Serie A2: vincono Egna, Caldaro ed Appiano

(comun. stampa LIHG)

Appiano Sarah – HC Gherdeina 3-2 (1:0, 2:0, 0:2)

Nell`Appiano mancano i soliti Stefan Unterkofler, Patrick Wallenberg e Alex Rottensteiner. Il Gherdeina, rigenerato dalla cura Gay Prior, deve rinunciare al solo Fabio Kostner. Primo tempo all`insegna dell`equilibrio, statistiche dei tiri alla mano. I ritmi sono alti, le due squadre di affrontano a viso aperto. Gli ospiti giostrano a quattro linee. I padroni di casa sfruttano un doppio powerplay per passare a condurre. Al 14.18 Jake Newton capitalizza al meglio un 5 contro 3 per rompere il ghiaccio. Nel secondo tempo, partita ancora godibile. Si lotta su ambo i fronti, Appiano e Gherdeina non si risparmiano. A salire in cattedra ci pensa un grande Jake Newton. La sua doppietta porta i Pirati sul 3:0. Nel terzo tempo l`Appiano si rilassa, il Gherdeina ne approfitta e riapre i conti. In apertura, dopo 55 secondi, Gabriel Vinatzer riduce le distanze in powerplay. Sempre in superiorità numerica arriva il sigillo di Fabrizio Senoner. Finale di gara intenso. Il Gherdeina le prova tutte per pareggiare, ma i tre punti rimangono ad Appiano.

Appiano Sarah: Mark Demetz (Alex Tomasi), David Ceresa, Fabian Ebner, Matthias Eisenstecken, Lukas Martini, Jake Newton, Peter Stimpfl, Johannes Weger, Christian Tröger; Jan Waldner, Tobias Ebner, Tuomo Harjula, Alex Jaitner, Philipp Jaitner, Daniel Peruzzo, Philipp Platter, Robert Raffeiner, Tobias Spitaler. Coach: Jarno Mensonen

HC Gherdeina: Florian Grossgasteiger (Giancarlo Kostner), Benjamin Bregenzer, Ryan Gaucher, Fabian Costa, Fabrizio Senoner, Simon Vinatzer, Gabriel Lang, Marco Senoner, Rupert Stampfer, Joel Brugnoli, Mitch Stephens, Gabriel Vinatzer, Kevin Senoner, Ivan Demetz, Benjamin Kostner, Davide Holzknecht, Gabriel Senoner, Aaron Pitschieler. Coach: Gary Prior

Reti: 1:0 Jake Newton (14.18), 2:0 Jake Newton (27.44), 3:0 Jake Newton (29.22), 3:1 Gabriel Vinatzer (40.55), 3:2 Fabrizio Senoner (47.40)

 

Egna Riwega – Ev Bozen 84 Groupon 5-3 (3:0, 0:1, 2:2)

Nell`Egna torna a roster Marian Zelger, nell`Ev Bozen 84 out capitan Battisti, reduce da un`operazione alle tonsille, in attacco out Fabbretti. La partita inizia in ritardo, per l`assenza del medico alla W?rth Arena. Risolto l`inconveniente, si parte con l`Egna subito sugli scudi. E` un monogolo ei Wild Goose, che passano tre volte nel primo tempo, rispettivamente con Daniele Delladio, Dominik Massar e Nick Bonino. Notte fonda in casa bolzanina. Nel drittel centrale i ragazzi di West abbassano troppo la guardia, confortati dal triplo vantaggio. Gli ospiti ne approfittano e accorciano le distanze con Philipp Grandi al 10.17. Nella terza frazione l`Egna commette l`errore di lasciare troppo l`iniziativa agli avversari. I bolzanini ringraziano e rientrano in partita con Dylan Stanley al 7.18. Gli ospiti ora ci credono e si affidano alle giocate di Stanley che non tradisce i suoi e pareggia i conti al 14.02 (3:3). La reazione dei padroni di casa è veemente. Stricker sigla il nuovo vantaggio a tre minuti dalla fine. L`Egna può respirare giocando in powerplay negli ultimi minuti. Ne approfitta Nick Bonino che chiude i conti per il definitivo 5:3 della sirena.

