Un grande Renè Baur non ferma il Renon: Cortina battuto 3 a 1

Il Renon trova una bella vittoria casalinga contro il Cortina, vincendo 3 a 1 una partita dominata sul piano del gioco e riscattando così la sconfitta ai rigori subita giovedì ad Alba di Canazei. Gli scoiattoli, forse provati dalla rimonta subita giovedì contro l’Asiago, non sono mai stati in partita nonostante il provvisorio pareggio di Gron e il risultato incerto fino alla fine abbiano comunque mantenuta viva la partita. I ragazzi di Rob Wilson hanno sprecato troppo sotto porta, anche grazie alla grande serata di Renè Baur, che ancora una volta ha preso il posto di J.P. Levasseur: il computo finale dei tiri, però, è più che chiaro, con 51 tiri per il Renon, 23 per il Cortina. Unica defezione tra gli ospiti quella di Gabriele Moretti, infermeria piena invece per i Rittner Buam: out infatti Hafner, Rasom, Frei e Ryan Ramsay, ancora sofferente per il trauma cranico subito giovedì sera.

Ritten Sport Renault Trucks – Hafro Cortina 3 – 1 [1-1; 0-0; 2-0]

Il Renon parte con il piede sull’acceleratore e la serata di Baur non parte nel migliore dei modi: al 2:56 T.J. Kemp prova il tiro dallo slot, Baur goffamente non trattiene e il disco scivola lentamente in rete. I padroni di casa continuano a spingere, ma Fauster e Daccordo si fanno murare da un efficiente Baur: dall’altra, invece, l’unica occasione per gli ampezzani capita sulla stecca di Albers, che spara però su Pogge. Il Renon sfiora il raddoppio con Scelfo, che si fa fermare ancora una volta da Baur al termine di un’azione di breakaway. A 24 secondi dal termine della frazione, però, il Cortina trova a sorpresa il pareggio: azione di powerplay molto confusa, che termina con il gol di Stanislav Gron convalidato soltanto dopo l’istant replay. 1 a 1 alla prima sirena.

Il secondo drittel vede ancora il Renon sugli scudi, ma Tudin spreca clamorosamente una doppia occasione davanti alla gabbia di Baur. E’ ancora il numero 19 dei Rittner Buam a sciupare il vantaggio pochi minuti dopo, non riuscendo a ribadire in rete a porta sguarnita un rebound concesso dal goalie ampezzano: non finisce qua, perché Scelfo a metà frazione centra il palo da buona posizione. Il Cortina non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Pogge, ma rischia comunque di trovare il gol del vantaggio con Felicetti, anche lui fermato dal palo. La frazione termina con altre due grandi opportunità per i padroni di casa, prima con Hackhofer che si fa murare da Baur in occasione di un breakaway dall’uscita della panca puniti, poi anche Kemp spreca tutto solo davanti alla gabbia avversaria. Il Cortina invece ha un’ottima opportunità in powerplay, che non è però efficace. E’ quindi un caso se la seconda frazione termina a reti inviolate, con il risultato inchiodato sull’1 a 1.

I ragazzi di Rob Wilson riescono nel terzo tempo a concretizzare le occasioni, con due reti in powerplay: al 41:50 ci pensa il solito Domenico Perna a mettere in fondo al sacco sfruttando al meglio l’assist di Mitchell. Il Cortina subisce il colpo e non riesce a impostare un’azione offensiva degna di nota, mentre il Renon continua a macinare occasioni trovando al 49:43 il colpo del ko: ancora in powerplay Hackhofer cerca lo slap dalla blu, trovando la deviazione vincente di Thomas Spinell. La rete piega definitivamente le gambe agli ampezzani, che nemmeno con il sesto uomo di movimento riescono a creare pericoli considerevoli davanti alla porta difesa da Justin Pogge. 3 a 1 il risultato finale, dal quale risalta comunque la grande serata di Renè Baur.

Le tre stelle della settimana:

1. T.J. Kemp (Rit) – 2 pts (1+1)

2. Domenico Perna (Rit) – 1 pts (1+0)

3. Renè Baur (Cor) – 51-48
Ritten Sport Renault Trucks – Hafro Cortina 3 – 1 [1-1; 0-0; 2-0]

Reti: 1:0 T.J.Kemp (2.56), 1:1 Stanislav Gron (19.36), 2:1 Domenico Perna (41.50), 3:1 Thomas Spinell (49.43)

Renon Sport Renault Trucks: Justin Pogge (Josef Niederstätter); Kevin Mitchell, TJ Kemp, Ingemar Gruber, Fabian Hackhofer, Ruben Rampazzo, Klaus Ploner; Dan Tudin, Greg Jacina, Domenico Perna, Emanuel Scelfo, Mathias Fauster, Rence Coassin, Lorenz Daccordo, Alexander Eisath, Thomas Spinell
Coach: Rob Wilson

Hafro Cortina: Renè Baur (Luca Burzacca); Darrell Hay, Paul Albers, Luca Zandonella, Michele Zanatta, Luca Zanatta; Derek Edwardson, Stanislav Gron, Matt Siddall, Giorgio De Bettin, Luca Felicetti, Ryan Dingle, Francesco Adami, Christian Menardi, Andrea Moser, Andrea Baldo
Coach: Clayton Beddoes

Arbitri: Bosio, Gasser, Cristeli M., Cristeli C.
Tiri:
51-23
Minuti di penalità:
10-12
Spettatori: 621