Il Bolzano è a Donetsk: tutto pronto per la Super Final di Continental Cup

Ieri sera il Bolzano è arrivato a Donetsk, dove tra venerdì e domenica affronterà la Super Final di Continental Cup. Oggi pomeriggio il primo allenamento sul ghiaccio della Dhruzba Arena, il palazzetto di casa della grande favorita di questa finale, il Donbass Donetsk. Le altre contendenti, oltre ai Foxes, saranno i francesi del Rouen Dragons e i bielorussi del Metallurg Zhlobin. I ragazzi di Brian McCutcheon affrontano questo importantissimo torneo senza rinforzi di sorta, ma soprattutto senza l’asso NHL Niklas Hjalmarsson, pronto a ripartire con i suoi Chicago Blackhawks. Dal Pergine, come nel girone preliminare, arrivano Pontus Moren e Troy Barnes, mentre non è partito per l’Ucraina Christian Walcher, infortunato ad una mano. Impresa quasi proibitiva quella di conquistare il primo posto, i biancorossi se la giocheranno per conquistare la terza, o perché no anche la seconda piazza. Ma è sempre lecito sognare. Essere arrivati da quelle parti, comunque, è già un grande traguardo: è la seconda volta di fila che una squadra italiana accede alla Super Final di Continental Cup, già l’anno scorso l’Asiago era andato a giocarsi tutto a Rouen, chiudendo all’ultimo posto. Il Bolzano ha staccato il ticket per Donetsk a novembre, quando al Palaonda di Bolzano aveva terminato al primo posto il girone di ferro insieme ai danesi degli Herning Blue Fox, i tedeschi del Landshut Cannibals e soprattutto i russi del Toros Neftekamsk, battuti nella gara finale con il gol all’overtime di Mark McCutcheon. Gli altoatesini faranno il loro esordio domani, alle ore 14.30 (13.30 ora italiana), contro i Rouen Dragons. Sabato alle 18.30 (17.30 in Italia) si scontreranno con i temibili padroni di casa del Donbass Donetsk, per poi chiudere il torneo domenica alle 14.30 (13.30 in Italia) contro il Metallurg Zhlobin.

Andiamo a conoscere meglio gli avversari del Bolzano, a partire dai padroni di casa:

DONBASS DONETSK (Ucraina) – Coach: Julius Supler
Campionato: KHL (VHL nella stagione ’11-’12)
Sicuramente i più temibili in pista questo weekend, gli ucraini del Donbass Donetsk faranno di tutto per centrare il successo davanti al proprio pubblico e per rimediare alla bruciante sconfitta dell’anno scorso a Rouen. E’ per questo che sul ghiaccio scenderà non la seconda squadra, quella militante nel campionato ucraino, bensì la prima squadra, alle prese con il primo anno in KHL: la fine del lockout avrà anche portato via al Bolzano Niklas Hjalmarsson, ma ha privato il Donbass di ben tre star NHL, vale a dire Fedotenko, Ponikarovskiy e Babchuk. Gli ucraini si posizionano in questo momento all’ottavo posto della Conference West, con 106 gol fatti e 121 subiti. Top scorer della formazione è Evgeniy Dadonov, russo classe 1989 fermo a quota 32 punti (13+19) in 42 gare. Segue a ruota il ceco Vaclav Nedorost: per lui 30 punti finora (13+17). Occhio anche al difensore più prolifico degli ucraini, lo statunitense Clay Wilson, arrivato a quota 20 punti (8+12). Arriviamo infine alla difesa della gabbia, dove si alternano due goalie: lo svedese Erik Ersberg, a quota 21 partite giocate, para con una percentuale del 91,2% e ha una media di 2.64 reti subite a partita, e lo slovacco Jan Laco, a quota 19 match disputati e con un 90,6% di percentuale parate per una media di 2.68 reti subite.

ROUEN DRAGONS (Francia) – Coach: Rodolphe Garnier
Campionato: Ligue Magnus
I francesi del Rouen arrivano all’appuntamento di Donetsk da campioni in carica: un anno fa infatti i cugini d’oltralpe mettevano a segno “Le Miracle de Rouen”, vincendo la loro prima Continental Cup ai danni proprio del Donbass. Quest’anno il Rouen, dopo 17 giornate di campionato in Ligue Magnus, resta per ora inchiodato al terzo posto in classifica, dietro ad Angers e Briancon, con 75 gol fatti e 50 subiti. I Dragons però si sono già assicurati il primo trofeo stagionale, la Coupe de Ligue, battendo il 26 dicembre in finale l’Angers per 4 a 3. Il giocatore più temibile, nonché top scorer dei francesi, è il canadese Marc-Andre Thinel, a quota 30 punti in 17 partite, frutto di 10 reti e 20 assist. Dietro di lui il connazionale Eric Castonguay, che ha raccolto finora 21 punti (7+14). Lo svedese Johan Akerman invece il difensore più prolifico: per lui 18 punti (3+15). Tra i pali troviamo Fabrice Lhenry, non certamente un fuoriclasse: per lui l’87,9% di parate e una media di 3.04 gol subiti a partita.

METALLURG ZHLOBIN (Bielorussia) – Coach: Vasili Spiridonov
Campionato: Belarusian Extraliga
Come i Foxes, il Metallurg Zhlobin è passato dal purgatorio prima di raggiungere il paradiso della Super Final: nel gruppo E, giocato a Stavanger, in Norvegia, in contemporanea con quello giocato a Bolzano, i bielorussi hanno avuto la meglio sui padroni di casa degli Stavanger Oilers, sui polacchi del KH Sanok e sui kazaki del Beibarys Atyrau. I bielorussi stanno dominando il loro campionato, grazie ai 98 punti raccolti in 38 partite: 168 i gol fatti, 47 quelli subiti, solo cinque sconfitte. Dietro di loro l’HC Gomel, seguito dal Neman Grodno. I difensori biancorossi avranno il loro bel da fare per fermare Vyacheslav Andryushenko, top scorer della squadra con 43 punti in 37 partite (22+21). Attenzione però anche al russo Konstantin Baranov, a quota 34 punti (19+34). A difesa della scatola un Dmitry Milchakov in grande spolvero, capace di parare finora con una percentuale del 94,2% e con una media di 1,31 gol subiti a partita.

 

Il programma della Super Final di Contintenal Cup, Donetsk, Ucraina:

Fri, 11 Jan. 1 14:30 Donetsk Rouen Dragons vs. Bolzano Foxes
Fri, 11 Jan. 2 18:30 Donetsk Donbass Donetsk vs. Metallurg Zhlobin
Sat, 12 Jan. 3 14:30 Donetsk Rouen Dragons vs. Metallurg Zhlobin
Sat, 12 Jan. 4 18:30 Donetsk Bolzano Foxes vs. Donbass Donetsk
Sun, 13 Jan. 5 14:30 Donetsk Metallurg Zhlobin vs. Bolzano Foxes
Sun, 13 Jan. 6 18:30 Donetsk Donbass Donetsk vs. Rouen Dragons
All times listed are local time (UTC+2).