Serie A2: 17ª giornata

(da LIHG)

HC Merano Pircher – Vipiteno Weihenstephan 2-3 (2:1, 0:2, 0:0)

Le Aquile bianconere devono ancora una volta rinunciare a Michael Stocker e Riccardo Tombolato. I Broncos, dal canto loro, non schierano Daniel Maffia, Florian Wieser, Hannes Stofner e Luca Scardoni. L’avvio sorride ai padroni di casa, i quali, tra il 6.23 ed il 7.32, mettono a segno un micidiale uno-due: apre le marcature Taggart Desmet, seguito da Daniel Frank, al suo primo gol stagionale. Dopo metà frazione la reazione da parte dei ragazzi di Hicks, i quali si affidano al solito T.J. Caig per accorciare le distanze. Il Vipiteno, però, non si accontenta e, nel corso del secondo tempo, riesce a ribaltare addirittura il punteggio. Tobias Kofler marca l’aggancio al 21.34, mentre Derek Eastman, al 27.08, è l’autore del sorpasso. Ansoldi e compagni possono contare su un powerplay a favore in avvio di terzo tempo, non riuscendo però a sfruttare la chance favorevole. I ragazzi di McKay continuano a provarci anche nei minuti successivi, ma l’ex Charles Corsi chiude ogni spiraglio e così il risicato vantaggio ospite regge sino al sessantesimo.

HC Merano Pircher: Alessandro Tura (Massimo Quagliato), Jan Mair, Daniel Valgoi, Viktor Wallin, Philipp Beber, Andreas Radin; Taggart Desmet, Michele Ciresa, Thomas Mitterer, Max Ansoldi, Julian Schwienbacher, Stefan Palla, Viktor Schweitzer, Daniel Rizzi, Patrick Cainelli, Daniel Frank, Stefan Kobler, Davide Turrin, Michael Guarise. Coach: Doug McKay

Vipiteno Weihenstephan: Charles Corsi (Dominik Steinmann), Simon Baur, Derek Eastman, Philipp Pircher, Stefan Ramoser, Michael Messner; T.J. Caig, Patrick Mair, Tobias Fink, Alex Lanz, Gunnar Braito, Tobias Kofler, Daniel Erlacher, Samuel Rainer, Christian Sottsas, Felix Oberrauch, Kevin Larch. Coach: Oly Hicks

Reti: 1:0 Taggart Desmet (6.23), 2:0 Daniel Frank (7.32), 2:1 T.J. Caig (11.09), 2:2 Tobias Kofler (21.34), 2:3 Derek Eastman (27.08)

HC Gherdeina – Appiano Sarah 5-6 d.t.s. (0:2, 3:2, 2:1, 0:1)

I ladini sono sempre privi di Fabrizio Senoner, Oliver Schenk e Fabian Costa, mentre i Pirati devono fare a meno dell’ex Patrick Wallenberg, oltre che di Jan Waldner e Alex Rottensteiner. Nonostante le difficoltà nel pacchetto avanzato la partenza dei gialloblù è di quelle lanciate e porta al repentino vantaggio, firmato da Stefan Unterkofler. Al 7.49 gli ospiti raddoppiano, nella circostanza a segno con Philipp Platter. La prima sosta sembra far bene ai ragazzi di Thomas Kostner, i quali, alla ripresa del gioco, accorciano con Fabio Kostner. Matthias Eisenstcken allunga nuovamente per i suoi al 28.27, ma Gabriel Vinatzer e Mitch Stephens, tra il 31esimo ed il 35esimo, pareggiano i conti. La situazione di equilibrio resiste sino al 39.05, quando Jake Newton porta ancora avanti l’Appiano. Il tempo di rientrare sul ghiaccio, dopo l’intervallo numero due, e Fabio Kostner fa doppietta, fissando il 4 a 4. Il Gherdeina ora ci crede e, al 53.51, grazie ad un’altra doppietta, ovvero quella di Gabriel Vinatzer, si porta per la prima volta in vantaggio nel match. Il solito Jake Newton, però, rovina la festa ai padroni di casa, raggiunti al 58.35. Si va allora all’overtime, nel corso del quale i Pirati trovano il gol vittoria grazie a Fabian Ebner.

HC Gherdeina: Florian Grossgasteiger (Benjamin Saurer), Benjamin Bregenzer, Ryan Gaucher, Simon Vinatzer, Gabriel Lang, Marco Senoner, Rupert Stampfer, Joel Brugnoli, Mitch Stephens, Gabriel Vinatzer, Kevin Senoner, Ivan Demetz, Benjamin Kostner, Fabio Kostner, Davide Holzknecht, Aaron Pitschieler, Gabriel Senoner, Christian Castlunger. Coach: Thomas Kostner

Appiano Sarah: Mark Demetz (Alex Tomasi), David Ceresa, Fabian Ebner, Matthias Eisenstecken, Lukas Martini, Jake Newton, Peter Stimpfl, Johannes Weger; Tobias Ebner, Alex Jaitner, Philipp Jaitner, Daniel Peruzzo, Philipp Platter, Stefan Unterkofler, Robert Raffeiner. Coach: Jarno Mensonen

Reti: 0:1 Stefan Unterkofler (2.05), 0:2 Philipp Platter (7.49), 1:2 Fabio Kostner (24.07), 1:2 Matthias Eisenstecken (28.27), 2:3 Gabriel Vinatzer (31.31), 3:3 Mitch Stephens (34.59), 3:4 Jake Newton (39.05), 4:4 Fabio Kostner (40.38), 5:4 Gabriel Vinatzer (53.51), 5:5 Jake Newton (58.35), 5:6 Fabian Ebner (61.03)

Ev Bozen 84 Groupon – Egna Riwega 0-7 (0:3, 0:4, 0:0)

In casa EV Bozen gli assenti sono sempre i medesimi, ovvero l’attaccante Christian Timpone ed il portiere Marcello Platè. La formazione della Bassa Atesina, dal canto suo, può contare sull’intera rosa, visto che anche Marian Zelger è nuovamente arruolabile dopo aver scontato due turni di squalifica. Gli ospiti passano quasi subito grazie all’NHL Nick Bonino. Al 7.34, in situazione di powerplay, l’Egna raddoppia, con Brent Party, e al 14.18, sempre in 5 contro 4, cala il tris, firmato da Matteo Peiti. La prima sosta non placa Bertignoll e compagni, che, alla ripresa delle ostilità, continuano ad affondare: Rudi Locatin insacca per due volte, al 25.10 e al 31.51, poi è la volta del secondo sigillo di serata di Nick Bonino, e successivamente fa centro pure Flavio Faggioni. Nel corso del terzo tempo, invece, non si registrano più marcature, con i ragazzi di West che controllano e quelli di Carroll che non riescono a mettere dentro il disco del gol della bandiera.

Ev Bozen Groupon: Federico Tesini (Jan Dal Bosco), Stanislav Jasecko, Roland Battisti, Matteo Lotti, Luca Franza, Matthias Albarello, Christian Fabbretti, Michele Volcan; Oliver Schenk, Dylan Stanley, Thomas Unterfrauner, Philipp Grandi, Nicolò Pace, Manuel Obexer, Daniele Da Ponte, Hannes Hölzl, Franz Josef Plankl, Alexander Pancheri, Manuel Accarino, Lorenzo Piccinelli, Paolo Widmann. Coach: Fred Carroll

Egna Riwega: Alex Caffi (Martin Rizzi); Kevin Zucal, Manuel Bertignoll, Giulio Bosetti, Christian Rainer, Brent Patry, Alexander Sullmann; Nick Bonino, Michael Sullmann, Daniele Delladio, Urban Giovanelli, Markus Simonazzi, Matteo Peiti, Rudi Locatin, David Stricker, Flavio Faggioni, Hannes Walter, Patrick Zambaldi, Marian Zelger, Dominik Massar, Alex Tiziani. Coach: Joe West

Reti: 0:1 Nick Bonino (5.06), 0:2 Brent Party (7.34), 0:3 Matteo Peiti (14.18), 0:4 Rudi Locatin (25.10), 0:5 Rudi Locatin (31.51), 0:6 Nick Bonino (33.22), 0:7 Flavio Faggioni (34.16)

Hockey Pergine Sapiens – Sv Caldaro Rothoblaas 4-2 (1:1, 0:1, 3:0)

La compagine trentina si presenta all’ingaggio iniziale con ben cinque innesti provenienti dal Bolzano, ovvero i difensori Daniel Fabris e Hannes Oberdörfer, nonché gli attaccanti Federico Gilmozzi, Stefano Piva e Peter Wunderer. Sull’altro fronte manca sempre all’appello Brian Belcastro, ma si registra l’esordio stagionale di Thomas Pichler. Il match risulta assai equilibrato. Le linci si portano in vantaggio con Daniel Fabris all’8.15, ma al 13.26 vengono prontamente raggiunte dalla realizzazione di Matias Loppi. Le due squadre continuano ad equivalersi ed allora c’è bisogno di una situazione speciale perché il punteggio cambi un’altra volta. Nella seconda metà del periodo centrale gli altoatesini possono contare su una doppia superiorità a favore, non lasciandosi scappare l’occasione: con Marco Demattio e Pontus Moren in panca dei puniti, Thomas Waldthaler mette alle spalle di Commisso. Il vantaggio del Caldaro resiste sino al 52.56, momento in cui il terzino del Bolzano, Daniel Fabris, dimostra nuovamente le sue doti offensive, pareggiando i conti con la doppietta personale. I padroni di casa ci prendono gusto e, meno di due minuti più tardi, passano a condurre grazie a Lino De Toni. Nei secondi conclusivi, poi, Stefano Piva chiude la pratica, trasformando a porta vuota.

Pergine Sapiens: Thomas Commisso (Daniele Facchinetti), Alberto Meneghini, Alessandro Ambrosi, Troy Barnes, Hannes Oberdörfer, Daniel Fabris, Andrea Strazzabosco, Fabio Rigoni; Lino De Toni, Stefano Piva, Alessandro De Polo, Federico Gilmozzi, Pontus Moren, Devid Piffer, Alberto Virzi, Denny Deanesi, Loris Vincenzi, Marco Demattio, Peter Wunderer, Luca Mattivi. Coach: Marco Liberatore

Sv Caldaro Rothoblaas: Martino Valle da Rin (Daniel Morandell), Thomas Waldthaler, Adrian Marzoner, Daniel Spinell, Lukas Schweigkofler, Steve Pelletier, Markus Siller, Markus Kofler; Matias Loppi, Raphael Andergassen, Alexander Andergassen, Patrick Thomaser, Patrick Gius, Thomas Pichler, Lorenz Röggl, Michael Felderer, Manuel Gamper, Mirko Quinz, Daniel Morandell, Alex Tauferer

Coach : Thomas Sandlin

Reti: 1:0 Daniel Fabris (8.15), 1:1 Matias Loppi (13.26), 1:2 Thomas Waldthaler (36.02), 2:2 Daniel Fabris (52.56), 3:2 Lino De Toni (54.52), 4:2 Stefano Piva (59.36)

 

Tags: