Mondiali Top Division: a Helsinki Canada a spasso sulla Francia, la Slovacchia batte gli USA

Solo due match nel lunedì finlandese alla Hartwall arena; nel match pomeridiano il Canada, scottato dalla sconfitta nel derby con i cugini  a Stelle e Striscie, passeggia agevolmente sulla Francia vittima designata. Nella compagine transalpina a difesa della gabbia si presenta Lhenry, vecchia conoscenza dei tifosi milanesi mentre per i canadesi in porta gioca Dubnyk. Pronti-Via ed il gioiellino degli Oilers, il rookie Nugent-Hopkins (Sharp-Benn) porta avanti i nordamericani con un tiro ravvicinato. Passano meno di 7 minuti ed i canadesi portano a casa in Power Play il 2-0 grazie allo special team dei ragazzini terribili Sharp-Tavares-Nugent Hopkins. Nella seconda parte del primo drittel va sotto i riflettori Jamie Benn che mette a segno 2 goal: il primo con un tiro ravvicinato che non lascia scampo a Lhenry e poi tre minuti e mezzo dopo, con un tiro nel traffico che fa raccogliere al goalie transalpino il quarto disco in fondo alla propria gabbia. In chiusura di periodo arriva anche la rete transalpina con Henderson che sfrutta un pasticcio di Keith e fredda Dubnyk. Nel secondo periodo, dopo aver passato indenni un’inferiorità numerica, i giocatori della nazionale della foglia d’acero calano la cinquina Jordan Eberle (Sharp-Keith) che in Power Play supera di nuovo il goalie francese. Passano appena 30″ e sono i francesi a mettere a referto il secondo goal con Rouleau (Roussel) con cui praticamente vanno in archivio i secondi 20 minuti.

Nel terzo ed ultimo periodo c’è ancora spazio per la seconda rete della serata di Nugent-Hopkins (Sharp-Methot) e per la rete di Corey Perry (Getzlaf-Kane) che fissano il risultato finale su un “tennistico” 7-2. Nel secondo match della giornata a scendere sul ghiaccio dell’ arena finnica sono gli USA, reduci dalla già citata affermazione sul Canada, e la Slovacchia sconfitta di misura nell’ incontro precedente contro i padroni di casa della Finlandia; in porta per gli USA Howard mentre tra i pali per la Slovacchia c’è Laco.  Partenza a razzo degli slovacchi che dopo appena 47″ si portano avanti con Granak (Hudacek). E’ ancora la nazionale europea a smuovere il tabellino con il 2-0 firmato dal giocatore della KHL Radivojevic (Atlant Mytishi) assistito nell’occasione dalla coppia di NHLer Kopecky(Florida Panthers)-Handzus(SJ Sharks). Subito il 2-0 la nazionale USA si sveglia ed accorcia le distanze in meno di 40″ con Faulk (Okposo-Slater) alla prima rete personale in questo mondiale. La Slovacchia non si fa intimorire dal ritorno degli americani ed a 6″ dalla prima intermission mette a segno il 3-1 con Sekera (Bliznak). La risposta americana arriva sul finire del periodo centrale con Stastny (Pacioretty) che, complice una doppia superiorità numerica (fuori Bartovic e Starosta per gli slovacchi), riavvicina nuovamente gli USA. Nel terzo ed ultimo periodo gli USA non riescono a portare a termine il riaggancio ed anzi, con Howard in panca per tentare il tutto per tutto con sei uomini di movimento, subiscono il 4-2 dall’ ex-NHL (ora allo Slovan Bratislava) Miroslav Satan il quale mette a segno l’ Empty Net Goal che chiude definitivamente la contesa.

I Risultati:
Francia – Canada 2-7 (1-4; 1-1; 0-2)
USA – Slovacchia 2-4 (1-3; 1-0; 0-1 )