La Valpe soffre ma batte il Cortina ai rigori

(da hcvalpellice.com) – La Valpe soffre ma porta a casa una buona vittoria ai rigori contro un Cortina molto determinato, abile nello spezzare le trame offensive dei torresi e tenuto vivo da un Levasseur tornato a livelli strepitosi.
Parte subito forte la Valpe che, dopo appena 40”, si trova a giostrare il primo powerplay della serata in seguito alla bruttissima carica alla testa di Siddal su Johnson. ( 2 + 10 )
La situazione di superiorità porta ad un nulla di fatto e per tutto l’arco della prima frazione si assiste alle azioni d’attacco dei torresi e alle buone chiusure e ripartenze degli ampezzani.
Il secondo periodo invece si apre con il vantaggio degli ospiti: Dingle fulmina Parise su assist di Adami.
I bulldogs provano a reagire, ma le numerosi penalità impediscono di affondare il colpo del pari.
A 3 minuti e mezzo dal termine arriva il fortunoso raddoppio del Cortina: Luca Zanatta da posizione angolata tira verso la porta, dove c’è il solo Baier che devia il disco di ginocchio spiazzando l’incolpevole Parise.

La terza frazione inizia subito con un handicap in casa Valpe : penalità di 2 + 2 inflitta a Parise al termine del secondo tempo per colpo di bastone.
Il penalty killing regge bene e i valligiani tornano a presentarsi minacciosi dalle parti di Levasseur.
Il tempo scorre via velocemente e a 17 secondi dalla fine, con l’uomo di movimento in più per l’uscita del portiere, arriva il tanto atteso pareggio: Dupont lascia partire un missile e da sotto porta Intranuovo devia e insacca per la felicità dei 1500 del Cotta Morandini.
L’overtime non regala molte emozioni e si va dunque ai rigori, dove Parise è abile a neutralizzarne 3 e Aquino e Sirianni si rivelano dei cecchini, regalando la vittoria ai biancorossi.
Prossima giornata, giovedì 6 dicembre sulla pista dell’Odegar di Asiago.
Valpellice Bodino Engineering – Hafro Cortina 3:2 d.t.r. (0:0, 1:2, 1:0, 0:0, 1:0)
Reti: 0:1 Ryan Dingle (22.11), 0:2 Luca Zanatta (36.31), 1:2 Nick Anderson (38.17), 2:2 Ralph Intranuovo (59.43), 3:2 Rob Sirianni (penalty)