – EV Zug        2-3   (0-1;1-1;1-1)
Sabato 19/01/2013
Ambrì Piotta  – Kloten Flyers 3-5   (2-1;0-1;1-3)
HC Lugano     – Genève        4-1   (3-0;0-1;1-0)
EHC Biel      – HC Davos      3-5   (1-2;1-2;1-1)
SC Bern       – Fribourg      2-3so (2-1;0-1;0-0;0-1)
SCL Tigers    – Rapperswil    5-3   (0-1;4-0;1-2)
EV Zug        – ZSC Lions     2-3ot (1-0;0-2;1-0;0-1)
Domenica 20/01/2013
HC Davos      – SCL Tigers    2-0   (0-0;0-0;2-0)
ZSC Lions     – HC Lugano     2-0   (0-0;1-0;1-0)

In testa dopo 40 giornate ritroviamo il Fribourg che in questo week dopo essersi sbarazzato del Biel (4-1,B.Pluss 2+1) con 3 reti in 3’ alla metà delle ostilità scendeva nell’infuocatissima platea capitolina della PostFinance Arena (ben 17000 presenze e piace ogni volta ricordare la passione del pubblico bernese con medie pazzesche durante tutta la stagione) che,dopo aver regalato mille e più emozioni in 65’ di buon hockey è stato risolto al 7° giro degli shootout da Benny Pluss mentre il solito Conz regala la W e la leadership solitaria in LNA con l’SC Berna ad una lunghezza e vittorioso nell’uscita prequel col Gotteron @way in quel di Kloten (3-1,Ritchie 1+1) sudando ben oltre il dovuto per la posta piena. Terza piazza meritatissima per i ritrovati ZSC Lions di Zurigo che in questo perfect week piegano nell’ordine il Genève (6-3,Cunti 1+2) lo Zugo ai prolungamenti (3-2,Monnet 2+0 e rete vincente) per chiudere come sopra col Lugano (2-0). Sempre stazionario l’Ev Zugo dopo la scoppola interna con l’Ambrì sopracitato (1-6) con Markkanen finito KO questa settimana ma ben sostituito da Zurkirchen nella bella vittoria contro il Genève (3-2) prima di scontrarsi con i Lions e cadere in ot 2-3. Continua la discesa senza fine del Genève sempre lontanissimo parente della bella realtà che aveva dominato fino ad un mesetto fa in LNA rimediando tre sconfitte in tre uscite con mille e più grattacapi per i granata raggiunti in quinta piazza dall’HC Davos di Arno Del Curto cui va il merito di aver rimesso in sesto un team spuntato dei propri Nhlers e galvanizzato dalle buone prestazioni dei “soliti noti” (soft weekend compreso) facendo en-plein contro Biel (5-3,Sykora) e Tigers (2-0,Marha 0+2). Al riparo quasi sicuro dalla zona calda troviamo l’HC Lugano a precedere di due lunghezze il Kloten (ottavo) che nonostante un gioco non proprio entusiasmante prende punti pesantissimi contro scomode rivali (Tigers 3-2so,Ambrì 5-3) mentre nel mezzo il passaggio a vuoto col Berna (1-3). A meno 7 punti dalla zona playoff troviamo l’EHC Biel sempre in crisi di identità e risultati con la casella vittorie ferma a zero anche questa settimana mentre si avvicinano sempre più i Lakers (decimi,-4) che impattano in questo giro con le dirette rivali salvezza (Ambrì 7-4,Tigers 3-5) con l’Ambrì Piotta mantenuta a debita distanza dal fanalino oramai storico degli SCL Tigers che continua a tirarsi via qualche sassolino dalla scarpa anche in questo giro in ogni uscita.

Classifica
Pos Club       GP  V  P Vot Pot Vso Pso  GF:GS  PT
1.  Fribourg   40 19  9  4   0   5   3  128:95  78
2.  SC Bern    40 23 11  0   0   2   4  134:84  77
3.  ZSC Lions  41 19 13  4   1   2   2  120:106 72
4.  EV Zug     39 19 12  0   3   3   2  129:121 68
5.  Genève     40 20 16  2   2   0   0  115:101 66
6.  Davos      40 18 14  1   3   3   1  138:116 66
7.  Lugano     40 16 14  2   5   1   2  135:115 61
8.  Kloten     40 14 16  3   1   4   2  118:113 59
9.  EHC Biel   40 13 18  1   2   3   3  123:144 52
10. Rapperswil 41 13 22  2   1   1   2  120:162 48
11. Ambrì      41 12 24  0   1   2   2  104:145 43
12. Tigers     40  8 25  0   0   2   5   87:149 33


Top Scorer
#                Team      Gol Assist Punti
Damien Brunner* (EV Zug)    25   32    57
Glen Metropolit (HC Lugano) 15   37    52
Linus Omark     (EV Zug)    13   34    47
Byron Ritchie   (SC Bern)   18   27    45
John Tavares*   (SC Bern)   17   25    42
Tyler Seguin*   (EHC Biel)  25   15    40
Jacob Micflikier(EHC Biel)  16   24    40
*=in NHL

Tags: