Continental Cup: Foxes sconfitti a testa alta dal Donbass Donetsk

Il Bolzano cade anche contro il Donbass Donetsk, ma questa sconfitta è tutt’altra cosa rispetto a quella subita contro il Rouen. Diciamo pure che se i biancorossi avessero giocato così anche ieri, contro i francesi sarebbe stata tutta un’altra storia. Gli ucraini però hanno dovuto faticare decisamente più del previsto per piegare gli altoatesini, che non sono stati capaci di violare la porta di un grande Jan Laco, ma sono riusciti non solo a contenere a tre le reti segnate dai ben più quotati ucraini, quest’anno impegnati nel campionato di Khl, ma hanno anche costruito ottime occasioni da rete, uscendo così a testa alta dalla contesa.

HC Bolzano Foxes – Donbass Donetsk 0 – 3 (0-1, 0-1, 0-1)
I padroni di casa si presentano ai nastri di partenza senza Randy Robitaille: il canadese ex-NHL, infatti, è stato squalificato per aver partecipato alla partita d’esordio contro il Metallurg Zhlobin senza averne i requisiti. Per partecipare alla Continental Cup, infatti, bisogna aver disputato almeno tre match con la propria squadra: Robitaille, dopo essersi trasferito a Donetsk dal Metallurg Novokuznetsk, aveva disputato con gli ucraini soltanto due partite.

In avvio di partita la reazione del Bolzano alla batosta di ieri è rabbiosa: Flynn e Bernard impegnano severamente Laco, che comunque se la cava egregiamente in entrambi i casi. Il Donbass però non sta a guardare e con il passare dei minuti schiaccia i biancorossi nel loro terzo difensivo: al 16:31 così il risultato cambia, grazie alla rete di Lukas Kaspar, servito alla perfezione da Denis Kochetkov. Il primo tempo vede i padroni di casa avanti per 1 a 0.

La seconda frazione  parte male per i biancorossi: Marco Insam deve lasciare il ghiaccio per un problema alla spalla ed è Pontus Moren a sostituire il numero 8 in seconda linea.  Dieci minuti di black-out per i ragazzi di Brian McCutcheon, tenuti però a galla da un prodigioso Thomas Duba, fondamentale in più occasioni. Poi i Foxes prendono coraggio e sfiorano per due volte il pareggio: in entrambe le occasioni è Flynn a mancare clamorosamente la via della rete, prima in breakaway e poi sul grande assist di Mark McCutcheon. Gol sbagliato, gol subito: al 35:30 Kaspar serve un assist al bacio per Denis Kochetkov, che deve solo appoggiare in porta la rete del 2 a 0, parziale con il quale si arriva anche alla seconda sirena.

Terzo tempo durante il quale gli ucraini cercano di non scoprire troppo il fianco al tentativo di rimonta biancorosso, ma allo stesso tempo provano a colpire in zona offensiva, scontrandosi ancora contro un Duba in serata di grazia: dopo la traversa di Donika, al 56:21 una splendida azione tra Dadonov e Nedorost viene chiusa dalla rete di Clay Wilson. Tre a zero quindi il risultato finale, ma Foxes che escono a testa altissima dallo scontro contro gli ucraini, ormai vicinissimi alla conquista della Continental Cup.

Nel pomeriggio infatti i bielorussi hanno battuto i francesi del Rouen con il punteggio di 3 a 1: i gol dello Zhlobin arrivano tutti nella seconda frazione, grazie alle marcature di Kirill Brikun, Alexei Yeremin e Nikita Remezov. Nel terzo tempo la rete della bandiera per i francesi, realizzata da Francois-Pierre Guenette, al suo terzo gol in due partite.

 

HC Bolzano Foxes – Donbass Donetsk 0 – 3 (0-1, 0-1, 0-1)

Reti: 0:1 Lukas Kaspar (16.31), 0:2 Denis Kochetkov (37.49), 0:3 Clay Wilson (56.21)

HC Bolzano: Tomas Duba (Günther Hell); Andrea Ambrosi, Christian Borgatello, Alexander Egger, Hannes Oberdörfer, Daniel Fabris, Troy Barnes; Ryan Flynn, MacGregor Sharp, Mark McCutcheon, Marco Insam, Anton Bernard, Markus Gander, Enrico Dorigatti, Stefan Zisser, Peter Wunderer, Federico Gilmozzi, Pontus Moren
Coach: Brian McCutcheon

Donbass Donetsk: Jan Laco (Stepan Goryachevskikh); Clay Wilson, Peter Podhradsky, Oskars Bartulis, Pasi Puistola, Sergei Peretyagin, Jan Kolar, Sergei Tereshenko; Vaclav Nedorost, Tuomas Kiiskinen, Yevgeni Dadonov, Fredrik Pettersson, Maxym Kvitchenko, Petteri Wirtanen, Lukas Kaspar, Denis Kochetkov, Sergi Varlamov, Vitali Donika,  Olexander Materukhin, Alexander Vasiliev
Coach: Julius Supler

Arbitri: Daniel Piechaczek, Brent Reiber (Jon Kilian, Simon Wust)
Tiri in porta: 14-43
Minuti di penalità: 4-4

Bolzano-Donbass

 

Rouen Dragons – Metallurg Zhlobin 1:3 (0:0, 0:3, 1:0)

Reti: 0:1 Kirill Brikun (23.32), 0:2 Alexei Yeremin (24.57), 0:3 Nikita Remezov (39.01), 1:3  Francois-Pierre Guenette (56.48)

Rouen Dragons: Fabrice Lhenry (Sebastian Ylonen); Andrej Tavzelj, Raphael Faure, Lauri Lahesalu, Miroslav Durak, Jonathan Janil, Leo Guillemain, Florent Aube; Francois-Pierre Guenette, Marc-Andre Thinel, Julien Desrosiers, Eric Castonguay, David Fredriksson, Juraj Stefanka, Loup Benoit, Ilpo Salmivirta, Romain Gutierrez, Anthony Rech, Dimitri Thillet, Maxime Joly
Coach: Rodolphe Garnier

Metallurg Zhlobin: Dmitri Milchakov (Leonid Grishukevich); Ilya Kaznadei, Anton Pulver, Ilya Shinkevich, Andrei Spiridonov, Georgi Yaskevich, Konstantin Durnov, Alexei Plotnikov, Vitali Marchenko; Kirill Brikun, Dmitri Igoshin, Konstantin Baranov, Alexei Yefimenko, Nikita Osipov, Valeri Khlebnikov, Vyacheslav Andryushenko, Nikita Remezov, Alexei Yeremin, Sergei Dudko, Pavel Dashkov, Yevgeni Kashtanov
Coach: Vasili Spiridonov

Arbitri: Robert Mullner, Marcus Vinnerborg (Andriy Rodionov, Oleg Serebryakov)

Rouen-Zhlobin

 

Il programma della Super Final di Continental Cup, Donetsk, Ucraina:

Fri, 11 Jan. 1 14:30 Donetsk Rouen Dragons  vs. Bolzano Foxes 6 – 1
Fri, 11 Jan. 2 18:30 Donetsk Donbass Donetsk vs. Metallurg Zhlobin 1 – 0
Sat, 12 Jan. 3 14:30 Donetsk Rouen Dragons vs. Metallurg Zhlobin 1 – 3
Sat, 12 Jan. 4 18:30 Donetsk Bolzano Foxes vs. Donbass Donetsk 0 – 3
Sun, 13 Jan. 5 14:30 Donetsk Metallurg Zhlobin vs. Bolzano Foxes
Sun, 13 Jan. 6 18:30 Donetsk Donbass Donetsk vs. Rouen Dragons
All times listed are local time (UTC+2).

 

Classifica:
1. Donbass Donetks 6 punti (4:0)
2. Rouen Dragons 3 (7:4)
3. Metallurg Zhoblin 3 (3:1)
4. HC Bolzano 0 (1: 9)