Esordio da dimenticare per l’Ambrosiana Milano

(Comun. stampa HC Ambrosiana Milano) – L’Hockey Club Ambrosiana inizia il primo girone di andata perdendo contro il Real Torino per 10 a 1.
Un esordio amaro quello del Tazzoli che comunque dovrà essere un buon punto di partenza per i prossimi incontri a partire già dal prossimo turno di campionato con la sentitissima trasferta in casa dei Falchi Lecco.
Che non sarebbe stato un esordio semplice era già cosa nota, una missione quasi impossibile quella di espugnare alla prima giornata il campo dei campioni in carica Piemontesi.
I padroni di casa partono forte e si portano in vantaggio al 01.52 con il terzino Famà che batte Ghirardelli per l’esultanza del Tazzoli. Passa appena un minuto e mezzo e sono ancora i sabaudi ad andare in rete con il raddoppio firmato al 03.38 da Quattrone.
L’Ambrosiana fatica a rialzarsi dall’uno-due dei padroni di casa almeno fino al 09.27, momento in cui Costa su assist di Tansi infila Di Girolamo mettendo a segno la rete milanese e dimezzando le distanze. Una gran bella reazione che lascia ben sperare, ma le troppe penalità influiscono molto sulla prestazione della squadra di coach Docimo, che subisce in chiusura di tempo due reti in rapida successione prima di Moro e subito dopo di Di Fabio in superiorità numerica. Il primo tempo finisce sul risultato di 4 a 1 per i piemontesi.

Al rientro sul ghiaccio è il Real Torino, ancora in superiorità numerica a trovare la via del gol con la seconda rete di Moro. L’Ambrosiana ha subito l’occasione di riavvicinarsi, ma Ferri (neo capitano) e compagni non riescono a sfruttare due superiorità numeriche.
Qui esce di scena la compagine milanese: le troppe penalità e la ancora approssimativa preparazione fisica fanno capitolare l’Ambrosiana ancora 4 volte.
L’ultimo periodo si apre senza particolari colpi di scena. L’ Ambrosiana spinge alla ricerca dei gol che potrebbero rendere meno severo il passivo, ma gli attaccanti milanesi non riescono a rendersi pericolosi dalle parti di Russo subentrato a Di Girolamo. Arriva, invece, l’unica marcatura per questo periodo dei padroni di casa che vanno in rete con Brescia.
Difficile pensare che ci possano essere dei lati positivi in questa severa lezione, ma invece è così. L’Ambrosiana è squadra rinnovata, unita e ricca di entusiasmo, con un ottimo collettivo e importanti individualità, che ha “scoperto” di avere già nel proprio roster quei giocatori che potrebbero fare la differenza in questo campionato, senza doverli cercare altrove. Ne è un grandissimo esempio il brillante e roccioso difensore Quatela che, al suo esordio stagionale, sembra un giocatore rinnovato rispetto al passato, più concreto in fase di impostazione e possibile leader della linea di difesa e di questa squadra.
Prossimo appuntamento domenica 21 Ottobre alle ore 18.30 con l’Ambrosiana Milano ospite dei Falchi Lecco.
Real Torino – Ambrosiana Milano 10-1 (4-1 ; 5-0 ; 1-0)
01.52 Famà (Cohen – Bortolotto), 03.28 Quattrone (D’Emiliano), 09.27 Costa (Tansi), 14.18 Moro(Tarricone- Cohen), 16.56 Di Fabio (Moro), 21.56 Moro (Brescia – Quattrone), 26.24 Svaicari, 31.09 Bortolotto (Quattrone- Famà), 33.53 Quattrone, 35.56 Cohen (Brescia), 44.03 Brescia