Quello che è successo in Coppa Italia

(Dal sito lihga.it) – La prima edizione della Coppa Italia sotto il nome LIHGA è stata una degli eventi più importanti per la neo nata Lega amatoriale. La manifestazione si è svolta nel fine settimana del 10 e 11 marzo presso il palaghiaccio di Fanano. Fanano è il più vasto comune dell’Alto Frignano inserito nel parco regionale dell’alto Apenninno modenese.

Dovevano essere sei le squadre partecipanti tra le quali: Frozen Bologna, Abruzzo Wolves, Polisportiva Fanano, HC Cobra, HC Cavalese e Milano Chiefs, ma purtroppo, quest’ultima formazione avendo a roster per questa manifestazione solo tre atleti, ha dato forfait all’ultimo, costringendo l’organizzatore della manifestazione, Dennis Sodano, a modificare al volo la formula del torneo e a modificare le gare in programma. Fortunatamente, dei Chiefs erano presenti due dirigenti e tre giocatori che hanno dato una mano a Dennis per riformulare la coppa e mettendosi a disposizione come arbitri delle varie partite. Due atleti dei Chiefs sono stati prestati ai Frozen Bologna.

Ridisegnato il calendario delle partite con il classico girone all’italiana, nella giornata di sabato si sono svolte numerose partite per accedere alla fase finale. Da regolamento per ogni partita si sono disputati due tempi da venti minuti a scorrere, senza avvalersi della liberazione vietata.

I primi a scendere in campo sono stati i Frozen Bologna che hanno affrontato gli abruzzesi dei Wolves, i quali si sono imposti con il risultato di 4-1. Successivamente si sono disputate altre nove partite:

Partita                          Risultato
Frozen Bologna – Abruzzo Wolves     1-4
Pol. Fanano    – HC Cobra          11-1
Pol. Fanano    – Frozen Bologna     3-0
HC Cavalese    – HC Cobra           7-1
Abruzzo Wolves – Pol. Fanano        1-3
Frozen Bologna – HC Cavalese        0-0
Abruzzo Wolves – HC Cobra           6-2
Pol. Fanano    – HC Cavalese        2-2
Frozen Bologna – HC Cobra           3-3
Abruzzo Wolves – HC Cavalese        4-4

Alla fine della giornata con questi risultati si è determinata la classifica finale che ha permesso di stabilire la griglia delle finali della domenica: Pol. Fanano 10 punti, Abruzzo Wolves 7, HC Cavalese 6, Frozen Bologna 2, HC Cobra 1.

Gli accoppiamenti delle gare per la giornata di domenica sono stati: Polisportiva Fanano-Abruzzo Wolves per contendersi il titolo, HC Cavalese-Frozen Bologna per aggiudicarsi il gradino più basso del podio.

Alla fine delle fatiche della prima giornata, gli atleti si sono ritrovati a mangiare insieme davanti a boccali di birra e specialità modenesi.

La seconda giornata di gare è iniziata con la finale per il terzo e quarto posto dove hanno visto incrociare le stecche i Frozen di Bologna e il Cavalese. Pur con una squadra di solo 7 elementi, la formazione della Val di Fiemme aveva dalla sua tantissima esperienza negli atleti più vecchi, ricordiamo che quasi tutti erano ultra sessantenni. I trentini si sono aggiudicati la terza piazza imponendosi con un secco 5-1. Subito dopo si è svolta la finalissima del torneo tra i padroni di casa della Polisportiva Fanano contro i Wolves dell’Abruzzo. Giocando la finale in casa propria e davanti al pubblico amico, il Fanano è partito a razzo e subito dopo una manciata di minuti aveva già praticamente messo al sicuro la vittoria e la Coppa. Dopo un brutto inizio l’Abruzzo ha incominciato a reagire ed è riuscito ad arginare gli attacchi del Fanano, che però si è dimostrato superiore e più freddo sotto porta. Alla sirena del fine gara il punteggio diceva 6-1 per i neri padroni di casa che così hanno potuto festeggiare il successo finale che bissa la vittoria del campionato. Un plauso comunque per i Wolves, che nati da pochi mesi sono riusciti ad arrivare in finale e a giocare un ottimo torneo. Finiti i festeggiamenti in campo i neo campioni hanno subito sfidato i Cobra, quinti classificati, che sono rimasti a Fanano per partecipare tutti assieme alla premiazione finale. A sorpresa i ragazzi di Castiglione si sono imposti 2-1 su una squadra che ormai era stanca e vogliosa di festeggiare il titolo della Coppa Italia.

A conclusione della manifestazione ci sono state le varie premiazioni dove prima di premiare le squadre sono stati premiati i giocatori: dal più giovane (dei Cobra), al più vecchio, dal miglio marcatore al miglior portiere, fino ad arrivare al miglior giocare del torneo. La consegna dei vari riconoscimenti è avvenuta in presenza del sindaco del comune di Fanano il Sig. Lorenzo Luigi che ha messo a disposizione il palazzo del ghiaccio pagando l’affitto delle ore ghiaccio.

Complessivamente nelle giornate di sabato e domenica non sono mancati momenti di gioia e di tensione, ma tutto si è svolto in una bella atmosfera, dove si poteva avvertire in tutti i sensi il buon “clima hockeistico” che ci accomuna, nel quale tutte le squadre hanno condiviso l’esperienza in modo amichevole dimostrando la loro passione per questo sport. Un ringraziamento doveroso va all’organizzatore della manifestazione, Dennis Sodano, che da solo e con tutta la sua passione ed entusiasmo a permesso alle sei squadre partecipanti di giocare a hockey e stare in compagnia per due giornate consecutive.

(Enja Chiarini, ufficio stampa LIHGA)

Tags: