Il ritorno ad Asiago di Luca Rigoni e la conferma di Miglioranzi

(com. stampa Asiago 1935) – La Supermercati Migross Asiago Hockey 1935 comunica di aver raggiunto due importanti obiettivi di mercato: il ritorno in giallorosso dell’attaccante Luca Rigoni e la conferma del difensore Enrico Miglioranzi. Si tratta di due pedine fondamentali, con esperienze e in ruoli diversi, per l’Asiago della prossima stagione che inizia ad assumere le forme indicate da coach John Parco.

Luca RigoniLuca Rigoni torna alla base dopo le esperienze di Milano e Pontebba che lo hanno confermato come uno degli attaccanti più duttili e generosi del nostro campionato. Nato ad Asiago l’1 gennaio 1975, ha fatto il suo esordio in serie “A” a soli 18 anni nella lontana stagione 1993/1994. Dopo tredici stagioni consecutive in giallorosso, nel 2006/2007 si è trasferito a Milano e la stagione successiva a Pontebba dove è rimasto per altri cinque anni, gli ultimi tre giocati con la “C” di capitano sul petto. Fisicamente integro, nonostante le 37 primavere, potrà dare alla squadra un equilibrio tattico che, soprattutto quando ci sarà da stringere i denti come ad esempio nelle fasi di inferiorità numerica, riesce a garantire come pochi altri giocatori. La sua grande esperienza sarà fondamentale anche all’interno dello spogliatoio. Luca, durante la sua precedente lunga militanza in giallorosso, ha vinto due campionati under 20 ed il primo, storico scudetto dell’Asiago nel 2001.

Miglioranzi Enrico Enrico Miglioranzi, dopo aver valutato altre possibilità, ha deciso di rimanere in casacca stellata anche per la prossima stagione. Difensore di grande talento, ha decisamente dalla sua la giovane età essendo nato a Padova l’8 ottobre 1991. Miglioranzi è un difensore dotato di buon dinamismo e pattinaggio e che non disdegna le incursioni in zona d’attacco. Nonostante non si possa definire un veterano, ha già alle spalle cinque stagioni nella massima serie e negli ultimi anni è divenuto punto di forza del reparto arretrato degli stellati. La sua crescita è tutt’altro che terminata e la prossima stagione potrebbe essere una tappa importante di un processo di crescita che ha ancora moltissimo margine di sviluppo. Dopo aver vestito tutte le maglie delle rappresentative giovanili azzurre, più recentemente è entrato nel giro della Nazionale senior ed è reduce dal ritiro che la Nazionale Olimpica ha svolto a Pinerolo.

[table=241,6]