GHL: i Falchi Bosco volano sulla vetta del Fiemme Amateur GHL

(com. stampa GHL)  – Il 3 e 4 novembre otto formazioni hanno disputato il primo GHL Fiemme Amateur Trophy.
Abbiamo visto partite combattute e mai scontate, correttezza sul ghiaccio e strisciante indisciplina al pub sottozero sopra al ghiaccio, vere vecchie glorie pronte a rispolverare i migliori tricks dell’old time hockey e principianti in cerca di salvezza sul ghiaccio, il presidente di una lega più seria della nostra pronto a chiudere gli avversari in balaustra, i bastioni degli Old Timers in fiamme mentre il Condottiero dormiva in spogliatoio e infine luganeghe, crauti, polente e stinchi fumanti andare incontro al sacrificio pur di ritemprare l’affamata tribù discatoria. Un saporito hockey di livello amatoriale come piatto principale e tra i contorni tutto il meglio che si può trovare in un torneo in puro GHL style, perfettamente organizzato dagli amatori fiamazi.
Come pronosticato, nessuno dei centoventi giocatori ha lasciato la pista senza aver prima consumato ogni personale riserva di grinta ed energia. Venti partite dirette con sicurezza dal gruppo arbitri (Bono, Sirok, Maier e Ceschini) che questa volta fischiava in casa del coordinatore Demattio.

Nella prima giornata le squadre hanno lottato per accedere alla parte nobile del calendario, quella che alla domenica avrebbe permesso loro di giocarsi il trofeo.
A fine giornata i Blue Beavers Zanica regoleranno a punteggio pieno il girone A, seguiti dal Jazzon Cavalese al secondo posto, con Mummies Bologna e HCS Vallada relegati al girone di consolazione.

I Falchi Bosco Chiesanuova con altrettanta sicurezza vinceranno il girone B, seguiti dai Basalisc’ Claut, mentre Frozen Goofies Bologna e Old Timers Milano chiudono la classifica.

La domenica mattina quasi tutti gli hockeisti riescono a tornare sul ghiaccio. Qualcuno rimane in branda, qualcun altro si riaddormenta in spogliatoio.
Nel tabellone delle perdenti, le Mummie bolognesi superano gli Old Timers per 2 a 1 mentre il Vallada regola i Goofies 2a0.

In seguito il Vallada batterà le Mummie per 4 a 2, agguantando il quinto posto, mentre i felsinei Frozen Goofies si isseranno al settimo posto battendo 3 a 1 gli Old Timers meneghini.

Dal lato nobile del tabellone, le semifinali vedono prevalere nettamente gli orobici Blue Beavers sul Basalisc’ Claut per 4a0, mentre in partita rocambolesca un Jazzon Cavalese tanto ricco di talento quanto carente di acume tattico, gioca costantemente all’attacco, subisce sulle ripartenze e recupera in pochi minuti quattro goal ai Falchi Bosco per poi andare a perdere ai rigori.

Nella finale di consolazione il Jazzon regola per 4 a 2 i friulani del Claut, autori di un bel torneo.

La finale vede fin dall’inizio i Falchi Bosco al comando delle operazioni, con i Blue Beavers che appaiono nettamente sottotono rispetto ai precedenti incontri. L’inerzia della partita rimane inesorabilmente a favore della formazione cimbra, che al termine prevale per cinque reti a zero.

Festa grande quindi per i veronesi, campioni in carica del campionato GHL, che dimostrano ancora una volta la bontà della forgia hockeistica da cui sono stati creati.

La Classifica Finale

  1. Falchi Bosco Chiesanuova (Vr)
  2. Blue Beavers Zanica (Bg)
  3. Jazzon Cavalese (Tn)
  4. Basalisc’ Claut (Pn)
  5. HCS Vallada (Bl)
  6. Bologna Mummies
  7. Frozen Goofies Bologna
  8. Old Timers Milano

I premi individuali:

  • Miglior portiere: Nicola Valbusa (Falchi)
  • Miglior difensore: Fabio Vicenzi (Vallada)
  • Miglior attaccante: Cristian Tupini (Falchi)

I risultati degli incontri:

– SABATO  3 NOVEMBRE
HCS Vallada – Jazzon Cavalese    0:3
Frozen Goofies Bologna – Falchi Bosco  0:3
Blue Beavers Zanica – Bologna Mummies  2:0
Old Timers Milano – Basalisc’ Claut  1:2
HCS Vallada – B.Beavers Zanica   1:2
Frozen Goofies Bologna – Old Timers Milano 3:2 dtr
Jazzon Cavalese – Bologna Mummies   6:0
Falchi Bosco – Basalisc’ Claut   1:0
HCS Vallada – Bologna Mummies    1:2 dtr
Frozen Goofies Bologna – Basalisc’ Claut 1:4
Jazzon Cavalese – Blue Beavers Zanica  1:3
Falchi Bosco – Old Timers Milano   4:0

– DOMENICA  4  NOVEMBRE
SEMIF. 5°-8°: Bologna Mummies – Old Timers Milano  2:1
SEMIF. 5°-8°: Frozen Goofies Bologna – HCS Vallada 0:2
SEMIF. 1°-4°: Blue Beavers Zanica – Basalisc’ Claut 4:0
SEMIF. 1°-4°: Jazzon Cavalese – Falchi Bosco  4:5 dtr
FINALE 7°-8°: Old Timers Milano – Frozen Goofies Bologna 1:3
FINALE 5°-6°: Bologna Mummies – HCS Vallada  2:4

FINALE 3°-4°: Jazzon Cavalese – Basalisc’ Claut 4:2

FINALE 1°-2°: Blue Beavers Zanica – Falchi Bosco 0:5

_____________________________________

I Falchi vincono a Cavalese

(dal sito dei Falchi Bosco Chiesanuova) – La squadra senior dei Falchi si aggiudica la prima edizione del Fiemme Amateur Trophy, torneo organizzato secondo le regole della GHL. La competizione, a otto squadre, le vedeva suddivise in due gironi da quattro: le prime due di ogni girone si incrociavano per l’accesso alle finali per il 1° ed il 3° posto, le altre per i piazzamenti dal 5° all’8°.

Il team di Bosco Chiesanuova, ridotto in pochi effettivi nonostante qualche innesto del luogo, esce dal girone B al primo posto. All’esordio i Frozen Goofies Bologna vengono battuti per 3-0; nel secondo match i cimbri hanno vita difficile con i Basalisc’ Claut, superati di misura 1-0 con molte parate decisive da parte del portiere avversario; l’incontro conclusivo vede gli arancioneri battere 4-0 i pur volonterosi Old Timers Milano.

La semifinale vede i Falchi opposti al team di casa, i forti Jazzon Cavalese. La partita è incredibile: avanti per 4-0 alla fine del primo tempo, i veronesi si fanno neutralizzare lo scarto nel secondo parziale! Il 4-4 finale porta le due squadre ai rigori: Nicola Valbusa ne para 3 su 3, mentre al terzo tiro Stefano Sartorelli spedisce in rete dopo un flipper sui pali della gabbia.

In finale i Blue Beavers Zanica, favoriti del campionato GHL e primi del girone A, forse per qualche defezione importante, lasciano troppi spazi ai Falchi, che dilagano e vincono 5-0.

A fine torneo, organizzato molto bene dai ragazzi della GHL, oltre alla coppa di 1° classificato il team dei Falchi si ritrova, a sorpresa, anche il premio per miglior portiere del torneo a Valbusa e quello di miglior attaccante a Christian Tupini (doppietta in finale).