Playoff SG2: L’Appiano impatta, il Gherdeina raddoppia

Quello che non ti aspetti. E’ il riassunto delle prime due giornate di questo turno di semifinale. Le squadre dominatrici del torneo, Egna e Milano, si sono accorte quanto è dura la vita nei Playoff. L’Appiano, che proprio in questi giorni ha confermato Jarno Mensonen come head coach anche per la prossima stagione, tiene testa al Milano vincendo ai rigori gara due e pareggia così la serie; eroi della serata Campbell, autore di due reti, tutte nel terzo tempo e con la propria squadra in superiorità, e Demetz, 57 parate su 59 tiri; questa vittoria da sicuramente fiducia ad una squadra che questa sera ha dovuto fare a meno di Loikas e Eisenstecken per infortunio e Raffeiner per squalifica e durante la partita di Ceresa, punito con penalità partita per rissa insieme a Caletti.
Il Milano si è presentato alla Fotowoltaik Arena privo del solo Pikkarainen, che ha scontato la seconda delle due giornate di squalifica inflitta dal giudice sportivo dopo gara 3 di Coppa di Lega.
Si è portato avanti due volte, Migliore alla fine del primo drittel e Marcello Borghi al 13.44 del terzo tempo, e per due volte è stato raggiunto, Campbell l’autore delle due reti, come già detto, realizzate al 12.01 e al 16.48 del terzo tempo.
Finiti 2 a 2 i tempi regolamentari e senza reti ma non senza emozioni l’overtime, si va ai rigori, dove la rete di Platter e le parate di Demetz portano la serie in parità. Ora si torna all’Agorà per gara tre. L’appuntamento è per mercoledì 14 marzo alle ore 20.30

Al Pranives, l’Egna si presenta con Virta e senza Perna, e con Pichler a difesa della gabbia, ma il risulato, rispetto a gara 1, non cambia.
Il Gherdeina, privo di Ivan Demetz, spinto da Schaafsma e B. Kostner, due reti a testa, si porta sul due a zero ed ipoteca la serie, anche se nei playoff nulla è scontato, soprattutto perché per andare in finale bisogna vincerne ancora due e non sarà una passeggiata.
6 a 4 il risultato finale con le altri reti dei ladini segnate da Derek Eastman con la propria squadra in superiorità, per il momentaneo 1 a 1, e la sesta rete realizzata da K. Senoner al 14.05 del terzo tempo, anche questa in powerplay.
Due reti dell’Egna portano la firma di Virta, entrambe realizzate in powerplay, le altre sono di Stricker e Peiti, anche quest’ultima in superiorità.
Da segnalare l’ottimo terzo tempo dell’Egna, bravi a non darsi mai vinti e a mettere tensione agli avversari arrivando fino al 4 a 5, tutto reso invano dalla rete di K. Senoner.
All’inizio del terzo tempo per scuotere la squadra, Wilson cambia goalie ed inserisce Rizzi a difesa della gabbia e quasi riesce nell’impresa di impattare la partita.
Ora la serie torna alla Würth Arena mercoledì 14 marzo e per le Oche Selvagge è assolutamente obbligatorio vincere altrimenti la finale potrebbe diventare un miraggio.

Gara due di semifinale
Appiano – Milano 3-2 (0-1, 0-0, 2-1, 0-0, 1-0) serie 1-1
Gherdeina – Egna 6-4 (2-1, 3-1, 1-2) serie 2-0

Prossima giornata
mercoledì 14 marzo gara 3 di semifinale
Milano – Appiano
Egna – Gherdeina 

httpvh://www.youtube.com/watch?v=uIxsXD9TAwQ

Tags: