Conferme in casa EV Bozen 84: Plankl e Unterfrauner ancora White Weasels

(comun. stampa EV Bozen 84) – Lo scorso fine settimana il nuovo allenatore Fred Carroll si è trovato con i giocatori del roster della passata stagione per presentare la propria filosofia e le sue aspettative. Carroll è riuscito a convincere due pedine importanti delle passate due stagioni a rimettersi in gioco anche nella prossima e a imbarcarsi sulla nave EV per un’altra avventura: Franz Josef Plankl e Thomas Unterfrauner.
Franz Josef Plankl, 23 anni il prossimo ottobre, è reduce da una stagione travagliata in cui la veloce ala non è riuscita a esprimersi al meglio. 12 punti in 33 partite sono infatti un magro bottino per un giocatore delle sue qualità. Per FJ si trattava comunque più che altro di un blocco mentale, non certo di limiti tecnici. E’ per questo che tutti gli adetti ai lavori sono convinti che è solo una questione di iniziare con il piede giusto per ripartire dalla buona prima stagione in A2.

Thomas Unterfrauner, 25 anni a novembre anche lui del Renon fa ormai parte dell’inventario. Approdato ai White Weasels tre anni fa fu uno dei maggiori artefici della conquista della vittoria in serie CU26. In A2 il peso piuma aveva convinto per velocità e disciplina tattica. L’atteggiamento di mettersi esclusivamente al servizio della squadra ha limitato il suo bottino personale, 7 punti in 40 partite, ma lo ha reso quasi insostituibile per la squadra.

Anche Philipp Grandi e Simon Obexer, due prodotti del proprio vivaio accetteranno la nuova sfida. Philipp Grandi, inizialmente dato per perso per motivi di studio, era a roster in 38 partite totalizzando 10 punti frutto di 2 gol e 8 assist. L’ex nazionale U20 è riuscito a conquistare un posto da titolare grazie alle sue due doti principali: velocità e buone mani. Per Simon Obexer sarà l’anno della verità.
Chiamato in squadra per 34 volte, non è riuscito a convincere lo staff tecnico al punto da farlo giocare con regolarità. Non avendo più il doppio peso U20 – A2 può ora concentrarsi sul campionato cadetto e tentare di mettere a frutto il suo piatto forte: la buona visione di gioco.