Serie A2: vincono Egna, Appiano ed Ev Bozen

(da LIHG.IT)

Sv Caldaro Rothoblaas – Egna Riwega 1-4 (0:1, 1:0, 0:3)

Il Caldaro si presenta all’ingaggio iniziale al gran completo, mentre sull’altro fronte manca all’appello il solo Kevin Zucal. La capolista non vuole concedersi distrazioni e al 6.44 è già in vantaggio: a segnare la rete che decide anche la prima frazione di gioco l’attaccante NHL Nick Bonino. Bertignoll e compagni, però, non riescono a prendere il largo ed i Lucci fanno di tutto per tornare a contatto. Il pari arriva al 32.37 e si concretizza addirittura durante una situazione di inferiorità del Caldaro: con Thomas Waldthaler in panca dei puniti, è Matias Loppi a beffare la guardia di Alex Caffi. La gara rimane così in equilibrio per molti minuti, ma nella seconda parte del terzo tempo l’Egna mette a segno il break decisivo. Al 53.49 Michael Sullmann riporta avanti i suoi, i quali allungano al 55.39 con Hannes Walter. Nel finale, poi, c’è lo spazio anche per il poker ospite, messo a segno da Rudi Locatin in situazione di powerplay.

Sv Caldaro Rothoblaas: Martino Valle da Rin (Daniel Morandell), Thomas Waldthaler, Adrian Marzoner, Daniel Spinell, Lukas Schweigkofler, Steve Pelletier, Markus Siller, Markus Kofler; Matias Loppi, Raphael Andergassen, Alexander Andergassen, Patrick Thomaser, Brian Belcastro, Patrick Gius, Thomas Pichler, Lorenz Röggl, Michael Felderer, Manuel Gamper, Mirko Quinz, Daniel Morandell, Alex Tauferer. Coach : Thomas Sandlin

Egna Riwega: Alex Caffi (Martin Rizzi); Manuel Bertignoll, Giulio Bosetti, Christian Rainer, Alexander Sullmann, Moreno Lazzeri; Nick Bonino, Michael Sullmann, Daniele Delladio, Urban Giovanelli, Markus Simonazzi, Matteo Peiti, Rudi Locatin, David Stricker, Flavio Faggioni, Hannes Walter, Patrick Zambaldi, Marian Zelger, Dominik Massar, Alex Tiziani. Coach: Joe West

Reti: 0:1 Nick Bonino (6.44), 1:1 Matias Loppi (32.37), 1:2 Michael Sullmann (53.49), 1:3 Hannes Walter (55.39), 1:4 Rudi Locatin (57.54)

 

HC Merano Pircher – Appiano Sarah 1-9 (0:3, 0:4, 1:2)

I bianconeri ritrovano Max Ansoldi, ma devono sempre rinunciare a Michael Stocker. Tra i Pirati, invece, sempre out Patrick Wallenberg, Alex Rottensteiner e Luca Sartore, mentre torna Jan Waldner. La partenza degli ospiti è di quelle più che lanciate, visto che nel giro di 2 minuti e 14 secondi i gialloblù mettono a segno ben due gol. A spezzare l’equilibrio ci pensa il giovane Alex Jaitner, seguito, poco dopo, proprio dal rientrante Waldner. In finale di prima frazione, poi, arriva pure il sigillo di Robert Raffeiner. Nemmeno la sosta cambia le carte in tavola, visto che alla ripresa del gioco, l’Appiano mette a segno un altro repentino uno-due, che costringe anche l’avvicendamento nella porta meranese: a segno Jake Newton e ancora Jan Waldner. A metà frazione è la volta di Stefan Unterkofler mettere il disco in fondo al sacco. Successivamente c’è tempo anche per la doppietta di Robert Raffeiner. Il Merano, nel terzo tempo, ripropone ancora Alessandro Tura in porta, ma i ragazzi di Mensonen non la smettono di segnare, andando a referto pure con Fabian Ebner. Al 52.03 c’è gloria anche per i padroni di casa, che trasformano con capitan Max Ansoldi, anche se poco dopo gli ospiti salgono a quota nove, affidandosi, nella circostanza, a Philipp Jaitner.

HC Merano Pircher: Alessandro Tura (dal 22.53 fino al 40.00 Dominik Steinmann); Jan Mair, Daniel Valgoi, Viktor Wallin, Philipp Beber; Taggart Desmet, Michele Ciresa, Thomas Mitterer, Max Ansoldi, Julian Schwienbacher, Stefan Palla, Daniel Rizzi, Patrick Cainelli, Daniel Frank, Stefan Kobler, Davide Turrin, Michael Guarise, Alexander Wiess. Coach: Doug McKay

Appiano Sarah: Mark Demetz (Alex Tomasi), David Ceresa, Fabian Ebner, Matthias Eisenstecken, Lukas Martini, Jake Newton, Peter Stimpfl, Johannes Weger, Christian Tröger; Jan Waldner, Tobias Ebner, Alex Jaitner, Philipp Jaitner, Daniel Peruzzo, Philipp Platter, Stefan Unterkofler, Robert Raffeiner. Coach: Jarno Mensonen

Reti: 0:1 Alex Jaitner (0.28), 0:2 Jan Waldner (2.14), 0:3 Robert Raffeiner (19.10), 0:4 Jake Newton (22.25), 0:5 Jan Waldner (22.53), 0:6 Stefan Unterkofler (29.05), 0:7 Robert Raffeiner (36.21), 0:8 Fabian Ebner (46.37), 1:8 Max Ansoldi (52.03), 1:9 Philipp Jaitner (53.58)

 

Ev Bozen 84 Groupon – HC Gherdeina 4-1 (0:1, 2:0, 2:0)

Nell’EV Bozen l’unica assenza è quella del nuovo goalie Thomas Commisso, mentre in casa ladina manca il solo Fabrizio Senoner. I ladini che possono contare solo su due punti di vantaggio in classifica rispetto alla squadra del capoluogo, hanno un approccio migliore al match, trovando la via della rete all’11.02 con Gabriel Vinatzer. I ragazzi di Carrol, comunque, non si perdono d’animo e, in avvio di secondo tempo, riescono a ribaltare la situazione. Manuel Accarino pareggia i conti al 22.35, mentre Oliver Schenk segna il sorpasso al 24.06. La nuova situazione di punteggio regge sino alla seconda metà della terza frazione, nel corso della quale l’EV Bozen aumenta il divario tra sé e gli avversari. Il solito Dylan Stanley fa il terzo al 51.36, seguito, al 54.01, da Oliver Schenk, autore così di una doppietta.

Ev Bozen Groupon: Massimo Quagliato (Andrea Cortese); Stanislav Jasecko, Roland Battisti, Matteo Lotti, Luca Franza, Matthias Albarello, Christian Fabbretti; Oliver Schenk, Dylan Stanley, Thomas Unterfrauner, Philipp Grandi, Nicolò Pace, Manuel Obexer, Daniele Da Ponte, Hannes Hölzl, Christian Timpone, Franz Josef Plankl, Alexander Pancheri, Lorenzo Piccinelli, Paolo Widmann. Coach: Fred Carroll

HC Gherdeina: Florian Grossgasteiger (Benjamin Saurer), Benjamin Bregenzer, Ryan Gaucher, Simon Vinatzer, Gabriel Lang, Marco Senoner, Rupert Stampfer, Joel Brugnoli, Oliver Schenk, Mitch Stephens, Gabriel Vinatzer, Kevin Senoner, Ivan Demetz, Benjamin Kostner, Fabio Kostner, Davide Holzknecht, Aaron Pitschieler, Gabriel Senoner. Coach: Thomas Kostner

Reti: 0:1 Gabriel Vinatzer (11.02), 1:1 Manuel Accarino (22.35), 2:1 Oliver Schenk (24.06), 3:1 Dylan Stanley (51.36), 4:1 Oliver Schenk (54.01)

 

Tags: