U20 – Asiago, Pusteria e Bolzano al comando

E’ ripartita la stagione 2012/13 del campionato under 20, quello che dovrebbe consacrare definitivamente i migliori giovani talenti pronti per le serie senior, e fondanti il futuro del nostro hockey. Dalle 13 squadre del 2011/12 sono rimaste in 10 a contendersi il titolo. All’appello manca addirittura il Vipiteno campione in carica, le cui leve dello scorso biennio formano l’ossatura della squadra che oggi riparte dalla serie A2.
Dominatore della resular season 2012 (sia nella 20 sia nella 18) ma uscito clamorosamente ai quarti di U20 e semifinali U18, il Val Pusteria torna a fare la voce grossa con due vittorie nelle prime due gare. La prima scappando via al Cortina (doppiette di Aaron Tomasini e  Georg Aichner), la seconda contenendo la rimonta dell’Egna.
Assente il Merano (giocatori in prestito al Pusteria), delle prime 4 dell’anno scorso c’è solo l’Asiago a punteggio pieno. I giallorossi possono contare anche sui ragazzi che l’anno scorso persero solo in finale nell’under 18. Cinque reti contro il Caldaro e tanti gol anche a Cortina per il successo giallorosso, con le doppiette di Damiano Bravin per gli ampezzani e del comasco Simone Oliviero per l’Asiago.

Anche il Ritten Sport, vicecampione di U20 e quarto nell’U18, parte tra i favoriti per quest’anno nonostante sia incappato alla prima giornata subito in una sconfitta. Contro il Bolzano, in una partita dove gli arbitri hanno fischiato 32 penalità da 2 minuti, i lupetti sono stati raggiunti due volte con i bolzanini che hanno trovato il gol vittoria el 49° con Davide Farinella. Liscia la vittoria del Renon contro il Milano: 10-0 con la prima tripletta di Julian Kostner, 61 punti in 23 partite nella passata stagione.
E’ la suova società bolzanina in collaborazione tra l’HC Bolzano e il Bozen 84 a cercare di colmare quel buco generazionale che s’è creato nel capoluogo sudtirolese. L’hockey bolzanino lo scorso anno giunse ottavo con il Bozen 84 nell’U20 e penultimo su 16 squadre con l’HCB nella 18. Buono invece l’avvio del nuovo campionato con i due punti da Collalbo e il successo in casa contro l’Appiano (shutout di Patrick Ladurner). I Pirati di Anton Weger l’anno passato finirono dodicesimi (penultimi) davanti al Pontebba mentre i nuovi innesti dalla 18 si fermarono al decimo.
Una vittoria e una sconfitta per la nuova entrata Caldaro, come pure il Gherdeina che ha preso il posto del Fassa, continuando il rapporto di collaborazione e unione nei campionati nazionali dei settori giovanili.
Due insuccessi per l‘Egna, sesto l’anno scorso precedendo il Cortina che però vinse il campionato con la 18. Anche gli ampezzani non sono partiti per il meglio rimediando due sconfitte. In coda a zero punti c’è anche il Milano Rossoblu (11° l’anno scorso) che nella prossima partita contro l’Asiago dovrà fare a meno di Andrea Sala, il quale verrà squalificato per almeno una giornata dopo il 5+20 rimediato per carica con bastone contro il Ritten Sport. Real Torino e Fassa non hanno iscritto le rispettive rappresentative. Niente da fare nemmeno per i friulani del Pontebba: troppo pochi numericamente per affrontare nuovamente un campionato che l’anno scorso concluse con una vittoria (a tavolino) in 24 partite, condito da altrettanti gol fatti e 187 subiti.
Milano resta quindi l’unica realtà nel massimo campionato giovanile nazionale che non sia veneta o altoatesina.

LA FORMULA
La regular season finirà il 25 gennaio 2013, dopo di che il campionato si spaccherà in due in maniera verticale. La prima (ripartenza con 8 punti) con la quarta (6), la quinta (4), la settima (2) e la decima (0) formeranno il Girone A. In quell’altro ci saranno le restanti formazioni con un punteggio proporzionale al piazzamento (come nell’altro raggruppamento).
Questa seconda parte di campionato si svolgerà in un solo girone di andata (2, 13, 16 e 23 febbraio 2013) premiando le prime 4 di ciascuna con i play-off. I quarti di finale saranno alla meglio delle tre partite (28 febbraio, 2 e 4 marzo), come pure le semifinali (9, 14 e 16 marzo) e le tre gare di finale racchiuse in quattro giorni (21, 23 e 25 marzo). La finalina per il terzo posto si giocherà a gara secca il 23 marzo.

1ª giornata (22/9)
Val Pusteria – Cortina 7-2 (2-1, 3-1, 2-0)
Appiano – Milano Rossoblu 7-2 (3-0, 2-1, 2-1)
Gherdeina-Egna 6-2 (3-1, 3-1, 0-0)
Ritten Sport – B&B Hockey 2-3 (1-1, 1-1, 0-1)
Caldaro – Asiago 1-5 (1-1, 0-2, 0-2)

2ª giornata (29/9)
B&B Hockey – Appiano 2-0 (2-0, 0-0, 0-0)
Cortina – Asiago 3-6 (1-2, 0-1, 2-3)
Milano Rossoblu – Ritten Sport 0-10 (0-3, 0-3, 0-4)
Caldaro – Gherdeina 6-1 (2-0, 3-1, 1-1)
Egna – Val Pusteria 2-3 (0-1, 0-2, 2-0)

Prossimo turno, 3ª giornata (6-10)
Val Pusteria – B&B Hockey
Gherdeina – Ritten Sport
Milano Rossoblu – Asiago
Egna – Cortina
Appiano – Caldaro

Classifica P.ti i V-N-P  gol  +/-
Asiago        6 2 2-0-0 11-4    7
Val Pusteria  6 2 2-0-0 10-4    6
B&B           6 2 2-0-0  5-2    3
Ritten Sport  3 2 1-0-1 12-3    9
Appiano       3 2 1-0-1  7-5    2
Caldaro       3 2 1-0-1  7-6    1
Gherdeina     3 2 1-0-1  7-8   -1
Egna          0 2 0-0-2  4-9   -5
Cortina       0 2 0-0-2  5-12  -7
Milano        0 2 0-0-2  2-17 -15

Così nel 2011/12
Partecipanti          U20 U18
HC Val Pusteria Junior 5°  3°
Ritten Sport Hockey    2°  4°
Asiago Hockey          3°  2°
SG Cortina             7°  1°
HC Egna                6°  9°
HC Gherdeina/Fassa     9°* 6°
B&B Hockey             8° 15°
H Milano Rossoblù     11°  –
HC Appiano Pirates    12° 10°
SV Caldaro             –  12°
* come Fassa

Calendario
Stagione 2011/12
Il campionato Under 20

Tags: ,