Un cuore per Gates

Pochi giocatori hanno ottenuto l’amore e il rispetto di tutti i tifosi, dei propri ma anche di quelli avversari che pure hanno patito il gioco di Gaetano Orlando, i suoi gol pesanti e le sconfitte da lui dirette. Un Signore come pochi, che con la maglia del Milan uscì tra gli applausi di tutte le migliaia di tifosi del Saima dopo un derby concluso dai rossoblu “poco a tanto”. Vero perno della nazionale azzurra negli irripetibili anni 90, Orlando è stato un vero talento come pochi visti in Italia, giunto a Merano direttamente dall’NHL. Inutile in queste righe ricordare i suoi trascorsi.
Il cuore di cui ci ha abituati a mettere sul ghiaccio, questa volta l’ha tradito. Gates non ha ancora compiuto i suoi primi 50 anni ma ha bisogno di un nuovo organo essendo stato colpito da una rara insufficienza cardiaca.

Il campione di Rochester (dipartimento di NY) è costretto a rimanere in un letto dell’ospedale Strong Memorial con un cuore artificiale attaccato al suo petto dal 4 aprile, primo intervento del genere eseguito dalla Rochester Medical Center University. Orlando ha dato tanto su ogni pista che ha calcato, da Bolzano a Milano, da Berna a Lugano, diventando un idolo ovunque, saggio e di poche parole. Dall’ospedale ha voluto lanciare un messaggio, mentre rimarrà in attesa che la lista dei donatori gli dia una buona notizia. In video Gates ha voluto portare l’attenzione sull’importanza dei donatori, perché oltre a lui in quella clinica sono 900 le persone che hanno bisogno di un organo nuovo. «Pensate quante persone potreste aiutare» ha detto Orlando col suo messaggio video «iscrivendovi alla lista dei donatori».
La Milano rossonera aveva recentemente pianto la freccia dx 2011 scomparsa di Frantisek Prochazka. All’indimenticato Orlando gli auguri di pronta guarigione.

freccia dx 2011 L’intervista della TV america “13abc” dalla quale abbiamo liberamente tratto le immagini.

freccia dx 2011 Chi è stato Gates Orlando