Le Summit Series del 1972: Gara 6 (settima puntata)

Come consuetudine dal 1997, nella giornata conclusiva dei Mondiali, con una cerimonia ufficiale, la IIHF premia quei personaggi che hanno contribuito a scrivere la storia dell’hockey, siano essi giocatori, allenatori, arbitri o dirigenti inserendo i loro nomi nella propria Hall of Fame. Da quest’anno, su proposta del Comitato storico della IIHF, il Concilio della Federazione Internazionale ha deciso di istituire l’IIHF Milestone Trophy, con il quale si vogliono ricordare particolari momenti della storia internazionale dell’hockey. La prima scelta è caduta sulle Summit Series del 1972; in dieci puntate Hockeytime vuole proporre ai propri lettori la sfida che contrappose Canada e Unione Sovietica, le due superpotenze dell’hockey dell’epoca e due scuole di pensiero diverse tra loro.

di Alessandro Bonomo

24 Settembre 1972, Mosca: URSS-Canada: 2-3

Gara sei è probabilmente la partita che fa girare la serie e che ancora oggi, a quarant’anni di distanza, risveglia enormi passioni e suscita accesi dibattiti: i canadesi, spalle al muro e con la necessità di vincere a tutti i costi, la ricordano per l’arbitraggio assolutamente inadeguato degli arbitri tedeschi occidentali Baader e Kompalla, rei di avere tartassato di penalità eccessive i canadesi e protagonisti con una serie di chiamate di offside assurdi da una parte e dall’altra.

I russi lo ricordano chiaramente per il colpo di bastone con cui Bobby Clarke mise premeditatamente fine all’incontro ed alla serie di Valeri Kharlamov, il miglior giocatore da parte sovietica: ancora oggi si parla di “The Slash”, con riferimento alla bastonata di Clarke che ruppe la caviglia di Kharlamov. Quest’ultimo si trascinò sul ghiaccio anche in Gara-8, ma per mero atto di presenza.
Un colpo basso (apparentemente suggerito a Clarke da John Ferguson, Sr., un assistant coach della foglia d’acero) che, se da un lato ha gettato un’ombra sulla successiva vittoria canadese nella Serie, dall’altra la dice lunga sulla volontà di vittoria di Clarke, disposto a tutto pur di non uscire sconfitto dal ghiaccio.
Ma non si tratta degli unici episodi controversi: sul 2 a 3, verso la fine del secondo periodo, gli arbitri non videro una rete di Kharlamov, pensando che il puck fosse stato respinto dalla traversa e non dalla rete.
La gara: dopo un primo periodo a reti inviolate, nel secondo tempo succede di tutto. Vantaggio sovietico con Liapkin, dopo di che i canadesi sfruttano l’amnesia sovietica per realizzare la bellezza di tre reti in un minuto e mezzo.
Dopo la rete del 2 a 3 di Yakushev, il goal non visto di Kharlamov, a cui seguì l’episodio della bastonata assassina di Clarke.
Nell’ultimo periodo il Canada riesce a controllare ed all’improvviso la serie sembra riaperta: non solo il Canada ha il morale a mille e sta mettendo a punto un penalty killing sempre più efficace, ma anche l’Unione Sovietica deve fare a meno della sua stella.
L’incertezza torna a regnare sulla serie. (…segue)

VIDEO DELLA GARA (HIGHLIGHTS):

STATISTICHE

Primo Periodo:
Nessuna rete

Penalità: Bergman (sgambetto) 10:21, P. Esposito (2+2, carica irregolare) 13:11

Secondo Periodo:
1-URSS Liapkin (Yakushev, Shadrin) 1:12
2-Canada Hull (Gilbert) 5:13
3-Canada Cournoyer (Berenson) 6:21
4-Canada Henderson 6:36
5-URSS Yakushev (Shadrin, Liapkin) 17:11 (PP)

Penalità: Ragulin (ostruzione) 2:09, Lapointe (eccessiva durezza) 8:29, Vasiliev (eccessiva durezza) 8:29, Clarke (2 minuti per colpo di bastone e 10 per cattiva condotta) 10:12, D Hull (colpo di bastone) 17:02, P. Esposito (5+10, bastone alto) 17:46, 2 minuti alla panchina del Canada (scontata da Cournoyer) 17:46

Terzo Periodo:
Nessuna rete

Penalità: Ellis (trattenuta) 17:39

Tiri in Porta:
Canada 7/8/7 – 22
URSS 12/8/9 – 29

Portieri:
Tretiak (19/22) 60 minuti giocati, 3 goal subiti
Dryden (27/29) 60 minuti giocati, 2 goal subiti

MVP della partita:
URSS – Lutchenko – Yakushev
Canada – Dryden – Bergman

Spettatori: 15.000 (Mosca)

Formazioni:
Canada: Bergman, Stapleton, Park, Ellis, P. Esposito, Gilbert, D. Hull, Cournoyer, Berenson, White, Ratelle, Henderson, P. Mahovlich, Parise, Savard, Lapointe, Clarke
Soviet Union: Lutchenko, Ragulin, Vasiliev, Tsygankov, Maltsev, Mikhailov, Shatalov, Yakushev, Petrov, Kharlamov, Vikulov, Shadrin, Anisin, Lebedev, Bodunov, Liapkin, Volchkov

VIDEO DELLA GARA (HIGHLIGHTS):

Puntate precedenti:
freccia dx 2011 Prima puntata
freccia dx 2011 Seconda puntata
freccia dx 2011 Terza puntata
freccia dx 2011 Quarta puntata
freccia dx 2011 Quinta puntata
freccia dx 2011 Sesta puntata