LNA: Friborgo solo al comando

Ultimo turno del 2012 per il massimo campionato svizzero di hockey prima del classico appuntamento della Spengler Cup in quel di Davos dal 26 Dicembre : prima di iniziare con le ticinesi,segnaliamo il bellissimo successo ottenuto dall’iniziativa benefica “dei peluches” raccolti in occasione delle uscite alla Resega ad inizio mese e replicato oggi anche alla Valascia col lancio dei peluche sul ghiaccio alla prima rete dei padroni di casa tutti devoluti tra i vari ospedali pediatrici svizzeri e non solo (chapeau a società e tifosi!).

L’HC Lugano chiude incredibilmente in debito con la sorte prima delle vacanze natalizie fuori dalla zona playoff (nona piazza) racimolando solamente un punticino al termine di tre uscite infernali per i bianconeri : risultato bugiardo @way in quel di Berna (1-4) con gli orsi capitolini premiati dagli assòli di Tavares e Vermin nonostante il ritmo della gara non sia stato tra i più celeri con la solita mancanza di lucidità sotto rete e l’ennesima disastrosa prestazione nei PP. In quel di Zugo (1-2) onore alle armi per la truppa di Huras che s’è ben impegnata a contenere la super prima linea di Brunner e soci mancando di killer instinct per far girare l’inerzia di gara nonostante il doppio svantaggio (al 21’) e ben 37 conclusioni nella porta avversaria. A riprova del periodo in chiaro scuro per il team luganese che non raccoglie quanto semina, in casa ospitando la capolista Fribourg (4-5ot,Metropolit 1+2) viene raggiunta a meno di un minuto dalla sirena finale prima della beffa in avvio di OT dopo aver ampiamente meritato di lottare ad armi pari con la capolista della LNA.

Settimana positiva per l’Ambrì Piotta (sempre undicesima) dopo il colpo Matt Duchene (dal Frolunda,Sve ma di proprietà dei Colorado Avalanche) che inizia marcando incredibilmente visita in quel di Langnau (0-4) dove i tigrotti di casa mostrano gli artigli avendo vita facile sui biancoblù in gioco per solo 20’ nonostante un continuo riassetto delle linee offensive che non scalfiva la retroguardia di casa con l’ex di turno Baumle ad abbassare la saracinesca (30sv.) agli scorer leventinesi. Il tanto lavoro svolto in settimana da coach Pelletier ha dato i suoi frutti negli incredibili successi dell’Ambrì prima in casa del quotatissimo Genève (4-3) dove i nordamericani Duchene (1+2) Williams (1+2) provati in linea con Botta hanno dato vigore e sostanza al team che per 60’ non ha avuto palesi cali di concentrazione o passaggi a vuoto con Schneider (30sv.) ad alzare le barricate per portare a casa un’inaspettata vittoria on the road per poi congedarsi alla grandissima prima delle vacanze natalizie in una Valascia piena all’inverosimile (6500 spettatori) recuperando contro il Biel (5-4so) sotto di tre reti al 40′(!) prima che nel finale di gara Kutlak portasse il match ai prolungamenti dove i cecchini bernesi vengono superati dalla freddezza dei padroni di casa.

Martedì 18/12/2012
HC Davos      – Genève        2-3  (0-1;2-2;0-0)
SCL Tigers    – Ambrì Piotta  4-0  (1-0;2-0;1-0)
ZSC Lions     – Fribourg      0-4  (0-3;0-0;0-1)
EV Zug        – Rapperswil    5-4  (2-0;0-2;3-2)
EHC Biel      – Kloten Flyers 3-4so(0-2;3-1;0-0;1-0)
SC Bern       – HC Lugano     4-1  (1-0;1-1;2-0)
Venerdì 21/12/2012
Fribourg      – Genève        2-0  (1-0;1-0;0-0)
EV Zug        – HC Lugano     2-1  (1-0;1-0;0-1)
Kloten Flyers – HC Davos      4-2  (2-0;1-0;1-2)
SC Bern       – SCL Tigers    1-2  (0-0;1-0;0-2)
Sabato 22/12/2012
EHC Biel      – SC Bern       4-3so(2-1;1-0;0-2;1-0)
Genève        – Ambrì Piotta  3-4  (2-1;0-1;1-2)
HC Lugano     – Fribourg      4-5ot(0-1;3-1;1-2;0-1)
SCL Tigers    – ZSC Lions     3-0  (2-0;0-0;1-0)
HC Davos      – EV Zug        5-2  (2-0;2-1;1-1)
Rapperswil    – Kloten Flyers 3-4ot(2-2;1-0;0-1;1-0)
Domenica 23/12/2012
Ambrì Piotta  – EHC Biel      5-4so(0-1;0-2;4-1;1-0)
ZSC Lions     – Rapperswil    4-2  (1-1;1-1;2-0)

