Il resoconto della ventisettesima giornata

di Max

Il campionato di serie torna a “parlare altoatesino”. Con i contemporanei successi di Val Pusteria, Bolzano e Renon, unite alla sconfitta del Valpellice, le tre formazioni sudtirolesi, occupano, nell’ordine, le prime tre posizioni della classifica generale. Torna al successo anche l’Alleghe che aggancia proprio i piemontesi al quarto posto mentre la vittoria, ai rigori, del Pala Vuerich consente all’Asiago di raggiungere il Milano in tabella generale.

Milano Rossoblu – Ritten Sport Renault Trucks 2-4 (2-1; 1-1; 0-1)
Nell’anticipo delle 18,30 all’Agorà il Milano non riesce ad evitare l’ennesima sconfitta contro i Rittner Buam. Gli ospiti, scendono sul ghiaccio molto concentrati ed in breve piazzano un “uno-due” con Greg Jacina ed Emanuel Scelfo. Il Milano però accorcia le distanze con Luca Ansoldi nel finale di tempo e riesce addirittura a pareggiare nel secondo drittel con l’uomo in meno grazie a David Liffiton. Sul risultato di 2:2 si acuisce l’animosità sul ghiaccio ed a farne le spese é il Milano che si ritrova in doppia inferiorità e deve subire il goal di Chris Durno. Nel terzo tempo nonostante il predominio sterile dei lombardi, sono proprio i Lupetti dell’altopiano ad arrotondare il vantaggio con la segnatura di Ingemar Gruber a meno di cinque minuti dal termine. Nonostante gli sforzi per recuperare lo svantaggio, i ragazzi di Da Rin non riescono più a rientrare in partita ed il Renon porta a casa la vittoria da tre punti.

vai alla cronaca

________________________________

HC Bolzano – Valpellice Bodino Engineering 2-1 (1-1; 0-0; 1-0)
L’undicesima vittoria consecutiva, in campionato, del Bolzano non fa neppure più notizia anche se va detto che i bianco rossi hanno dovuto penare più del previsto per piegare la resistenza del Valpellice. I Torresi hanno infatti iniziato a spron battuto e subito Tomas Duba ha dovuto fare gli straordinari su una conclusione dell’ex pusterese Robert Sirianni (lanciato da Nate Di Casmirro) salvo poi dover capitolare al terzo minuto su una gran conclusione al volo di Brodie Dupont. E’ forse nel primo tempo che “la Valpe” pone le premesse per la sua sconfitta. Nei primi venti minuti infatti i Piemontesi gettano nella mischia molte energie, attaccano in gran quantità (10:6 a loro favore i tiri verso la porta) ma chiudono il tempo sul parziale di 1:1 per il pareggio di Enrico Dorigatti a due dal termine. Il secondo periodo è più equilibrato ed, anzi, sono forse i padroni di casa a lasciarsi maggiormente apprezzare. Nel terzo, i campioni d’Italia presentano il conto e già dopo soli due minuti passano in vantaggio con Mac Gregor Sharp servito da Alexander Egger. I Piemontesi provano in ogni modo a riaprire la gara ma il Bolzano, prima amministra il vantaggio e poi resiste al previsto forcing finale degli ospiti.

vai alla cronaca

________________________________

Alleghe Tegola Canadese – Val di Fassa Ferrarini 6-0 (1-0; 2-0; 3-0)
L’Alleghe stravince il derby con il Fassa. I padroni di casa lamentano solo la mancanza di Sean McMonagle mentre tra i ladini la lista degli assenti è lunghissima in quanto Novak, Thomas Dantone, i fratelli Castlunger, Marchetti, Vallini, Bernard ed il neo acquisto, canadese, Ryan O’Marra non sono della partita. Nonostante sia un derby, il match inizia in modo abbastanza blando ed occorre un vistoso errore del goalie fassano per permettere a Vincent Rocco di sbloccare il risultato sul finire del primo tempo. Nel drittel centrale le Civette continuano a macinare gioco e la resistenza del Fassa viene meno dopo la seconda metà. Il 2:0 è di Jeff Lo Vecchio in power play, ed il 3:0 è realizzato da Nicola Fontanive su assist “al bacio” di Daniele Veggiato. Il tempo finale è per i Ladini un piccolo calvario e la gabbia di Frank Doyle viene violata in altre tre occasioni. Vincent Rocco segna ancora due volte ed il definitivo 6:0 è siglato, da Nicola Fontanive. Per il Fassa una serata tutta di dimentica mentre le Civette, con la vittoria, festeggiano la riconquista del quarto posto in classifica e lo shut-out di Adam Dennis.

