Vipiteno a valanga sul Bozen 84

(da broncos.it) – L’EV Bozen rimane sotto le sue possibilità e viene travolto dai Broncos. “Abbiamo avuto un’ottima partenza e siamo usciti dagli spogliatoi concentratissimi. Questo è un segno molto positivo ed era anche il punto cruciale in questa partita, dato che l’EV fin dal primo minuto si trovava in una buca. Riprendersi da una partenza del genere è molto difficile, questo è successo a noi a Peiting.” riassume la partita il tecnico Oly Hicks.

Infatti i Broncos partono come i razzi e già dopo 56 secondi Tobias Kofler segna la sua prima rete di questa serata. L’EV è sbilanciato fin dal primo cambio e non si riprende più. Gli stalloni fanno il bello ed il brutto tempo di questo incontro e diverse volte chiudono gli ospiti nella loro zona difensiva per minuti interi. Al 7° un Platè apparso non troppo sicuro non riesce a trattenere un tiro di Eastman, perde il disco, il quale rimane vicino al palo e Tobias Kofler è pronto una seconda volta. Gunnar Braito e Daniel Erlacher hanno altre occasioni ghiottissime, prima che Hannes Stofner incorona un bel cambio della sua linea al 12° con il 3 a 0. Wieser, Caig e Stofner hanno ancora una marcia in più degli altri, ma sull’intera partita nessuna delle formazioni offensive si fa contenere dalla difesa ospite. Dopo una delle tante belle azioni di Wieser, Caig segna il 4 a 0 con una sassata e Patrick Mair fissa il parziale di 5 a 0 a soli 41 secondi dalla sirena. Poco prima tocca ad Unterfrauner la prima vera occasione per l’EV.

Nel secondo drittel la musica non cambia, quando Eastman dopo soli 35 secondi inventa un lunghissimo passaggio per Caig che vede Wieser da solo davanti alla porta, il quale a sua volta spiazza Platè con un move bellissimo. Platè lascia la sua gabbia per Tesini, il quale all’inizio para molto bene, ma verso la fine del tempo si deve arrendere a sua volta contro l’arrembaggio dei Wipptaler. Prima è Christian Sottsas che a tre minuti dal termine cadendo segna il 7 a 0, dopo di lui tocca a Daniel Erlacher che segna con un bel tiro di prima dallo slot e Patrick Mair con soli 12 secondi sull’orologio aggira la porta e non lascia scampo a Tesini con un polsino indirizzato esattamente all’incrocio dei pali.

Il terzo tempo inizia ancora con un arrembaggio degli stalloni, i quali in soli cinque minuti colpiscono dua pali con Mair e Oberrauch e con Fink e Sottsas trovano altre due occasioni d’oro. Nell’ultimo quarto d’ora i padroni di casa tirano le remi in barca ed i Weasels riescono ad impensierire la retroguardia casalinga, ma un Corsi molto calmo e sicuro non si fa sorprendere. Dopo un altro palo di Philipp Pircher tocca a Piccinelli salvare l’onore degli ospiti al 59°.

Oly Hicks è contento nonostante il basso livello ed il ritmo piuttosto contenuto dell’incontro: “La partenza concentrata ed il fatto che tanti giocatori abbiano segnato o almeno abbiano avuto buone occasioni oggi sono i fatti più positivi. Domenica ad Appiano però ci attenderà una partita ben diversa, e per questo dovremo essere preparati.”

Tags: