WM Donne – Svizzera, storico bronzo. Il Canada mette l’oro al collo negli USA

di Marco Depaoli

Dopo 5 anni di dominio americano ai mondiali, il Canada voleva ritornare d’oro ma non sembrava questo l’anno giusto. Nella sfida dei preliminari di settimana scorsa le Foglie d’Acero avevano ceduto il passo alle americane con un sonoro 2-9, un record in negativo. Successivamente il Canada ha faticato in alcune partite mentre gli USA sono arrivati in finale in tutta scioltezza. Ma nella gara che conta, davanti a oltre 4.000 spettatori, il Canada ha compiuto il colpo gobbo rimontando e pungendo all’overtime. Ai supplementari come 12 mesi, ma a sorti invertite.
Il pubblico: è questo il vero vincitore di questo mondiale con la media record di 1.247 a partita, per un totale di 26.205 nelle 21 gare disputate.

La prima rete della finale è del simbolo dell’hockey canadese, Hayley Wickenheiser, alla sua 20ª sfida contro contro gli Stati Uniti tra mondiali e olimpiadi sui 23 incontri ufficiali disputati. Il capitano delle Foglie d’Acero si invola in penalty killing e usa tutta l’esperienza per freddare Schaus. Le americane si portano subito sul pareggio sfruttando una confusione nello slot canadese e potrebbero andare in vantaggio se Szabados non sventasse ghiotte occasioni.
Stessa situazione dall’altra parte per il 2-1 canadese nel secondo tempo, con Hefford lesta a spingere il disco in rete. Un minuto dopo arriva anche il 3-1 con Caroline Ouellette che si fa parare il tiro, non il secondo disco finito ancora sulla sua stecca e lanciato in porta. In vantaggio resiste grazie al goalie Szabados che abbassa la saracinesca come alle Olimpiadi, ma nulla può al 37°, coperta dalla scatola del penalty killing, sullo slap di Decker. Un minuto dopo gli USA hanno ancora una giocatrice in più e pareggiano con un altro missile dalla distanza che sfrutta anche una deviazione. La panca puniti canadese continua ad aprirsi e gli USA ringraziano: Szabados si fa sfuggire il disco per il rocambolesco vantaggio americano che fa pregustare il successo delle ragazze di casa. Invece a due minuti e mezzo dalla fine Agosta raccoglie il disco vagante del pareggio infilandolo sulla destra del goalie in butterfly per controllare l’azione confusa sottoporta.
Lo stress dell’overtime porta ad un incredibile errore delle americane in fase di cambio di linea, che lasciano un disco incontrollato nelle mani delle canadesi le quali in tre contro due sbilanciano la difesa americana e insaccano l’oro mondiale davanti ai 4.000 ammutoliti del Gutterson Fieldhouse.

Gioia immensa anche sulle Alpi con la Svizzera che, partita con l’obiettivo minimo della salvezza (e la prima sconfitta contro la Germania faceva temere il peggio), si ritrova invece con la medaglia di bronzo al collo. Non solo, le elvetiche in virtù del nuovo ranking, parteciperanno al torneo olimpico di Sochi da quarta potenza, e cioè con la sicurezza dei quarti di finale. E’ la seconda volta, tra mondiali e olimpiadi, che una squadra europea non scandinava sale sul podio. Impresa riuscita solo alla Russia nel 2001.
La Svizzera si ritrova nella finalina la Finlandia, salita sul podio mondiale già 10 volte. Le più esperte finniche nel primo periodo vanno in vantaggio due volte sempre in powerplay. La Svizzera risponde al primo gol con Nabholz e al secondo con Sara Benz al suono della sirena. Di quei gol che cambiano l’inerzia della partita, innervosendo gli avversari. La squadra di Kammerer trova il primo vantaggio a metà gara esatta con Julia Marty mentre la Finlandia sempre più frustrata non riesce a superare Florence Schelling nonostante il drittel centrale termini con un parziale di 25 tiri scandinavi e 5 svizzeri. Negli ultimi 10 minuti di partita la Finlandia è in ginocchio con tre reti svizzere in 5 minuti. Una delle firme è del capitano freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Kathrin Lehmann, 32enne che potrebbe chiudere qui, al meglio, la sua carriera.

Finali

1°-2° posto: 15/04 ore 01
Usa-Canada 4-5ot (1-1, 2-2, 1-1, 0-1)
Marcatrici: 07:52 (0-1, Sh) Wickenheiser H, 12:54 (1-1) Coyne K (Kessel A, Decker B), 24:07 (1-2, Pp) Hefford J (Agosta M, Wickenheiser H), 25:36 (1-3) Ouellette C, 36:43 (2-3, Pp) Decker B (Bozek M, Schleper A), 38:16 (3-3, Pp) Marvin G, 42:57 (4-3, Pp) Marvin G, 57:22 (4-4, Pp) Agosta M (Hefford J, Ouellette C), 61:50 (4-5) Ouellette C (Agosta M)
Tiri: 44-39 (15-13, 17-14, 12-9, 0-3)
Penalità: 14-22 (4-10, 6-8, 4-4, 0-0)
Usa: Schaus Molly (Vetter Jessie); Marvin Gigi, Bellamy Kacey “A”; Lamoureux-Kolls Monique, Stack Kelli, Lamoureux Jocelyne; Schleper Anne, Bozek Megan; Decker Brianna, Coyne Kendall, Kessel Amanda; Chesson Lisa, Pucci Josephine; Potter Jenny “A”, Chu Julie “C”, Knight Hilary; Picard Michelle; Lawler Erika, Dempsey Jillian, Brandt Hannah. Allenatore: Stone Katey
Canada: Szabados Shannon (Labonte Charline); Larocque Jocelyne, Ward Catherine; Ouellette Caroline “A”, Hefford Jayna “A”, Poulin Marie-Philip; Rougeau Lauriane, Fortino Laura; Johnston Rebecca, Wickenheiser Hayley “C”, Spooner Natalie; Mikkelson Meaghan, Bonhomme Tessa; Agosta Meghan, Apps Gillian, Wakefield Jennifer; Birchard Courtney; Bram Bailey, Jenner Brianne, Bendus Vicki. Allenatore: Church Dan
Migliori giocatrici: Coyne Kendall (U) – Ward Catherine (C)

httpvh://www.youtube.com/watch?v=RxKmhoHGWjQ

3°-4° posto: 14/04 ore 21
Svizzera-Finlandia 6-2 (2-2, 1-0, 3-0)
Marcatrici: 04:48 (0-1, Pp) Rajahuhta A (Jalosuo M, Mertanen T), 11:25 (1-1) Nabholz K (Stiefel A, Marty J), 17:27 (1-2,Pp) Helin A (Karvinen M, Hiirikoski J), 19:59 (2-2) Benz S (Lehmann K, Marty S), 29:37 (3-2,Pp) Marty J, 50:29 (4-2) Lehmann K, 53:50 (5-2) Stiefel A (Nabholz K), 55:28 (6-2) Raselli E (Stanz P)
Tiri: 25-52 (10-14, 5-24, 10-14)
Penalità: 10-4 (6-2, 4-2, 0-0)
Svizzera: Schelling Florence (Anthamatten Sophie); Marty Julia “A”, Michielin Rahel; Leimgruber Darcia, Marty Stefanie, Lehmann Kathrin “C”; Bullo Nicole “A”, Zollinger Sabrina; Benz Sara, Raselli Evelina, Stanz Phoebe; Forster Sarah, Thalmann Sandra; Nabholz Katrin, Stiefel Anja, Steck Martina; Vuille Dit Bille Johanna; Fischer Andrea, Waidacher Monika, Waidacher Nina. Allenatore: Kammerer René
Finlandia: Räty Noora (Raisanen Meeri); Hiirikoski Jenni “C”, Tarkki Saija “A”; Karvinen Michelle, Helin Anne, Rantamaki Karoliina; Jalosuo Mira, Mertanen Terhi; Hovi Venla, Tapani Susanna, Tikkinen Nina; Lindstedt Rosa, Villila Tea; Rantanen Anni, Rajahuhta Annina, Tuominen Minnamari; Kilponen Anna, Hallvar Essi “A”, Kotkaslahti Venla, Savikuja Henna, Valkama Saana. Allenatore: Hamalainen Pekka
Migliori giocatrici: Marty Stefanie (S) – Rajahuhta Annina (F)

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse prima fase /1
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse prima fase /2
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Quarti di finale
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Semifinali 
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse 5°-6° posto
Relegation Round: freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Gara 1 – freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Gara 2

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Mondiali 2013
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse La decisione del mondiale 2012
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse I mondiali femminili
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse ranking 2012

MVP – Migliori giocatrici
Miglior portiere: Schelling Florence – Svizzera
Miglior difensore: Hiirikoski Jenni – Finlandia
Miglior attaccante: Stack Kelli – USA

All Star Team votato dai media
Schelling Florence (P, SVI)
Marvin Gigi (D, USA) – Fortino Laura (D, CAN)
Lamoureux-Kolls Monique (A, USA) – Stack Kelli (A, USA) – Wickenheiser Hayley (A, CAN)

Migliori giocatrici per ogni nazione votate dagli allenatori
Canada: WICKENHEISER Hayley – POULIN Marie-Philip – OUELLETTE Caroline
Finlandia: RATY Noora – HIIRIKOSKI Jenni – RANTAMAKI Karoliina
Germania: HARSS Jennifer – BUSCH Franziska – ZORN Julia
Russia: PRUGOVA Anna – DYUBANOK Inna – BURINA Tatyana
Svizzera: SCHELLING Florence – LEHMANN Kathrin – BULLO Nicole
Slovacchia: TOMCIKOVA Zuzana – KAPUSTOVA Jana – CUPKOVA Nicol
Svezia: HOLMLOV Elin – ASSERHOLT Jenni – BACKMAN Linnea
USA: STACK Kelli – SCHAUS Molly – LAMOUREUX-KOLLS Monique

Albo d’oro (il podio)
1990 (Ottawa, CAN) Canada, USA, Finlandia
1992 (Tampere, FIN) Canada, USA, Finlandia
1994 (Lake Placid, USA) Canada, USA, Finlandia
1997 (Kitchener, CAN) Canada, USA, Finlandia
1999 (Espoo, FIN) Canada, USA, Finlandia
2000 (Mississauga, CAN) Canada, USA, Finlandia
2001 (Minneapolis, USA) Canada, USA, Russia
2003 Annullato per epidemia di SARS in Cina
2004 (Halifax, CAN) Canada, USA, Finlandia
2005 (Linkoping-Norrkoping, SVE) USA, Canada, Svezia
2007 (Winnipeg-Selkirk, CAN) Canada, USA, Svezia
2008 (Harbin, CHN) USA, Canada, Finlandia
2009 (Hämeenlinna, FIN) freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse USA, Canada, Finlandia
2011 (Zurigo-Winterthur, SVI) freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse USA, Canada, Finlandia
2012 (Burlington, USA) Canada, Usa, Svizzera

Gli altri mondiali
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Mondiale Div 1/A (Rep. Ceca promossa, Kazakistan retrocesso)
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Mondiale Div 1/B (Danimarca promossa, Italia retrocessa)
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Mondiale Div 2/A (Corea del Nord promosso, Croazia retrocessa)
Mondiale Div 2/B (Polonia promossa)

Classifica Finale

  1. Canada
  2. USA
  3. Svizzera
  4. Finlandia
  5. Svezia
  6. Russia
  7. Germania
  8. Slovacchia (Retrocessa)
  9. Rep. Ceca (Promossa)
  10. Norvegia
  11. Giappone
  12. Austria
  13. Lettonia
  14. Kazakhstan (Retrocessa)
  15. Danimarca (Promossa)
  16. Cina
  17. Francia
  18. Gran Bretagna
  19. Olanda
  20. Italia (Retrocessa)
  21. Corea del Nord (Promossa)
  22. Ungheria
  23. Australia
  24. Nuova Zelanda
  25. Slovenia
  26. Croazia (Retrocessa)
  27. Polonia (Promossa)
  28. Spagna
  29. Corea del Sud
  30. Islanda
  31. Belgio
  32. Sud Africa

Assenti ai mondiali 2012 Romania, Bulgaria, Turchia e Irlanda