Importante successo per l’Under 18 ampezzana

(com.stampa SG Cortina)
Importante match, quello di ieri, per l’Under 18 di Marco Scapinello. All’Olimpico di Cortina arriva l’Asiago per il recupero della partita inizialmente in programma il 26 dicembre. Le due squadre venete si stanno comportando molto bene, occupando entrambe le parti nobili della classifica: le formazioni sono molto ben attrezzate e reggono senza problemi il confronto con il nutrito gruppo delle altoatesine, dimostrando l’eccellente lavoro che le due società stanno facendo nei propri settori giovanili.

Inizia il primo tempo con gli ampezzani arrembanti, grazie a un gioco ordinato che porta molti grattacapi alla difesa avversaria. Coach Scapinello costruisce una prima linea di contenimento con Vecellio, Olivero e Fanton, con il chiaro intento di frenare la linea più prolifica del campionato, la prima dell’Asiago, mentre la seconda linea (Lacedelli, De Zanna, Zanatta) e la terza (Talamini, Pomarè, Tilaro) hanno il compito di “offendere” e aggredire la difesa avversaria. È chiaro sin da subito che le scelte tattiche della coppia Scapinello-Harder sono quelle giuste e infatti si nota una supremazia ampezzana che porta a una sola realizzazione nel primo tempo, opera di Pomarè su assist dei compagni di linea.

Nel secondo drittel il power-play del Cortina funziona meglio di quello avversario: arrivano il 2 a 0 e il 3 a 0, grazie a De Zanna su assist di Olivero e a Zanatta su assist di Lacedelli e De Zanna.

Nel terzo tempo passa un solo minuto e mezzo e arriva la quarta rete ad opera di Pomarè su assist di Tilaro. Con il Cortina in power-play arriva la prima marcatura asiaghese, grazie a Magnabosco. Gli stellati ritrovano vigore e per cinque minuti impensierisce varie volte la difesa ampezzana, che però tiene bene. Il Cortina riprende a macinare gioco, ma su un ribaltamento di fronte c’è la seconda rete per i ragazzi dell’altopiano, un po’ fortunosa con ben tre deviazioni.

Scapinello e Harder predicano calma e infatti, dopo solo un minuto, Riccardo Lacedelli si porta a spasso la difesa avversaria e da dietro porta sente la chiamata di Vallazza: appoggia il disco di rovescio davanti alla porta e Vallazza può firmare il 5 a 2. Poco dopo c’è un’ azione fotocopia della terza linea e arriva la sesta rete con Talamini, assistito da Tilaro e Olivero.

L’Asiago vuole aggiungere una rete al proprio tabellino, e allora toglie il portiere a favore di un giocatore in più di movimento: il Cortina soffre un po’, ma un’ottima apertura della difesa mette in condizione Riccardo Lacedelli di involarsi verso la porta avversaria sguarnita; alla sua sinistra arriva Riccardo Frison che riceve il passaggio, entra nella blu e, nonostante sia pressato da un terzino avversario, insacca da posizione quasi impossibile l’ultimo goal del Cortina, quello del 7 a 2. Tutti saltano in campo a festeggiare Frison, alla sua prima realizzazione in questa stagione.

Da rimarcare i saluti tra i ragazzi, segno della grande amicizia che c’è tra di loro; un ringraziamento va a questi atleti di entrambe le squadre che hanno saputo regalare uno spettacolo sportivo di alto livello condito dal massimo fair-play.

Tags: