Il canadese Mitch Stephens in Val Gardena

Per reagire alla partenza di Niklas Anger di settimana scorsa il Gherdeina porta a Selva il centro 30enne Mitch Stephens. Il canadese di Forrest ha iniziato la stagione in CHL con i Rapid City Rush, con cui ha realizzato un assist in due partite. A Rapid City (con l’ex Asiago e Valpe Damian Surma) Stephens ci è tornato dopo tre fortunate stagioni con gli Starbulls Rosenheim, promossi altrettante stagioni fa dalla Oberliga alla Seconda Bundesliga. Con i Tori stellati Stephens ha già incontrato l’hockey italiano nelle numerose amichevoli estive che i bavaresi scelgono per la loro preseason. Tra queste il neo rossoblù ha segnato il gol del 3-0 al Cortina in un’amichevole precampionato a Rosenheim, e quella del 2-1 sul Vipiteno pochi giorni prima. In Bundesliga Stephens ha messo a frutto 84 punti (30+54) in 96 gare di regular season, con uno score di 33 punti (10+23) in 29 match di playoff. 80 punti (29+51) al primo anno in Oberliga nelle 53 gare ufficiali.

L’arrivo di Stephens è previsto la prossima settimana per esordire l’11 novembre contro il Merano. Ci sono ancora alcuni problemi burocratici legati anche la fatto che il giocatore al momento è a New York dove perversa l’uragano “Sandy”.

Il Gherdeina, al momento penultimo, paga per un roster accorciato da squalifiche (3 giornate a Marco Senoner e 2 a Gabriel Lang) e infortuni: 2 mesi di stop per Fabrizio Senoner (clavicola rotta), 10 giorni per Oliver Schenk (commozione cerebrale), 2 settimane per Joel Brugnoli (caviglia) e almeno 2 settimane anche per Ivan Demetz (distorsione). Secondo quanto comunicato dalla società sul sito ufficiale, lo staff lamenta anche uno scarso apporto dal partner team Fassa.

Stats su EliteprospectsEurohockey