vai alla cronaca

________________________________

Aquile FVG Pontebba – Migross Supermercati Asiago  2-3 d.t.r. (0-2; 1-0; 1-0; 0-0;0-1)
L’Asiago vince ai tiri di rigore contro il Pontebba. I giallo rossi avevano colpito a freddo nel primo tempo chiusosi con il doppio vantaggio degli stellati grazie alle segnature di David Borrelli e Layne Ulmer. Forse il Pontebba di un mese fa avrebbe, a quel punto, alzato bandiera bianca ma dopo la bella vittoria di giovedì all’Olimpico di Cortina la formazione di Pajic sembra aver acquisto una maggiore consapevolezza delle sue possibilità ed nei successivi due drittel i friulani sono riusciti a recuperare lo svantaggio prima accorciando le distanze con Erik Weissmann e poi impattando il risultato con Petr Sachl. All’overtime è successo ben poco e si è arrivati ai tiri di rigore decisi a favore degli ospiti grazie alla trasformazione di Luca Rigoni ed alle parate di Vincenzo Marozzi.

Vai alla cronaca

________________________________

Lupi Fiat Professional – Hafro Cortina 3-1 (2-0; 0-1; 1-0)
Il Val Pusteria, soffre più di quanto non dica il risultato finale e solo con l’empty net goal di Joe Jensen a quindici secondi dal termine riesce a chiudere definitivamente il match col Cortina. Il Trainer Paul Adey, deve fare ancora a meno del goalie canadese JP Aubin (neppure iscritto a referto), di Joe Cullen e Christian Willeit (influenzato), di Daniel Glira e Danny Elliscasis (in Ucraina) e di Pat Kavanaugh (squalificato). Tra gli ospiti si contano le assenze di Christian Menardi, del Back-Up René Baur e di Francesco Adami. La gara si mette subito in discesa per i giallo neri che dopo 7 minuti e mezzo conducono già 2:0. Il primo goal arriva dopo cinque minuti e mezzo in situazione di power play per merito di Robert Erlacher, lesto a sfruttare una corta ribattuta di Levasseur su tiro di Pat Iannone. Non passano neppure due minuti che Lukas Tauber con un rovescino depone per la seconda volta il puck nella porta avversaria. Il clima sul ghiaccio si fa sempre “più infuocato” e, intorno al 12° minuto, scoppia una furiosa zuffa, della quale ne fanno le spese Pat Iannone, Christian Mair e Matt Siddall puniti con una penalità 2+2 minuti. Nel secondo tempo Christian Mair prende ancora una penalità di 2+2 ed il Cortina approfitta della lunga sanzione per accorciare le distanze con Stanislav Gron. Nel terzo drittel, si segnalano continui capovolgimenti di fronte che portano i due portieri a salvare a più riprese la propria gabbia. Il Val Pusteria tiene maggiormente il pallino del gioco ma deve attendere i 15 secondi finali per avere la certezza della vittoria. Il punto decisivo è di Joe Jensen che insacca nella gabbia ampezzana sguarnita.

Reti: 1:0 Thomas Erlacher (5.41), 2:0 Lukas Tauber (07.30), 2:1 Stanislav Gron (32.47), 3:1 Joe Jensen (EN, 59.44)
Lupi Fiat Professional: Kosta (Hopfgartner), Mäkelä, Mair, Hofer, Helfer, Althuber; Guitè, Oberrauch, Iannone, Jensen, Bona, Tauber, Crepaz, Schweitzer, Erlacher, Obermair, Obermair, Bachlechner.Coach: Paul Adey
Hafro Cortina: Levasseur (Burzacca); Albers, Hay, Zandonella, Zanatta, Zanatta, Vallazza, Larese; Edwardson, Gron, Siddall, De Bettin, Felicetti, Dingle, Menardi, Moser, Baldo;Coach: Clayton Beddoes

Arbitri: Metelka (Mori, Stefanelli)
Penalità: 12-16
Tiri: 25-19
Spettatori: 1700

Classifica alla 27esima giornata:
1. Lupi Fiat Professional Valpusteria 61 punti
2. HC Bolzano 56
3. Renon Sport Renault Trucks 51
4. Alleghe Tegola Canadese 49
5. Valpellice Bodino Engineering 49
6. Migross Supermercati Asiago 40
7. Milano Rossoblu 40
8. Hafro Cortina 26
9. Val di Fassa Ferrarini 21
10. Aquile FVG Pontebba 12

Prossimo turno giovedì 20/12/2012
Val di Fassa – Cortina (diretta raisport 1)
Alleghe – Bolzano
Pontebba – Renon
Valpellice – Milano
Valpusteria – Asiago

Tags: