Ranking femminile – L’Italia scende ancora, vola la Svizzera

Il Canada torna a superare gli Usa nel ranking mondiale femminile. Le americane, da quando nel 2004 è stato introdotto il ranking anche per le donne, sono rimaste in testa solo per due anni: il 2009 e il 2011.
La Svizzera compie un passo da gigante salendo al quarto posto ai danni di Svezia e Russia, che a loro volta scendono di una posizione.
Si fa difficile la situazione dell’Italia che viene scavalcata dalla Gran Bretagna. Con la retrocessione azzurra di quest’anno, la prossima stagione l’Italia potrebbe scendere di un altro scalino dal momento che la Danimarca, che segue, ha ottenuto invece la promozione in “Serie B”. Nel ranking 2007 l’Italia era in 14ª posizione con la Gran Bretagna 22ª, mentre oggi a distanza di 5 anni le britanniche ci precedono. Un lenta caduta quella della nazionale azzurra, che all’inizio del nuovo millennio si batteva nel mondiale subito dopo quello delle grandi, assieme alla Svizzera che ora ci precede di 14 posizioni.

Chi perde di più rispetto all’anno scorso è la Cina, 4 posizioni, nobile decaduta retrocessa l’anno scorso e non risalita quest’anno. La Polonia dopo la promozione dell’anno scorso dal quinto mondiale di categoria, viene promossa anche quest’anno, guadagnando nel ranking 6 posizioni e inserendosi nelle pretendenti per un posto alle Olimpiadi.

Già perché con questo ranking stilato dall’IIHF sono note così 6 delle 8 squadre che parteciperanno alle Olimpiadi di Sochi nel 2014. Nel Gruppo A se la vedranno, con formula analoga a quella introdotta quest’anno dai mondiali, Canada, USA, Finlandia e Svizzera. Nel gruppo B, Svezia e Russia attendono di sapere le due formazioni che usciranno dai preliminari. A questa fase possono partecipare le squadre che si trovano nel ranking dalla settima alla trentesima posizione, quindi anche l’Italia.
I primi due gironi di qualificazione sono in programma dall’8 all’11 novembre 2012. Le finali di qualificazione si giocheranno in due raggruppamenti dal 7 al 10 febbraio 2013 con Germania e Slovacchia, settima e ottava nel ranking, che hanno la possibilità di organizzarli in casa.

L’Italia ai mondiali
anno piazzamento        ranking
2012 6ª Serie C (retr.) 1915 18ª
2011 4ª Serie C         1950 17ª
2010 n.d.               1950 17ª
2009 4ª Serie C         1980 16ª
2008 4ª Serie C         1980 15ª
2007 2ª Serie C         2160 14ª
2006 8ª Olimpiadi
2005 2ª Serie C
2004 2ª Serie C
2003 4ª Serie C
2002 n.d.
2001 2ª Serie C/gr.A
2000 8ª Serie B (retr.)
1999 1ª Serie C (prom.)

La Svizzera ai mondiali
anno piazzamento       ranking
2012 3ª Serie A        2685 4ª
2011 6ª Serie A        2620 6ª
2010 5ª Olimpiadi      2640 5ª
2009 7ª Serie A        2630 5ª
2008 4ª Serie A        2645 5ª
2007 5ª Serie A        2555 7ª
2006 7ª Olimpiadi
2005 1ª Serie B (prom.)
2004 8ª Serie A (retr.)
2003 n.d.
2002 n.d.
2001 1ª Serie B (prom.)
2000 2ª Serie B
1999 8ª Serie A (retr.)
1998 n.d.
1997 7ª Serie A
1994 7ª Serie A
1992 7ª Serie A
1990 5ª Serie A

ranking 2011
 mondiali 2012 e classifica complessiva 2012

# RANKING 2012  P.ti diff.
.1 Canada       2960   1
.2 USA          2940  -1
.3 Finlandia    2780   0
.4 Svizzera     2685   2
.5 Svezia       2680  -1
.6 Russia       2650  -1
.7 Slovacchia   2500   1
.8 Germania     2430   2
.9 Kazakistan   2350  -2
10 Norvegia     2320   2
11 Giappone     2285   0
12 Rep. Ceca    2245   2
13 Cina         2235  -4
14 Lettonia     2195  -1
15 Austria      2185   0
16 Francia      2055   0
17 Gr.Bretagna  1955   1
18 Italia       1915  -1
19 Danimarca    1625   2
20 Slovenia     1505  -1
21 Olanda       1480   1
22 Croazia      1480  -2
23 Ungheria     1210   2
24 Australia    1205   0
25 N. Zelanda   1110   2
26 Corea d.Nord  995   2
27 Belgio        985  -1
28 Polonia       975   6
29 Islanda       960   0
30 Spagna        940   5
31 Corea d.Sud   920   1
32 South Africa  890  -1
33 Bulgaria      705 -10
34 Romania       405  -4
35 Turchia       330  -2
36 Irlanda       315   0