Egna Riwega: Martin Rizzi (Alex Caffi); Manuel Bertignoll, Giulio Bosetti, Christian Rainer, Alexander Sullmann; Nick Bonino, Michael Sullmann, Daniele Delladio, Markus Simonazzi, Matteo Peiti, Rudi Locatin, Davide Stricker, Hannes Walter, Patrick Zambaldi, Flavio Faggioni, Marian Zelger, Dominik Massar, Piero Simoni. Coach: Joe West

Ev Bozen Groupon: Thomas Commisso (Federico Tesini); Stanislav Jasecko,   Matteo Lotti, Matthias Albarello, Luca Franza; Oliver Schenk, Dylan Stanley, Thomas Unterfrauner, Philipp Grandi, Nicolò Pace, Simon Obexer, Christian Timpone, Daniele Da Ponte, Hannes Hölzl, Franz Josef Plankl, Alexander Pancheri, Lorenzo Piccinelli, Paolo Widmann. Coach: Fred Carroll

Reti: 1:0 Daniele Delladio (1.27), 2:0 Dominik Massar (3.41), 3:0 Nick Bonino (14.28), 3:1 Philipp Grandi (30.17), 3:2 Dylan Stanley (47.18), 3:3 Dylan Stanley (54.02), 4:3 Davide Stricker (57.15), 5:3 Nick Bonino (59:41)

 

SV Caldaro Rothoblaas – Hockey Pergine Sapiens 7-1 (2:0, 3:1, 2:0)

Al gran completo il Caldaro, nel Pergine sul ghiaccio i “bolzanini” Daniel Fabris e Federico Gilmozzi. La serata per i trentini inizia subito in salita. Il Caldaro passa dopo due minuti grazie al solito Steve Pellettier. Il gol del Caldaro galvanizza i Lucci, che sfruttano l`inerzia e raddoppiano in chiusura di tempo con Markus Kofler. Nel secondo tempo il Caldaro cambia marcia e mette la partita in ghiaccio. Markus Siller in apertura sigla il 3:0, Steve Pellettier, con una doppietta personale, porta gli altoatesini sul confortante 5:0. Il Pergine decide di cambiare registro e accorcia con David Piffer in powerplay. Poca storia nella terza frazione. A risultato, di fatto già acquisito, c`è spazio per il gol di Thomas Pichler. Ancora l`ex attaccante del Val Pusteria protagonista, per la rete del definitivo 7:1.

SV Caldaro Rothoblaas: Martino Valle da Rin (Daniel Morandell), Thomas Waldthaler, Adrian Marzoner, Daniel Spinell, Lukas Schweigkofler, Steve Pelletier, Markus Kofler; Matias Loppi, Alexander Andergassen, Patrick Thomaser, Brian Belcastro, Raphael Andergassen, Patrick Gius, Thomas Pichler, Lorenz Röggl, Michael Felderer, Manuel Gamper, Daniel Morandell, Alex Tauferer, Markus Siller. Coach: Thomas Sandlin

Pergine Sapiens: Daniele Facchinetti (dal 34.15 Marcello Platè); Troy Barnes, Fabio Rigoni, Alessandro Ambrosi, Daniel Fabris; Lino De Toni, Pontus Moren, Stefano Piva, Alessandro De Polo, Devid Piffer, Alberto Virzi, Riccardo Tombolato, Davide Mantovani, Andrea Meneghini, Alberto Virzi, Denny Deanesi, Luca Mattivi, Federico Gilmozzi. Coach: Marco Liberatore

Reti: 1:0 Steve Pellettier (02.09), 2:0 Markus Kofler (17:43), 3:0 Markus Siller (25.09), 4:0 Steve Pellettier (31.48), 5:0 Steve Pellettier (33.59), 5:1 David Piffer (35.50), 6:1 Thomas Pichler (44.23), 7:1 Thomas Pichler (59.57)

 

 

Tags: