Angelo Esposito, sangue italiano e presente rossoblu

(com. stampa Hockey Milano Rossoblu) – Il 23enne attaccante con passaporto italiano e canadese, proveniente dalla SM-liiga, è il nuovo rinforzo dell’Hockey Milano Rossoblu diventando il settimo giocatore straniero a disposizione di coach Adolf Insam.

Giocatore in grado di dare il proprio prezioso contributo nella parte decisiva della stagione ed elemento interessante in prospettiva considerata anche la giovane età, Angelo Esposito è il nuovo rinforzo dell’Hockey Milano Rossoblu.

Nato a Montreal e in possesso del doppio passaporto italiano e canadese, il 23enne attaccante di stecca sinistra ha iniziato la sua carriera professionistica nel 2007 come ventesima scelta assoluta dei Pittsburgh Penguins prima di diventare protagonista nella American Hockey League.

Entrato stabilmente nel giro della seconda lega nordamericana più importante, Angelo Esposito (185 cm per 82 kg) ha indossato la maglia dei Chicago Wolves, dei San Antonio Rampage e dei Texas Stars mettendo a segno 38 punti (10 gol e 28 assist) in 124 partite disputate.

Numeri che non sono passati inosservati anche in Europa e la chiamata della SM-liiga, la massima serie del campionato finlandese, da parte dei Jahden Pellicans è arrivata all’inizio della stagione 2012-2013 dove il nuovo attaccante rossoblu ha conosciuto la vecchia conoscenza milanese Riku Petteri Lehtonen siglando 7 punti (3 gol e 4 assist) in 29 presenze.

Disputati tre campionati mondiali di categoria con le rappresentative nazionali U17, U18 e U20 (14 punti totali in 18 partite disputate) del Canada, Angelo Esposito diventa il settimo transfer card a disposizione di Adolf Insam.

Stats su Eliteprospects Eurohockey

freccia Riepilogo del mercato del Milano