Le voci rincorse dal NordAmerica che hanno accompagnato la pausa della scorsa settimana con un nulla di fatto nonostante i molti rumors tra partenti e non consacrano all’hockey giocato il perfect week del Fribourg che,prima di lanciarsi in Spengler Cup in quel di Davos,inizia a far la voce grossa in LNA staccando il Genève,compagna prima della pausa della nazionale ed ora invischiata nella lotta per la seconda posizione con ben 4 team in quattro punti:il Gotteron fa en-plein contro ZSC Lions (4-0) ed un irriconoscibile Genève nel big match (2-0) col solito Conz a far da mattatore con due bei shootout consecutivi prima di espugnare la Resega (5-4ot,Dubè 2+0 e GWG) riacciuffando sul finire il match per il rotto della cuffia. Ora il vantaggio degli svizzeri centrali è di +5 sull’ex capolista Genève che non riesce a districare il complicato bandolo della matassa prima con la fuga dei vari NHLers dal lungolago poi da un evidente involuzione di gioco che ha portato solo tre punti in questo week contro il Davos alla premiere (3-2) prima di cedere come citato sopra con Fribourg ed Ambrì. Terza piazza in chiaro scuro per il Berna che dopo aver avuto alla meglio il Lugano (4-1,Tavares-Vermin 2+1) litiga costantemente con i goalie avversari non riuscendo a trasformare in punti concreti l’enorme mole di lavoro sviluppata in avanti lasciando strada ai tigrotti di Langnau (1-2) prima di cedere ai prolungamenti nel derby col Biel (3-4so).Quarta piazza per lo Zugo che non t’aspetti grazie ai comprimari di natura terrestre trovando due belle vittorie contro Rappi e Lugano (5-4;2-1) prima di cedere contro il Davos (2-5). Settimana al palo e quinta piazza per i Lions di Zurigo andati in bianco contro Fribourg e Langnau (0-4;0-3!) prima di salutare i propri tifosi nel Sunday match vincendo 4-2 col Rappi. Ad un tiro di schippo i cugini del Kloten che grazie a questo perfect week si staccano in maniera decisa dalla zona calda della classifica:gli aviatori inanellano due belle vittorie 4-3 @way ai prolungamenti contro Biel e Rappi con in mezzo la W in casa col Davos (4-2). Terzetto di team invece a ridosso della fatidica linea playoff guidato dal Davos e Biel a pari punti con i grigionesi con la testa già alla prossima settimana che fa un sorriso solo sul finale del week mentre per la formazione capitolina con qualche grattacapo in più dato dai suoi nhlers,arriva costantemente agli shootout riuscendo solo nel colpo interno col Berna (4-3) tra le mura domestiche. Il Lugano segue staccato di una sola lunghezza ma ben lontano dal Rapperswil all’ennesimo horribilis week un solo punticino raccolto a precedere l’Ambrì a sole 5 lunghezze dai Lakers ma questa settimana diamo spazio e lustro (finalmente!) al fanalino di coda Langnau che in tre uscite trova incredibilmente tre vittorie piene,tante quante ottenute nell’intero scorcio di stagione!Dopo l’avvicendamento in panca,Reinhard ha dato slancio e vigore al team dell’Emmenthal guidato sapientemente sul ghiaccio dal ritrovato Moser e da un Baumle in versione saracinesca che in questo trittico non la lasciato nemmeno le briciole agli scorer avversari con ben 2(!) shootout all’attivo.

Classifica
Pos Club       GP  V  P Vot Pot Vso Pso  GF:GS   PT
1.  Fribourg   33 16  7  3   0   4   3  107:76   65
2.  Genève     33 18 11  2   2   0   0   99:87   60
3.  SC Bern    33 18 11  0   0   1   2  110:77   59
4.  EV Zug     32 17 10  0   1   2   2  112:98   58
5.  ZSC Lions  34 15 12  3   1   2   1   98:92   57
6.  Kloten     33 13 11  3   1   3   2  102:89   54
7.  Davos      33 12 13  1   3   3   1  115:103  48
8.  EHC Biel   34 12 14  1   1   3   3  108:118  48
9.  Lugano     33 12 12  1   5   1   2  110:102  47
10. Rapperswil 34 10 18  2   1   1   2   99:139  39
11. Ambrì      33  9 19  0   1   2   2   80:115  34
12. Tigers     31  6 20  0   0   2   3   66:116  25

Top Scorer
#                 Team       Gol  Assist Punti           
Damien Brunner  (EV Zug)      24    29     53
Linus Omark     (EV Zug)      13    32     45
Glen Metopolit  (HC Lugano)   12    31     43
Tyler Seguin    (EHC Biel)    26    14     40
John Tavares    (SC Bern)     16    23     39
Byron Ritchie   (SC Bern)     14    23     37
Jacob Micflikier(EHC Biel)    14    21     35

Tags: