Stracciante vittoria dell’Egna sull’EV Bozen

di Christian Flor

L’Egna batte per 6 a 3 il Bolzano dopo una partita che ha praticamente dominato fin dall’inizio per riprendersi la rivincita per il 3 a 2 sofferto all’andata.

Un tiro di Schenk per gli ospiti, dopo solo 1:15 dal fischio iniziale, fa presagire una partita ricca di azioni e di gol. Tuttavia, all’1:39, con Fabretti prima e Lotti tre minuti dopo, i bolzanini subiscono due penalità che gli costano caro. Infatti, l’Egna comincia ad attaccare e produce diverse conclusioni: quella di Micheal Sullmann al 2.05’; quella di Locatin dalla blu in posizione centrale 20’’ dopo; quelle di Alexander Sulmann dalla blu al 4.40. Tutte vane fino al minuto 5.25, quando Alexander Sullmann, con l’assist di Micheal Sullman e Matteo Peiti, riesce a trafiggere il goalie avversario.
La squadra di casa non ritiene sufficiente il vantaggio, e cerca il raddoppio con un contrattacco di Micheal Sullmann a cui fanno seguito un tiro di Patry al 6:45 ed uno dalla blu di Manuel Bertignoll all’8:30. Il Bolzano si conferma una delle squadre più in forma del momento e cerca il pareggio, prima con Jasecko dalla blu al 13:50 e poi con Grandi al 16:53, ma Martin Rizzi riesce a mantenere il risultato sull’1-0. Le Oche Selvagge rispondono con due gol : il primo arriva al 18.31 grazie a Micheal Sullmann e il secondo con Nick Bonino, 25″ esatti dopo la seconda marcatura.

L’Egna riesce a realizzare il poker ad appena 50″ dall’inizio del secondo tempo con Rudi Locatin, dopo la vincita di un faceoff. Nonostante le 4 reti di svantaggio, i biancoblù guidati da Carroll cercano quanto meno di accorciare le distanze. Si susseguono varie azioni, come quelle di Stanley, dopo il contrattacco in solitaria dalla rossa al 21:55, e il missile dalla blu di Jasecko al 23:20. Finalmente, 20″ dopo, un’azione termina con un diagonale di Stanislav Jasecko alle spalle di Rizzi. La squadra capitanata da Bertignoll non si fa intimorire e risponde con svariati tiri: Peiti al 30:25 e 2″ dopo Micheal Sullman. Lo stesso Matteo Peiti, al minuto 35:59 riesce a segnare, dopo aver sfruttato un tiro di Reiner rimbalzato sulla balaustra.
La squadra in bianco non sembra volersi fermare e si rende nuovamente pericolosa con un potente tiro di Patry al 37:15 e un diagonale di Alexander Sullmann al 38:32. I bolzanini rispondono con una rete di Dylan Stanley, assistito da Jasecko, a 24″ della fine del secondo tempo.

La prima conclusione dell’ultimo drittel è marcata Egna, e arriva 5’40” dal ritorno sul ghiaccio. Successivamente, i bolzanini cercano e riescono a creare molte occasioni gol, tra le quali spuntano : il diagonale dalla blu di Jasecko al 49:50, il contrattacco in solitaria di Unterfrauner 40″ dopo e il tiro da posizione centrale di Dal Bosco al 51:20. Pochi minuti più tardi, precisamente al minuto 55:57, il solito Dylan Stanley riesce a portare la gara sul 5-2. Un minuto dopo, l’Egna riesce a riportare a 3 le reti di vantaggio grazie ad un empty-net goal siglato da Rudi Locatin.
La squadra di casa chiude con due azioni di Bonino, tra cui una fermatasi sul palo, ma il risultato non subisce variazioni.

HC Egna Riwega – EV Bozen 84 : 6-3 (3-0; 2-2; 1-1)

Marcatori: 1-0 Alexander Sullmann (PP) (M. Sullmann, Peiti) 5.36; 2-0 Michael Sullmann (Bonino, Patry) 18.31; 3-0 Nicholas Bonino (Peiti, M.Sullmann) 18.56; 4-0 Rudi Locatin (PP) (Bonino, Delladio) 20.50; 4-1 Stanislav Jasecko (PP) (Stanley) 29.10; 5-1 Matteo Peiti (Rainer, Bonino) 35.59; 5-2 Dylan Stanley (PP) (Jasecko) 39.36; 5-3 Stanley Dylan 55.57; 6-3 Rudi Locatin (EN) (Rainer) 56.50.

HC Egna Riwega: Martin Rizzi (Alex Caffi), Kevin Zucal, Michael Sullmann, Daniele Delladio, Rudi Locatin, Manuel Bertignoll, Urban Giovanelli, Giulio Bosetti, Markus Simonazzi, Matteo Pieti, Alex Tiziani, Marian Zelger, Flavio Faggioni, Hannes Walter, Nicholas Bonino, Davide Stricker, Christian Rainer, Brent Patry, Patrick Zambaldi, Dominik Massar, Alexander Sullmann.
Allenatore: Paolo Bonazzo.

EV Bozen 84: Federico Tesini (Jan Dal Bosco), Simon Obexer, Stanislav Jasecko, Thomas Unterfrauner, Manuel Accarino, Roland Battisti, Philipp Grandi, Nicolò Pace, Matteo Lotti, Luca Franza, Federico Tesini, Matthias Albarello, Christian Fabbretti, Daniele Da Ponte, Hannes Holzl, Alexander Pancheri, Franz Josef Plankl, Lorenzo Piccinelli, Oliver Schenk, Dylan Stanley.
Allenatore: Fred Carroll.

Penalità : 24-18 (4-8; 6-4; 14-6)

Tiri : 28-17

Tags: