KHL: la Lokomotiv aggancia la Dynamo Mosca in vetta

Dopo la pausa per la disputa del Karjala Tournament, andato in scena dall’8 all’11 Novembre, la lega più importante del vecchio continente ha riportato sul ghiaccio le compagini dopo dieci giorni esatti di stop.

Western Conference
di Simone Quargnal

Grazie alla vittoria in rimonta di oggi contro il CSKA, il Lokomotiv Yaroslavl ha portato a conclusione la lunghissima rincorsa ai capitolini della Dynamo. I biancorossi, sotto 0:2 dopo la prima frazione contro Datsyuk e soci, hanno poi ribaltato la partita nel giro di tre minuti grazie alle reti di Plotnikov, Petrov e Anisimov. Da ricordare che, nel big match odierno, si affrontavano i due migliori portieri della Lega, capilista per Save Percentage (Varlamov, Lokomotiv) e Goals Against Average (Stana, CSKA). I capitolini, guidati da Datsyuk e Radulov, top scorer della lega con 36 punti, mantengono tuttavia la quarta posizione in graduatoria. Alexander Ovechkin ha invece regalato ai suoi la vittoria, infilando Pekka Rinne a 2:45 dall’inizio dell’overtime nella sfida odierna contro la Dinamo Minsk. Tra la coppia di capilista e il CSKA troviamo lo SKA San Pietroburgo, vittorioso venerdì contro il Vityaz per 3:2, dopo un primo periodo irriconoscibile, chiuso in doppio svantaggio. I rossoblù sono riusciti ad avere ragione degli avversari solo nel corso dell’ultimo giro di lancette, quando il solito Kovalchuk, assistito dall’altrettanto solito Tarasenko, ha portato in vantaggio i suoi.

Al di là di un abisso di ben dieci lunghezze, il Severstal difende la sua quinta posizione dalla gagliarda rimonta dello Slovan Bratislava. Entrambe le formazioni hanno concluso le gare odierne ai tiri di rigore, con Severstal vittorioso sullo SKA e lo Slovan sconfitto dal Torpedo, suo diretto inseguitore in classifica e ora a -2 dagli Slovacchi.

Tra l’ottava e la decima posizione troviamo quattro squadre nel giro di altrettanti punti. Guida il gruppetto il Donbass Donetsk, tornato in zona playoff grazie alla vittoria odierna contro il Bars Kazan e alla contemporanea sconfitta del Lev Praga, apparso uno scalino sotto rispetto alle ultime, convincenti prestazioni dopo il cambio di allenatore. Dietro ai capitolini troviamo Dinamo Minsk e Vityaz, mentre a ventotto punti ritroviamo l’Atlant Oblast di Mosca, ritornato oggi alla vittoria dopo undici sconfitte filate e due cambi allenatori, proprio contro i leoni praghesi. Chiudono la graduatoria della Conference Ovest Spartak Mosca e Dinamo Riga. Degli ultimi cinque team in graduatoria, ben quattro (Lev Praga, Dinamo Minsk, Atlant, Spartak e Dinamo Riga) hanno cambiato i propri head coach nelle ultime tre settimane.

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G
1
Dynamo Msk
26
14
2
4
0
1
5
81-53
55
2
Lokomotiv
26
13
2
6
0
0
5
68-49
55
3
SKA
25
17
0
0
2
0
6
99-65
53
4
CSKA
26
13
3
2
0
0
8
76-55
49
5
Severstal
25
10
0
2
2
3
8
58-57
39
6
Slovan
25
9
0
4
3
0
9
64-64
38
7
Torpedo
25
10
0
1
3
1
10
77-76
36
8
Donbass
26
6
2
4
3
0
11
64-72
33
9
Lev
26
9
0
1
1
2
13
57-66
32
10
Dinamo Mn
26
7
4
0
0
2
13
55-78
31
11
Vityaz
26
4
0
6
4
2
10
60-70
30
12
Atlant
26
6
0
3
1
3
13
59-75
28
13
Spartak
26
6
1
1
4
1
13
58-82
27
14
Dinamo R
26
6
2
1
1
1
15
56-75
26

Eastern Conference
di Nicola Tosin

Ritorno sul ghiaccio con alcune pecche per la capolista Traktor : una sola netta vittoria contro il Barys Astana, mentre contro Avangard e Yugra ha lasciato per strada 3 punti. Se con la runner-up della passata stagione è arrivata una vittoria agli SO, con la decima forza della Conference non è riuscita ad andare oltre l’OT.
In seconda posizione troviamo proprio l’Avangard, che è riuscito ad espugnare Yekaterinburg in giornata dopo aver perso punti fra il 14 e il 16 del mese. Mercoledì la vittoria all’OT in casa di Malkin & Co, prima della già citata sconfitta contro la capolista della Eastern.
A chiudere il podio troviamo il Metallurg Magnitogorsk e reale seconda forza del “partito”, visti i 51 punti raccolti in 25 partite disputate. 2 sconfitte, tra cui quella in casa dello Yugra, e una singola vittoria contro il Barys Astana. Quarta piazza, ed ultima squadra in grado di rimanere a contatto con le prime tre, per l’Ak Bars. 50 punti in 26 partite e 7 punti raccolti nelle tre partite disputate dopo la sosta.
Metallurg Novokuznetsk e Sibir Novosibirsk aprono la seconda parte della classifica. Con 10 punti di distacco dal Kazan, guidano un gruppo di 6 squadre raccolte in 5 punti. Oltre alle già citate, troviamo : Salavat, Neftekhimik, Barys e Yugra. Quest’ultima è la vera sorpresa di questi ultimi giorni, viste le vittorie contro Metallurg Magnitogorsk e Traktor (all’OT).
A chiudere la Eastern troviamo sempre l’Amur e l’Avtomobilist. In 5 partite totali disputate da esse e con 15 punti a disposizione, il solo fanalino di coda è riuscito a conquistare un punto in casa dello Yugra.

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G
1
Traktor
25
15
0
2
3
1
4
83-53
53
2
Avangard
27
11
5
2
2
1
6
76-66
50
3
Metallurg Mg
25
15
0
0
3
3
4
82-54
51
4
Ak Bars
26
13
0
3
3
2
5
74-49
50
5
Metallurg Nk
25
10
2
1
3
1
8
77-75
40
6
Sibir
25
10
1
3
1
1
9
63-63
40
7
Salavat Yulaev
26
8
2
3
5
0
8
71-76
39
8
Neftekhimik
25
7
3
3
4
1
7
77-80
38
9
Barys
25
10
0
0
2
3
10
74-76
35
10
Yugra
26
9
1
2
2
0
12
72-83
35
11
Amur
27
6
1
1
1
0
18
58-83
23
12
Avtomobilist
26
3
0
1
3
2
17
52-96
16

Tags: