Il punto sulla dodicesima giornata

di Max

La dodicesima giornata del massimo campionato nazionale va agli archivi registrando le secche vittorie casalinghe di Alleghe e Val Pusteria, quella esterna del ritrovato Bolzano e quelle di Asiago e Fassa ottenute rispettivamente nell’extra time ed ai rigori.

La capolista Val Pusteria infligge un tennistico 6 a 2 alla Valpe che pure era partita bene con il primo vantaggio di Ihnacack. Anche ieri sera i pusteresi hanno dimostrato che, al momento, sono loro la forza da battere in questo campionato e con una reazione veemente hanno inflitto una severa punizione alla malcapitata pattuglia di Mike Flanagan. Hofer & Helfer e compagni hanno fatto vedere di poter giocare con le quattro linee ed il poter disporre in terza d’ attacco di un campionissimo come Ben Guitè che ha permesso ai giovani Glira, Tauber e Crepaz di rendersi protagonisti. Ottima, come sempre la prestazione di Patrick Bona, impreziosita da una segnatura e da un assist al bacio per Pat Kavanaugh. Insomma i Lupi sembrano proprio pronti per il “derby dei derby” di sabato sera al Palaonda contro i Campioni in carica del Bolzano.

L’Alleghe, dal canto suo, nonostante le numerose ed importanti assenze (Alberto e Nicola Fontanive oltre a Guyer) ha superato la resistenza del Milano più facilmente del previsto. Gli uomini di coach Da Rin hanno chiuso il primo drittel col minimo svantaggio (Monferone) per poi subire le due segnature di Das Tos e McMonagle. La rete definitiva di Waddell nel tempo finale ha fatto calare il sipario su una serata tutta da dimenticare per i rossoblu.

Il Bolzano, contrariamente ai meneghini, ha dimostrato di aver digerito lo sforzo di martedì sera ed ha espugnato facilmente il Pala Vuerich, oramai sempre più terra di conquista per le formazioni ospiti. Dopo un poker consecutivo di insuccessi la formazione di Brian McCutcheon ha mostrato i muscoli: la partita è stata sinceramente a senso unico, i biancorossi campioni d’Italia l’hanno dominata in lungo ed in largo concedendo ai padroni di casa l’unica segnatura (Pajic) in situazione di power play. Per i bolzanini hanno segnato Anton Bernard, Mark McCutcheon, Andrea Ambrosi, Ryan Flynn ed Enrico Dorigatti. Insomma anche il Bolzano sembra affilare i denti per “il derbissimo” di sabato sera al Palaonda contro il Val Pusteria.

Il tenace Val di Fassa Ferrarini ai tiri di rigore è riuscito ad avere la meglio del più quotato Renon. I Rittner Baum hanno pagato forse lo sforzo della vittoria nel derby di sabato scorso e nonostante essere stati due volte in vantaggio si sono fatti sempre raggiungere dai padroni di casa. I Lupetti dell’altipiano avrebbero potuto far loro il match all’overtime ma le strepitose parate del decisivo Frank Doyle hanno portato il match ai rigori dove i ladini sono riusciti a beffare i più quotati avversari ottenendo i due punti della vittoria.

Il poker di segnature dello slovacco Stanislav Gron non è incredibilmente bastato al Cortina per avere la meglio sull’Asiago. Gli scoiattoli già in vantaggio per 3 a 0 dopo poco più di tredici minuti hanno dilapidato il loro vantaggio e dal 5-2 raggiunto a fine del secondo tempo si sono fatti raggiungere dall’Asiago nel corso del terzo drittel. La segnatura di Layne Ulmer all’overtime ha regalato i due punti agli ospiti giallorossi.

Classifica

Lupi Fiat Professional Val Pusteria 33
Valpellice Bodino Engineering 24
Renon Sport Renault Trucks 24
Alleghe Tegola Canadese 21
HC Bolzano Foxes 20
Migross Supermercati Asiago 15
Milano Rossoblu 15
Val di Fassa Ferrarini 13
Hafro Cortina 10
Aquile FVG Pontebba 5

Tags: